Mi fa impazzire

Io non sono antivaccinista. Anzi, sono vaccinata. E tuttavia ho dei dubbi, perché sono un essere umano e il buon Dio o l’evoluzione della specie mi hanno fornita di un certo quantitativo di una materia molliccia e grigiastra che viene comunemente chiamata cervello. Quindi so che i vaccini che ci stanno somministrando sono tuttora sperimentali, che stanno dando dei buoni risultati ma che hanno anche delle reazioni avverse, che non sappiamo nulla degli effetti a lunga durata e che stiamo assistendo recentemente a una risalita delle infezioni in alcuni Paesi dove la vaccinazione è stata massiccia. Ma tutto questo sono disposta ad accettarlo perché va così con tutti i farmaci e vaccini e perché forse questa è la migliore via d’uscita di cui disponiamo. Mi fa un po’ ridere chi dice che siamo già nel postcovid, o che in Italia i casi sono crollati grazie alle vaccinazioni, perché ricordo benissimo l’estate scorsa, quando i casi crollarono senza vaccinazioni per risalire con l’arrivo dell’autunno. Siamo proprio certi che non succederà anche fra tre mesi?

Ma la cosa che mi fa davvero impazzire è l’accanimento con cui in Italia (in altre nazioni no) ci si ostina a inoculare Astrazeneca a soggetti giovani, che l’esperienza e le raccomandazioni degli scienziati hanno più volte indicato come a rischio per questo tipo di prodotto: in particolare le giovani donne. Ora c’è una ragazza di 18 anni in coma e io mi domando: quante probabilità aveva questa ragazza di ammalarsi in modo grave, gravissimo di covid, fino a rischiare la vita, rispetto al rischio che ha corso facendosi somministrare un vaccino sconsigliato per il suo sesso e la sua fascia di età? Perché quando si parla di rischio-beneficio non ci si deve riferire alla popolazione in generale, ma ai casi specifici. Donna giovane, sana: rischio covid o rischio trombosi, coma, addirittura rischio morte?

«E’ te l’aveo detto di ‘un gliela dare l’Astra a quella figliola!»

«Ma se ce n’ho i magazzini pieni, a qualcuno la dovevo dare, no? Chi poteva immaginare che questa si sentisse male!»

Già: chi poteva immaginare?

Informazioni su marisasalabelle

Sono nata a Cagliari il 22 aprile 1955. Vivo a Pistoia. Insegno. Mi piace leggere e scrivere.
Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria e contrassegnata con , , , , , , . Contrassegna il permalink.

35 risposte a Mi fa impazzire

  1. Raffa ha detto:

    E’ davvero assurdo quello che sta succedendo e che stiamo accettando passivamente. Adesso si comincerà a vaccinare i ragazzini di 12 anni, con un vaccino di cui, come hai detto giustamente, non si possono conoscere gli effetti a lungo termine. A me sembra follia pura.

  2. wwayne ha detto:

    Il vaccino AstraZeneca è efficace contro la variante indiana al 33% dopo la prima dose, al 100% dopo la seconda (fonte: https://www.blogsicilia.it/oltrelostretto/variante-indiana-dose-astrazeneca-pfizer/607102/). L’Inghilterra è piena di vaccinati con AstraZeneca che non hanno ancora fatto il richiamo ed è stata duramente colpita dalla variante indiana: è per questo che lì i contagi sono in risalita nonostante abbiano vaccinato a tutto spiano.
    A proposito di India, condivido la mia ultima canzone:

    Nei suoi occhi c’è la vita, c’è l’amore (oh, eh, oh)
    Nel suo corpo c’è la febbre del dolore (oh, eh, oh)
    Mentre lei nella Casa Bianca cammina (oh, eh, oh)
    Mezzo Messico al confine s’avvicina (oh, eh, oh)

    Kamala
    Kamala

    Ha respinto i migranti nel deserto (oh, eh, oh)
    Come facciamo anche noi nel mare aperto (oh, eh, oh)

    Kamala
    Kamala

    Liberati dai migranti irregolari (oh, eh, oh)
    Son contenti sia Biden che i trumpiani (oh, eh, oh)

    Kamala
    Kamala

  3. marisasalabelle ha detto:

