Ultime notizie

La Polonia è in guerra. Il peggiore attacco dalla seconda guerra mondiale. Ma questa volta non sono i tedeschi con l’elmetto chiodato a invaderla: sono alcune migliaia di profughi che la Bielorussia non ha più voglia di tenere sotto la sua tutela e che s’ingegnano di fare buchi nelle recinzioni e di strappare il filo spinato. Non sono loro ad essere tenuti prigionieri, non sono loro quelli che nessuno vuole e che all’occorrenza vengono usati in funzione ricattatoria (o fate come diciamo noi o vi mandiamo i profughi, e non è certo la Bielorussia la prima a dirlo). No, sono i poveri polacchi a essere minacciati da questi prodotti di scarto della nostra splendida civiltà, hai visto, avevano ragione a voler costruire un muro di cemento alto fino al cielo, una muraglia più spessa di quella cinese, invece che questi stupidi reticolati che ognuno può svellere a mani nude.

In Italia da oggi non è più permesso manifestare, ovvero, lo è, ci mancherebbe, ma bisogna farlo in periferia, in una stradicciola di campagna, sull’argine dell’Ombrone, insomma dove nessuno ti veda e dove tu non dia fastidio a nessuno. E se non fate i bravi vi leviamo pure questo.

Al cop26 si è prodotta una grandiosa emissione di metano: Joe Biden ne ha mollata una particolarmente lunga e rumorosa (nulla viene detto riguardo all’odore) davanti a Carlo e Camilla. Loro non si sono scomposti perché sono abituati alle produzioni dei cavalli.

E dalla vostra inviata speciale è tutto.

Informazioni su marisasalabelle

Sono nata a Cagliari il 22 aprile 1955. Vivo a Pistoia. Insegno. Mi piace leggere e scrivere.
Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

19 risposte a Ultime notizie

  1. wwayne ha detto:

    La decisione di non far più manifestare i novax nelle grandi città è giustissima: i negozianti hanno già patito abbastanza per le chiusure di Conte, quindi l’ultima cosa di cui hanno bisogno è che un branco di cretini gli paralizzi l’attività per altri giorni ancora (peraltro di Sabato pomeriggio, che è il momento di maggiore incasso di tutta la settimana). Se anche Lei non potesse dar da mangiare ai suoi figli per colpa di una protesta demenziale, capirebbe perfettamente le ragioni di questo provvedimento.
    Riguardo ai migranti, una parte di loro viene qua per fare lavori durissimi e sottopagati, che gli italiani (essendo troppo choosy) non vogliono più fare. Tutti gli altri quando va bene vengono qua a no pagare affitto e no fare opraio (lo dicono loro stessi nella loro canzone – manifesto), quando va male si comportano come Adam Kabobo, Innocent Oseghale e tanti altri deliziosi gentiluomini. Con questi presupposti, è del tutto naturale che i polacchi vogliano costruire un muro di cemento alto fino al cielo: come Le ho già scritto in un commento precedente, i muri con il filo spinato possono essere brutti da vedere, ma l’alternativa è il trolley di Oseghale con i pezzi della sua vittima dentro.
    In Italia costruire un muro sarebbe perfettamente inutile, perché abbiamo tanti di quei porti che i migranti irregolari possono tranquillamente intrufolarsi per quella via. L’unica cosa che possiamo fare è cercare di rimpatriare il più possibile: se Biden carica di migranti da rimpatriare dai 4 agli 8 aerei al giorno, non vedo perché non possiamo farlo anche noi.
    Lo dobbiamo ai migranti che vengono qui regolarmente.
    Lo dobbiamo a chi rispetta la legge, italiano o straniero che sia.
    Lo dobbiamo, soprattutto, ai genitori di Pamela Mastropietro.

