Al parco

Il bambino che tra qualche giorno compirà due anni trotterella nel parco, infagottato nel suo piumoncino azzurro. Non gli interessa l’area giochi, non vuole andare sullo scivolo o sull’altalena. Ha un suo posto speciale, un sentierino lastricato che digrada verso il laghetto. Il sentiero è interrotto da alcuni scalini sotto i quali l’acqua piovana forma delle pozzanghere. Il piccolo si ferma al bordo della pozza d’acqua.

«Dedde mommo è lììì!», che tradotto in italiano significa: il gessetto verde rotto è lì. Ce l’ha buttato lui, e vorrebbe che il nonno lo ripescasse, ma il gessetto, apparentemente integro, si disfa non appena il nonno lo afferra. Ogni giorno bisogna andare a rendere omaggio al gessetto annegato in due centimetri d’acqua. Poi si va a raccogliere le bacche, a staccarle una a una dal rametto e a gettarle in acqua. Ma ecco che arriva un gruppo di bambinette, avranno sei, sette anni. Occupano una piazzola e si mettono a giocare alla famiglia. C’è una che va in ufficio, un’altra va a far la spesa, e c’è sempre quella che resta a casa a cucinare per tutti, in base ai più sofisticati stereotipi di genere. Il bambino si avvicina. Si presenta al gruppo col suo miglior sorriso: vuole giocare. La bambina grande gli porge un finto piatto di finte lasagne, lui fa finta di mangiarle e si gira l’indice sulla guancia in segno di gradimento. La bambina gli porge un immaginario bicchiere, lui fa finta di bere, poi parte alla ricerca di nuove bacche. A un certo punto le bambine decidono che è ora di andare a dormire e si accomodano su alcuni massi. Il bambino corre, trova un masso libero, ci appoggia la guancia e chiude gli occhi. Un sorrisetto gli spunta sulle labbra. È felice.

Informazioni su marisasalabelle

Sono nata a Cagliari il 22 aprile 1955. Vivo a Pistoia. Insegno. Mi piace leggere e scrivere.
Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria e contrassegnata con , , , , . Contrassegna il permalink.

11 risposte a Al parco

  1. chiccoconti ha detto:

    Ma chi fa genitore1 e genitore2? 🙂

  2. marisasalabelle ha detto:

    No, qui abbiamo antenat*1 e antenat*2

  3. Enri1968 ha detto:

    Bella storia e che soddisfazione, eh?

  4. almerighi ha detto:

    ma… un monumeto al gessetto caduto, no?

  5. Paolo Popof ha detto:

    Pur di stare insieme si imita il comportamento dei grandi. Che rottura, prima o poi bisognerà davvero diventare adulti e i gessetti che si dissolvono nell’acqua smossa saranno un ricordo lontano.
    Mi hai fatto rivivere una sensazione di oltre sessant’anni fa.

  6. marisasalabelle ha detto:

    Per il momento, che si goda la sua infanzia!

  7. newwhitebear ha detto:

    bel gruppetto hai descritto. Questi nonni tutto fare.
    Bella serata

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...