Giorno 2

Da ieri vivo in una cattedrale. Il pianoterra è un grande colonnato, dove pilastri di ferro chiamati cristi sorreggono il soffitto. Il pavimento e le scale sono stati interamente ricoperti da una passatoia di tessuto-non tessuto ricoperta di plastica. Io sto in sagrestia, dove devo farmi strada tra i paramenti appesi al porta-abiti mobile che occupa quasi tutto lo spazio. Dalla porta chiusa sento, nella vecchia camera dei ragazzi, un martellare laborioso. Vuoi vedere che se apro piano piano e infilo dentro la testa ci trovo Gesù?

Informazioni su marisasalabelle

Sono nata a Cagliari il 22 aprile 1955. Vivo a Pistoia. Insegno. Mi piace leggere e scrivere.
Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria e contrassegnata con , , , , , . Contrassegna il permalink.

4 risposte a Giorno 2

  1. Paolo Popof ha detto:

    Gesu gesu che macello. Senz’accento, espressione usata in Sicilia e in Campania.
    Non aprire quella porta.

  2. marisasalabelle ha detto:

    Perché non hai ancora visto cosa succede al giorno 4, e al giorno 5…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...