    • AA ha detto:

      Concordo con lei per quanto riguarda il discorso manifestazioni. C’è il diritto a manifestare ma c’è anche il diritto a lavorare, diritto che, i commercianti dei centri storici delle grandi città ormai da 16 sabati consecutivi non possono più esercitare. Quindi bene che sia stato fatto qualcosa. (Che trall’altro, vedendo le nuove restrizioni in altri paesi Europei ormai noi siamo tornati ad avere quelle più blande, che personalmente reputo sufficienti)

      Sul discorso dei migranti non condivido una singola parola e mi permetto di fare una precisazione. L’immigrazione negli Usa e cosa molto complicata, gli Usa necessitano dell’immigrazione (irregolare) per sostenere una parte delle propria economia, tant’è che i documenti come il permesso di soggiorno o il visto immigrazione, possono essere richiesto solo dalla polizia di froniera federale, che si trova solo ed esclusivamente lungo i confini dello stato federale (Canada e Messico). La Polizia normale, l’FBI, non possono mai chiedere e verificare la regolarità del permesso di soggiorno. La filosofia è, se passi il confine senza essere fermato sei “cittadino” americano, alrimenti torni a casa. Quindi non si faccia ingannare da quei 4/8 aerei (di cui non trovo prova), sono una pubblicità per convincere l’elettore mediano. (Ovviamente dell’utilità degli immigrati la conoscono anche i Repubblicani, che infatti non ne hanno mai posto alcun freno, almeno nella pratica, pubblicamente si ma conta poco)

      • wwayne ha detto:

        Certamente, io stesso ho scritto che una parte della nostra economia è basata sui lavori svolti dai migranti irregolari (perché gli occidentali non li vogliono più fare). Detto questo, sono migranti irregolari, quindi hanno violato la legge, quindi vanno puniti con il rimpatrio. Poi si può discutere sul fatto che abbiano violato la legge per disperazione e non per divertimento, ma se ragionassimo in questo modo allora finiremmo per non condannare più nessuno, perché sono moltissimi i reati che vengono commessi da gente disperata: se passasse la regola per cui la disperazione tutto giustifica, allora ci sarebbe da svuotare quasi tutte le carceri italiane, e la nostra società diventerebbe una giungla. E poi, se è per questo sono disperati anche quelli che chiedono il permesso di soggiorno o l’asilo politico, ma loro rispettano le regole e cercano di entrare dalla porta con il permesso del padrone di casa, non si intrufolano dalla finestra mettendo il padrone di casa davanti al fatto compiuto.
        Comunque, dato che mi ha chiesto di produrre delle prove di ciò che dico, sono andato a ripescarle, e ho scoperto che mi ero sbagliato per difetto: Biden riempie di migranti da rimpatriare non dai 4, ma dai 5 agli 8 aerei al giorno. GRANDE JOE!!! Ecco l’articolo di Repubblica in cui l’ho letto: https://www.repubblica.it/esteri/2021/09/18/news/biden_prepara_un_ponte_aereo_per_rimpatriare_i_migranti_haitiani-318326383/

  2. Austin Dove ha detto:

    che tristezza
    poveri migranti, la polonia dovrebbe star zitta.

  3. wwayne ha detto:

    Hai detto proprio bene, cara Raffa: le lacrime andrebbero versate per gli italiani vittime dei Kabobo e degli Oseghale, altro che per le “risorse”…

  4. marisasalabelle ha detto:

    Caro Wwayne, rispondo anche se non voglio addentrarmi in discussioni che io e te abbiamo già fatto, su temi che non ci troveranno mai d’accordo. Certamente ci sono stati episodi gravissimi di delitti commessi da immigrati, ma questo a livello statistico non significa nulla; possiamo citare crimini commessi da italiani contro italiani e contro italiane, da italiani contro stranieri, soprusi, sfruttamento etc. Ognuno desidera vedere solo ciò che piace a lui. Dieci anni fa, a Firenze, un pistoiese (di Cireglio, per la precisione) a Firenze uccise due giovani senegalesi che non avevano fatto nulla di male a nessuno. Potrei fare altri esempi ma non ha importanza.
    Le restrizioni sulle manifestazioni non riguardano solo i no vax o no green pass ma saranno applicabili a ogni altra manifestazione. Si tratta di un danno gravissimo alla democrazia.

