C’è del marcio

Viva la Danimarca, il paese dove tutti sono bianchi e rosei, coi capelli biondi e gli occhi celesti, il paese dove si vive felici e si è inventata la hygge. Che cos’è la hygge? Ma è la capacità di star bene, di coccolarsi con dolcetti e torte fatte in casa, di avvolgersi in un plaid caldo davanti al camino, di leggersi un buon libro, ma non uno che possa generare inquietudine, un libro rasserenante, che procuri gioia e benessere. Naturalmente per praticare nel modo migliore la hygge è meglio non avere intorno della gente sgradevole e miserabile, per esempio dei profughi, il cui colore non è bianco e roseo e le cui vicende personali non hanno niente a che fare con coccole e dolcetti. Perciò la Danimarca ha approvato una nuova legge grazie alla quale colloca profughi e richiedenti asilo in centri che siano situati in paesi terzi, fuori dai confini europei, fino a quando non sarà stabilito se abbiano o meno il diritto all’asilo: dopodiché, gli aventi diritto potranno essere accolti in qualche paese europeo purché non in Danimarca e gli altri saranno rispediti indietro. E i bravi danesi, che durante la seconda guerra mondiale furono una delle due nazioni in Europa (Danimarca e Bulgaria) a prendere apertamente posizione contro la Shoah, dimenticato quel loro glorioso precedente, potranno continuare a sorbire cioccolata calda e a gustare fette di torta fatta in casa.

Informazioni su marisasalabelle

Sono nata a Cagliari il 22 aprile 1955. Vivo a Pistoia. Insegno. Mi piace leggere e scrivere.
Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria e contrassegnata con , , , , . Contrassegna il permalink.

15 risposte a C’è del marcio

  1. Massi Tosto ha detto:

    Un paese bello la Danimarca, con delle politiche sociali di alto livello, forse solo per i Danesi ?

  2. marisasalabelle ha detto:

    Questo è quello che sembra risultare…

  3. wwayne ha detto:

    Sono figlio di una coppia interrazziale. Di conseguenza ho sempre vissuto secondo regole, principi e mentalità agli antipodi del razzismo. Per me il razzismo è sempre stato qualcosa di innaturale e inspiegabile, come l’acqua che va in salita o il fuoco che non brucia.
    Nonostante ciò, sono perfettamente d’accordo con coloro che attuano delle politiche molto restrittive sull’immigrazione (a meno ovviamente che non consistano nell’infliggere 5.000 euro di multa a chiunque osi salvare un migrante che sta affogando). Perché queste politiche sono dettate non dal razzismo, ma dalla consapevolezza che l’accoglienza dei migranti se non fatta con il contagocce è economicamente insostenibile e genera tensioni sociali. La stessa sinistra ne ha preso atto, infatti dopo aver portato avanti per anni una politica di accoglienza ha fatto una bella inversione a U e ha affidato la gestione dei migranti a Minniti, con i risultati che conosciamo.
    Chi porta avanti o approva le politiche restrittive sui migranti viene spesso accusato non solo di essere razzista, ma anche di essere disumano. Ebbene, anche quest’accusa mi sembra infondata: se gli italiani fossero contrari all’accoglienza indiscriminata dei migranti per razzismo o per pura cattiveria allora sì che saremmo disumani, ma se alla base della nostra contrarietà c’è l’intento di proteggere la nostra economia allora non c’è proprio niente di male. Perché proteggere la propria economia significa proteggere i propri cittadini, che con l’economia in buono stato campano e con l’economia in sofferenza per i troppi migranti da mantenere no. In paesi chiusi a doppia mandata come il Canada e l’Australia questo concetto così elementare è perfettamente chiaro a tutti i cittadini, qua in Italia invece c’è ancora chi insiste con questa baggianata della disumanità. Per fortuna sono una sparuta minoranza.

  4. marisasalabelle ha detto:

    Be’, lo sai che io la penso all’opposto rispetto a te. Comunque la stessa UE che pure non è tenera con i migranti ha criticato il comportamento della Danimarca

    • wwayne ha detto:

      Come esistono i geni incompresi, allo stesso modo esistono le idee geniali la cui brillantezza non viene colta subito. Comunque credo che il disappunto nasca non da una disapprovazione dei contenuti della legge, ma dal fatto che la Danimarca abbia preso quest’iniziativa in autonomia, senza chiedere prima il permesso all’Unione Europea (com’è perfettamente naturale per le leggi nazionali, anche se quelli di Bruxelles non vogliono ficcarselo in testa).
      Se invece quelli di Bruxelles hanno cambiato idea sui migranti e si sono convinti di punto in bianco che l’immigrazione indiscriminata sia una gran figata, suggerisco loro di fare una chiacchierata con i genitori di Pamela Mastropietro, gli si aprirebbe un mondo.

  5. marcello comitini ha detto:

    Il problema non sta in immigrati sì, immigrati no. Penso che le nazioni tutte debbano intervenire affinché vengano eliminate quelle condizioni che costringono quei popoli ad emigrare. Ma sembra che da questo orecchio non ci senta nessuno. Salvo poi a intervenire per sfruttare (che equivale a quel famigerato “aiutiamoli a casa loro” di ben nota matrice).

  6. marisasalabelle ha detto:

    Sì, è tutto il sistema che è marcio. Perché poi non dimentichiamoci che sugli immigrati si basano grandi fette della nostra economia, e che fa comodo un po’ a tutti che siano persone senza diritti né tutele

  7. Paolo Popof ha detto:

    A me l’hygge sembra una RSA intergenerazionale diffusa.

  8. Io sono migrante a prescindere. Pure di Modica. Dunque di cioccolato me ne intendo. Quello Danese un po’ stucca.

  9. marisasalabelle ha detto:

    Troppo dolciastro?

  10. wwayne ha detto:

    GRANDE KAMALA!!!

  11. marisasalabelle ha detto:

    Carissimo, devo nuovamente chiederti di non pubblicare tweet di Giorgia Meloni sul mio blog. Grazie!

    • wwayne ha detto:

      In questo caso volevo porre l’accento non tanto sull’introduzione di Giorgia Meloni, quanto piuttosto sulla dichiarazione di Kamala Harris ad essa sottostante. Ad ogni modo, è vero che si tratta di un tweet pubblicato dalla Meloni, quindi se vuole cancellarlo faccia pure.

      Grazie Kamala per aver indicato la retta via sull’immigrazione a tutto il mondo. Sei una grande donna, e infatti ti ha lodato un’altra grande donna.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...