13 risposte a Bontà

  1. quarchedundepegi ha detto:

    “sono proprio come noi?”
    Mah!!!
    Se l’ha detto lui…
    BUONGIORNO Marisa.
    Quarc

  2. marisasalabelle ha detto:

    L’ha detto, l’ho sentito. E ha anche fornito una bellissima lezione su come comportarsi quando un “bullo” aggredisce un “piccoletto”.

  3. zipgong ha detto:

    Questa scena della scolaresca l’ho trovata agggghiagggiande. Roba veramente da Minculpop.

  4. wwayne ha detto:

    Putin ha invaso l’Ucraina.
    Biden invece difende gli ucraini dall’invasione russa e difende gli americani dall’invasione dei clandestini, facendo partire ogni giorno dai 5 agli 8 aerei pieni di migranti da rimpatriare (fonte: https://www.repubblica.it/esteri/2021/09/18/news/biden_prepara_un_ponte_aereo_per_rimpatriare_i_migranti_haitiani-318326383/).
    Alla luce di questo, non ci vuole una grande intelligenza per capire da che parte stare. E infatti Draghi, che di intelligenza ne ha da vendere, l’ha capito senza alcuna difficoltà.
    Mi aspetto che capisca con altrettanta facilità l’importanza di abolire l’alternanza scuola – lavoro. Perché mentre noi disquisiamo dei tatuaggi sui soldati ucraini c’è un ragazzo di Merano gravemente ustionato che sta lottando tra la vita e la morte, e anche se dovesse sopravvivere rimarrà orribilmente sfigurato per tutta la vita. E questo perché un provvedimento demenziale di qualche anno fa l’ha obbligato a lavorare gratis in un ambiente non sicuro anziché stare dietro a un banco a imparare qualcosa. Dato che non è la prima e neanche la seconda volta che si verifica un episodio del genere, mi pare evidente che Draghi e il suo compare Bianchi non devono difendere l’indifendibile dipingendo l’alternanza scuola lavoro come una gran figata, e neanche rassicurare i genitori italiani con la promessa (impossibile da mantenere) che d’ora in poi ci staremo più attenti e quindi simili tragedie non si ripeteranno più. L’unico modo per non farle ripetere è abolire una legge stupida e omicida nel senso letterale del termine, e farlo presto (perché tra un anno ci sono le elezioni, e chissà se il prossimo governo avrà tempo e voglia di metter mano alla questione).
    Grazie ai rimpatri di Biden, negli Stati Uniti non dovranno mai piangere una Pamela Mastropietro o una Desirée Mariottini. Se aboliamo l’alternanza scuola – lavoro, in Italia non dovremo più piangere un altro Lorenzo Parelli.

  5. marisasalabelle ha detto:

    Hai mescolato mele e pere, in questo commento… sullo scempio dell’alternanza sono d’accordissimo con te. Sull’elogio di Biden no, e non importa ripeterne i motivi perché sai già come la penso. Mi pare che anche coi rimpatri dei pericolosi immigrati i giovani americani siano molto a rischio, e a causa dei loro compatrioti: do you remember le sparatorie nelle scuole? E non dirmi che è meglio morire per mano di un bianco americano che di un immigrato, i quali, comunque, non mi risultano essere colpevoli di quei massacri

    • wwayne ha detto:

      In realtà ben 2 coreani hanno organizzato e attuato delle sparatorie in un campus americano. Il primo (Seung-Hui Cho, che nel 2007 fece 32 vittime e 23 feriti) lo fece perché esasperato dagli atti di bullismo che aveva subito, il secondo (One Goh, che nel 2012 fece 7 vittime e 3 feriti) lo fece per la frustrazione di non essere ancora riuscito a laurearsi a 43 anni.
      Nel caso di Seung-Hui Cho ben 8 dei suoi professori avevano segnalato che si trattava di uno squilibrato, e l’avevano fatto con 18 mesi di anticipo sull’attentato (fonte: https://www.nytimes.com/2007/04/20/us/20english.html). Tuttavia, il governo degli Stati Uniti aveva concesso un permesso di soggiorno permanente sia a lui che ai suoi familiari, quindi non era stato possibile rimpatriarlo (fonte: la pagina Wikipedia inglese di Seung-Hui Cho). Lo vede cosa succede a regalare cittadinanze et similia?