    Più che altro mi riferivo al rischio che si fa correre, secondo me con la massima incoscienza, a soggetti per i quali Astrazeneca non è indicato. E infatti ora si sta facendo precipitosamente marcia indietro!
    La canzone è carina, la ricordo bene da quando ero ragazza

    • wwayne ha detto:

      La verità è che AstraZeneca è poco indicato per le donne in generale, non solo quelle under 60. E infatti una mia conoscente ha avuto una trombosi nonostante di anni ne abbia 62.
      Non è la prima volta che un intoppo (diciamo così) di AstraZeneca mi tocca da vicino, perché come forse ricorderà la prima dose me la presero da un lotto che poi è stato ritirato per aver causato dei morti in Sicilia. Nonostante questo, rimango un convinto sostenitore di questo vaccino. Perché le reazioni avverse con AstraZeneca capitano in un caso su 100.000 (fonte: https://www.lastampa.it/rubriche/lato-boralevi/2021/04/06/news/1-su-100-000-1.40116938), mentre invece di covid si muore ben più frequentemente di una volta ogni 100.000 contagi. Una volta soppesati questi dati, non è difficile capire qual è la cosa giusta da fare.

      • marisasalabelle ha detto:

        Come ho detto sopra, una cosa sono i rischi-benefici sulla popolazione in generale, un’altra cosa sono i rischi-benefici su un particolare segmento di questa, per il quale i rischi sono superiori ai benefici.

  4. Stef555 ha detto:

    Penso che su una donna giovane con i milioni di vaccini introdotti dal generalissimo si può benissimo evitare. Poi Astrazeneca non è più rinnovata da contratto.

    • wwayne ha detto:

      Fai benissimo a ironizzare sull’abitudine del generale Figliuolo di sbandierare i suoi meriti militari, indossando sempre una divisa con 100.000 medaglie appuntate addosso: in questo momento lui sta ricoprendo un incarico che con la sua carriera militare c’entra come il cavolo a merenda, quindi quella divisa oltre ad essere un’ostentazione di cattivo gusto è anche totalmente fuori contesto.

  5. Walter Carrettoni ha detto:

    Spero vivamente che i giovani inizino a ragionare su cosa gli viene chiesto di fare. Ieri uno dei sottosegretari alla Sanità ha chiaramente detto in una radio che se non si premiano i diciottenni con la libertà di andare in discoteca cade l’incentivo al vaccino. Ma non ci si vaccina per ballare, ma per salvarsi la vita (che in rischiano essendo giovani e in salute). Follia.

  6. marisasalabelle ha detto:

    Anche questo concetto di premio è assurdo. La zona bianca è un premio, la discoteca è un premio, la mascherina è per dare un segnale… ma fare le cose solo in quanto servono o non servono a debellare o contenere la malattia, no?

    • wwayne ha detto:

      Oltre ad essere assurdo è anche insultante nei confronti degli italiani, perché significa trattarli come dei bambini immaturi che hanno bisogno della ricompensa per essere indotti a fare la cosa giusta. E’ vero che viviamo in una società di eterni adolescenti, ma non siamo stupidi fino a questo punto.

      • Raffa ha detto:

        Ma se sono arrivati a dare la spilletta colorata e il gelato… Rende l’idea di come ci considerano. E io mi sento offesa, sinceramente.

      • wwayne ha detto:

        Mi fa molto piacere che siamo sulla stessa lunghezza d’onda. Grazie per la risposta! 🙂

  7. In Finlandia Astra Zeneca è stato bandito.

  8. corpus2020 ha detto:

    post esemplare per chiarezza e buon senso, sul vaccinismo delirante; molto interessante anche la discussione.
    faccio comunque presente che molti sono tuttora condizionati dalla massiccia campagna mediatica contro astrazeneca; in generale le reazioni avverse con Pfizer sono peggiori: https://corpus2020.wordpress.com/2021/06/09/2020-2021-8-giugno-continua-il-lieve-peggioramento-il-vaccino-pfizer-piu-pericoloso-di-astrazeneca-255/

    • marisasalabelle ha detto:

      L’ho sentito dire anch’io… probabilmente Astrazeneca ha avuto una cattiva pubblicità. In ogni caso resto sconcertata dalla leggerezza con cui si è continuato a usarla su giovani nonostante i diversi episodi accaduti

      • wwayne ha detto:

        AstraZeneca è più economico di tutti gli altri vaccini, e quindi più competitivo sul mercato. L’unica maniera per affossarlo era orchestrare una campagna mediatica ai suoi danni, volta a farlo passare per un vaccino di mezza tacca. Il che non è completamente falso (dà una protezione del 60% contro il 90 di Pfizer e Moderna), ma non è questo il motivo per cui è stato così bistrattato.

