Bellissimo

Il governo è bellissimo: l’ha detto il presidente Draghi. E c’è poco da dubitarne. C’è il ministro Brunetta, così affabile con i dipendenti della pubblica amministrazione, anni fa, in un altro governo, introdusse la novità che se uno si ammalava per i primi tre giorni non percepiva lo stipendio, così imparava a volersi ammalare. C’è la ministra Gelmini che nel 2010 affossò la scuola con una riforma che decurtava ore di insegnamento e che creava le cosiddette classi pollaio, mai più abolite neanche in tempi di pandemia. C’è il ministro della Guerra, che lavora come un matto per il riarmo, e c’è il ministro della Transizione ecologica che però la transizione ecologica non si può fare perché sarebbe un bagno di sangue. E c’è il ministro Disperazione che si è preso cura della nostra salute a tal punto che abbiamo un numero di deceduti covid tra i maggiori al mondo sia in valori assoluti che in proporzione alla popolazione. Chissà come sarebbe andata con un governo appena un po’ meno bello!

Informazioni su marisasalabelle

Sono nata a Cagliari il 22 aprile 1955. Vivo a Pistoia. Insegno. Mi piace leggere e scrivere.
Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria e contrassegnata con , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

30 risposte a Bellissimo

  1. Forse erano proprio quelli gli intendimenti del governo, quindi hanno fatto un ottimo lavoro. Questioni di punti di vista.

  2. Enri1968 ha detto:

    È il governo dei migliori, no?!?

    A me basta far venire in mente le terapie domiciliari che non sono ancora aggiornate.
    Il banchiere ha pensato ai 50enni invitandoli alla vaccinazione obbligatoria per poter lavorare, mi sembra una bella azione per proteggerli no? Oppure no?

    Che si fottano… scusa la volgarità.

    • marisasalabelle ha detto:

      Ammettendo che ci sia nell’evoluzione e nella gravità della pandemia una componente imponderabile (un virus molto contagioso, difficile da curare, varianti a iosa etc) indubbiamente sono stati commessi errori e sono stati trascurati provvedimenti che avrebbero potuto limitare i danni. Questo per parlare con benevolenza.

  3. Enri1968 ha detto:

    Aggiungo le morti sui luoghi di lavoro, dall’inizio dell’anno ci sono stati 2 giovanissimi.

  4. wwayne ha detto:

    Oggi l’Italia è nelle mani di Draghi. Prima era nelle mani di Ciampolillo. Non c’è da aggiungere altro.

  5. nerodavideazzurro ha detto:

    Ma sai che forse forse è davvero un governo più bello che bravo (per quanto nn costituito da fotomodelli)?
    Inaspettato colpo di autocritica dal drago😅.

  6. marisasalabelle ha detto:

    Sì, certo, dal punto di vista estetico… brrr!

  7. poetella ha detto:

    io comunque mi sarei un po’ stancata di tutte queste critiche…
    Ricordo uno scketch con Gigi Proietti che presentava il tg e, alle critiche che gli facevano per il suo operato rispondeva “Aho! Viecce te!”
    Ecco. E con ciò sia cosa che…

    • wwayne ha detto:

      Non è la prima volta che difendi il capo dicendo “Allora vacci te”, l’avevi fatto perfino con Conte. Ti ripeto ciò che ti scrissi già allora: in base al tuo ragionamento, allora tanti italiani non avrebbero dovuto criticare Mussolini, perché tanti di loro non sarebbero stati capaci di gestire lo stato al posto suo.

    • wwayne ha detto:

      Replicare con una frase sibillina equivale a non replicare. E non replicare equivale ad ammettere la sconfitta.

  8. marisasalabelle ha detto:

    Sì, io ho uno spirito particolarmente critico, tuttavia ritengo che molti degli attuali ministri siano davvero impresentabili, d’altra parte lo stesso Draghi ha fatto quella osservazione (il nostro è un governo bellissimo) per metterci una toppa dopo la sfuriata dell’altro giorno, perché in effetti il governo “bellissimo” ha un’alta litigiosità e le vari forze che lo compongono hanno idee divergenti su quasi tutto!

  9. maxilpoeta ha detto:

    a tutta questa idilliaca situazione ora si è aggiunta anche la minaccia della guerra, con tutte le conseguenze del caso, vedi aumento dell’energia e del gas alle stelle. E chissà cosa capiterà ancora andando avanti….🙄

  10. celeste.ma ha detto:

    La cosa bellissima è quanto si cambia in base al vento. Nei momenti più complessi di questi ultimi due anni, l’Italia era diventata L’AVANGUARDIA dello smart working, la tecnologia stava prendendo il sopravvento e avremmo potuto anche andare a pranzo rimanendo a casa. Una volta deciso che l’avanguardia era tornare alla VITA DI PRIMA, i lavoratori in smart working erano da andare a scovare, forse che mai volessero sottrarsi ai doveri civili.
    E insomma, le priorità sono sempre presentate in modo bellissimo.

  11. marisasalabelle ha detto:

    Brunetta è fissato sullo smart working, ha paura che se la gente non va fisicamente in ufficio sta automaticamente rubando lo stipendio…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...