  6. Kikkakonekka ha detto:

    Io penso che a vivere in un universo parallelo sia proprio draghi, per parecchi motivi.
    Tra l’altro disapprovo che il famoso “extra budget” venga utilizzato per aumentare la produzione di armi e non per aiutare la Sanità e la Pubblica Istruzione, che vivono in condizioni disperate.

  7. wwayne ha detto:

    3 giorni fa, in un commento leggibile qui sopra, Lei aveva scritto “Non mi risulta che i migranti siano colpevoli dei massacri compiuti nelle scuole degli Stati Uniti”. La sua gufata ha avuto un effetto micidiale: oggi in Texas un killer si è recato in una scuola elementare e ha ucciso 19 bambini e 2 insegnanti. Il nome del killer (ma chi l’avrebbe mai detto?) è Salvador Ramos.
    Vai ai funerali di questi bambini Biden, abbraccia le loro madri, e appena esci dalla chiesa vendica le loro morti rimpatriando tutti i clandestini che riesci a scovare.

  8. marisasalabelle ha detto:

    Ho cercato notizie su diversi quotidiani online: in nessun luogo si dice che Ramos fosse un immigrato, anche se il nome lascia intuire le sue origini latinoamericane; di certo non era un clandestino, visto che frequentava regolarmente la scuola. Ha fatto una cosa orribile, tuttavia ti consiglio di documentarti meglio su coloro il cui nome o la cui pelle ti risulta leggermente al di fuori dei tuoi canoni…

    • wwayne ha detto:

      Anche il commando che ha orchestrato gli stupri di Capodanno in piazza Duomo a Milano era composto da figli di immigrati anziché da migranti, ma questo non cambia la sostanza della questione: questi fatti di cronaca nera sono figli dell’immigrazione illegale di massa e di un modello di integrazione fallito, e se questi progetti criminogeni non fossero mai stati avviati né i migranti né i loro figli avrebbero mai potuto compiere quegli stupri a Milano o quella sparatoria in Texas.
      Una postilla importante: il colore della pelle non c’entra. Se sono così favorevole ai rimpatri e alle porte chiuse non è per razzismo (sarebbe paradossale, data la mia storia personale), ma perché l’accoglienza se non fatta con il contagocce genera problemi economici e di ordine pubblico ingestibili per qualsiasi stato. Mi dispiace che Lei abbia visto in me un razzista, e spero di aver chiarito questo punto per me fondamentale.

  9. marisasalabelle ha detto:

    Non credo che tu sia razzista, almeno non consapevolmente, certo è che vedi gli immigrati come fumo negli occhi e li consideri, come fanno i tuoi maestri politici, tutti clandestini, quando questo non sempre corrisponde a verità. Chi ti dice che coloro che hanno commesso molestie e stupri a Milano o a Colonia siano figli di immigrati clandestini? Per quanto ne so io, potrebbero essere figli e nipoti di immigrati regolari. Non credere che io non condanni i reati commessi da immigrati: solo, evito di vedere solo quelli. Che i modelli di integrazione europei siano in parte falliti è vero, ma questo non significa che non esista integrazione coronata da successo. Non dimentichiamo i tanti immigrati che si integrano positivamente nelle società di accoglienza, lavorano e contribuiscono al successo della nazione in cui sono venuti a vivere.
    L’immigrazione è un fenomeno complesso, con criticità ma anche possibilità positive, e soprattutto è un fenomeno esistito da sempre e inevitabile: gli esseri umani si trasferiscono, migrano, è nella loro natura, e oggi più che mai le migrazioni di massa sono un fatto, a causa della povertà, delle guerre e dei cambiamenti climatici: bisogna imparare a conviverci, cercare di dar vita a società il più possibile aperte, anziché continuare a perseguire l’impossibile sogno di piccoli mondi a parte omogenei per composizione della popolazione.
    Ti consiglio di leggere un bel libro, Lettera alla tribù bianca, di Alex Zanotelli.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...