      • corpus2020 ha detto:

        su questo sono completamente d’accordo con te, e mi ha fatto piacere ritrovarmi con te e con altri tuoi commentatori nel giudicare negativamente l’idea di vaccinare i bambini con bambini sperimentali dei quali si ignorano le conseguenze a lungo termine.(ma io dico addirittura che è criminale).
        non si può imporre di vaccinare milioni di bambini, per i quali il covid rappresenta un rischio praticamente nullo e la vaccinazione un rischio maggiore, solo per tutelare degli anziani (come me) che farebbero meglio a tutelarsi da soli sia col vaccino sia con la riduzione dei contatti sociali…
        è vero che le conseguenze a medio e lungo termine non sono ben conosciute e potrebbero essere anche molto limitate, ma non è un buon motivo per abbandonare una doverosa prudenza e il rispetto degli altri; ma non mancano neppure evidenti indizi del contrario, purtroppo.

  9. quarchedundepegi ha detto:

    Quanto tu scrivi è saggio. Mi dispiace pensare che anche tu ti sia prestata a fare da cavia.
    Pare che a Zurigo stiano insistendo per vaccinare chi ha meno di 12 anni… non con l’AstraZeneca però.
    Penso però che si potrebbe anche prendere in considerazione il Codice Penale.
    Buon Pomeriggio.
    Quarc

    • marisasalabelle ha detto:

      Come ho detto nel post, non sono antivaccinista e credo che i vaccini possano aiutarci a venir fuori da questa pandemia. Per questo mi sono vaccinata, ma ho fatto in modo di non avere Astrazeneca, che per me poteva essere rischioso, nonostante non sia una giovinetta. La questione è complessa, non riesco (quasi mai, del resto) essere “pro” o “contro” come una tifosa di una squadra di calcio: ma sono consapevole che sarebbe stata necessaria una fase di sperimentazione più lunga… d’altra parte aspettare anni prima di usare un vaccino magari meglio testato avrebbe a sua volta comportato un grande incremento della mortalità.

      • quarchedundepegi ha detto:

        Io non sono assolutamente contro i vaccini… sono però per qualcosa di “serio e onesto”. Non posso essere d’accordo coi tanti vaccini obbligatori della Lorenzin ai bimbi e con un vaccino così “pericoloso”. Sabin ebbe a dire: “Andateci piano coi vaccini”.
        Che poi, stando a quanto dicono molti miei colleghi, il covid può essere benissimo curato. Quindi certi disturbi e certe morti sono “lesioni” non indifferenti di fronte alle quali non si dovrebbe rimanere indifferenti.
        Buona serata Marisa.
        Quarc

  10. Evaporata ha detto:

    Sottoscrivo ogni tua parola, compreso il fatto che mi hanno vaccinata nonostante la mia contrarietà. Ho pensato esattamente la stessa cosa riguardo l’osannata fine pandemia dello scorso anno. Ormai da tempo sono convinta che il post covid possa essere ancora peggio, poiché nessuno conosce gli affetti collaterali a lungo termine. Mi ha fatto molto incazzare quando il Draghi ha comunicato al popolo di esserci vaccinato, insieme alla consorte, con AstraZeneca, perchè gente con la loro apsettativa di vita se lo può permettere senza correre tanti rischi.

  11. aure1970 ha detto:

    Non impazzire, in Italia, è difficile.

  12. marisasalabelle ha detto:

    Hai proprio ragione!

  13. maxilpoeta ha detto:

    proprio oggi ho sentito che quella ragazza che aveva avuto problemi dopo il vaccino, è morta. Davvero una tragedia, di cui a fronte di un numero esigo di casi, nessuno parla…

  14. Pingback: fuoriblog dal 5 all’11 giugno 2021 – 261 – Cor-pus 2020

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...