La guerra fantasma

Oggi su Masticadores Italia è uscito un mio articolo su Donbass, la guerra fantasma (Exorma, 2021): un interessantissimo reportage di Sara Reginella che ci aiuta a capire quanto è successo e sta succedendo in quelle regioni martoriate.

Informazioni su marisasalabelle

Sono nata a Cagliari il 22 aprile 1955. Vivo a Pistoia. Insegno. Mi piace leggere e scrivere.
Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria e contrassegnata con , , , . Contrassegna il permalink.

6 risposte a La guerra fantasma

  1. The Butcher ha detto:

    Come sempre è importante capire i motivi che hanno scatenato una guerra. Non è così semplice come molti possano pensare. Certamente l’occidente poteva gestire la situazione meglio di così ma non bisogna dimenticare che è stato Putin a scatenare una guerra devastante per tutti noi (cosa che molti si stanno dimenticando, difendendo in maniera terrificante il dittatore).

  2. marisasalabelle ha detto:

    Guarda, io non difendo affatto Putin, ma non condivido nemmeno il punto di vista ultrasemplificatorio che ne fanno i media, con poche eccezioni. Leggere questo libro per me aiuta a capire quello che è successo laggiù, senza minimamente giustificare

  3. Nonna Pitilla ha detto:

    Andrò a curiosare!

  4. zapgina ha detto:

    Ho sentito un’intervista a radio tre a Reginella e a Serena Vitale. Ho ascoltato con interesse l’esperienza di Reginella ma mi sono sorte perplessità sulle sue posizioni (irrigidite e decisamente di parte) dal confronto con gli interventi di Serena Viale, più pacata e equidistante.

    • marisasalabelle ha detto:

      Senza dubbio Reginella è schierata, l’ho percepito anch’io, sia leggendo il libro che ascoltando certi suoi interventi, comunque il suo libro è molto interessante e l’aspetto strettamente politico è meno evidente che nei suoi interventi di questi giorni. Rappresenta una realtà che conosciamo poco e ci permette di collocare meglio l’attuale crisi in un contesto che dura da molti anni

      • zapgina ha detto:

        Si penso anch’io che sia una testimonianza interessante. Mi ero ripromessa di leggerlo dopo aver ascoltato l’intervista ma me ne sono dimenticata. Grazie a te quindi per averne scritto

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...