    • wwayne ha detto:

      I crimini commessi da italiani contro italiani non possiamo evitarli, quelli commessi dalle risorse sì: basta non farle entrare o rispedirle al mittente un secondo dopo il loro arrivo.
      Riguardo alle manifestazioni, da che mondo è mondo i presidenti del consiglio hanno sempre cercato di reprimerle. Durante il governo Rudinì ci fu il gravissimo episodio di Bava Beccaris; Crispi fece una legge apposta per dare alla polizia il potere di reprimere impunemente le manifestazioni nel sangue; Cossiga non fu così spudorato da fare una legge apposta, ma voleva che i poliziotti facessero esattamente la stessa cosa. Chi detiene il potere non ha piacere ad essere contestato, e quindi cerca di tappare la bocca a chi mugugna contro di lui: può piacere o non piacere, ma è sempre stato così e sempre lo sarà. Peraltro Draghi in questo è stato molto più misurato dei presidenti che ho citato prima, perché si è limitato a “spostare” i manifestanti dove non li caga nessuno, non ha invitato i poliziotti a manganellarli finché il sangue non gli arriva alle caviglie. Quando Draghi ha fatto qualcosa di sbagliato sono stato il primo a criticarlo (ad esempio quando ha destinato la miseria di 390 milioni per il potenziamento dei mezzi pubblici), ma in questo caso non me la sento di dargli addosso: sia perché (come ho scritto sopra) ritengo che il braccio di ferro tra il premier e i manifestanti sia quasi una legge di natura, sia perché questo provvedimento permetterà di dare un po’ di respiro ad una categoria già duramente colpita (quella dei negozianti).

  5. endorsum ha detto:

    mi spiace citare testi molto noti, ma mi pare il caso.
    “Prima di tutto vennero a prendere gli zingari, e fui contento, perché rubacchiavano. Poi vennero a prendere gli ebrei, e stetti zitto, perché mi stavano antipatici. Poi vennero a prendere gli omosessuali, e fui sollevato, perché mi erano fastidiosi. Poi vennero a prendere i comunisti, e io non dissi niente, perché non ero comunista. Un giorno vennero a prendere me, e non c’era rimasto nessuno a protestare”. – Martin Niemöller (fonte: https://it.wikipedia.org/wiki/Prima_vennero…)

  6. marisasalabelle ha detto:

    Sì, è un testo noto e anche abusato, ma dovremmo tenerlo a mente, perché dice cose vere

  7. wwayne ha detto:

    I barboni vivono in condizioni igieniche pessime, quindi farli stare per ore in un luogo chiuso come un dormitorio significa creare le condizioni ideali per la circolazione del virus (a meno che non abbiano una stanza ciascuno, e ne dubito). Per questo motivo, se proprio lo si deve fare, mi sembra il minimo cercare di limitare i rischi offrendo quest’opportunità solo ai barboni con il green pass.
    Riguardo al fatto che ci voglia un sac de cul per uscire dalla pandemia, giusto 2 giorni fa Ilaria Capua ha detto a chiare lettere che non ne usciremo, perché il virus è destinato a diventare endemico (fonte: https://it.notizie.yahoo.com/terza-dose-vaccino-capua-scienza-210518317.html). Questo non significa che dobbiamo diminuire i nostri sforzi per la vaccinazione, significa solo che è cambiato l’obiettivo: se prima vaccinavamo per cancellare il virus, adesso dobbiamo farlo per evitare che collassino i sistemi ospedalieri e che si sviluppi una nuova variante resistente ai vaccini.
    Nel link qui sopra la Capua ha fatto un’altra affermazione pesante: ha detto che d’ora in poi ogni Inverno ci sarà un’ondata di covid. Se è così, mi pare evidente che già adesso dobbiamo trovare un modo di convivere con il virus anche nei mesi freddi – e conviverci davvero, perché se appena si alzano troppo i contagi la nostra reazione è fare un lockdown questo non significa convivere con il virus, ma farcene schiacciare.

  8. marisasalabelle ha detto:

    Magari si potrebbe organizzare un servizio di vaccinazione e/o di tampone gratuito per i senzatetto in modo da poter accogliere tutti coloro che sono sani e inviare in strutture dedicate quelli che dovessero risultare positivi…

  9. marisasalabelle ha detto:

    Penso che il virus starà con noi a lungo, ma che (come sta già succedendo) smorzi la sua gravità grazie ai vaccini che comunque sono una protezione anche se incompleta, e anche grazie al naturale affievolirsi di tutte le patologie infettive con l’andar del tempo. Anche la peste del 1348 dopo tre anni se ne andò, eppure non c’erano vaccini, allora. Bisognerà continuare a usare delle precauzioni e evitare di cantar vittoria, ma nuovi lockdown spero proprio di no, a meno che non succedano cose di gravità estrema.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...