Un governo di sinistra

Semplificazione, semplificazione. Via il codice degli appalti, che limita la sacrosanta libertà degli imprenditori. Bene accetti invece i subappalti, così se qualcuno fa delle schifezze nessuno saprà mai chi è. Via libera ai licenziamenti, che ce n’è proprio bisogno, che poi se ne licenzi uno è per assumerne tre! Massimo ribasso, che vuol dire che quando devi scegliere tra varie proposte devi optare per quella che costa meno. Poi non ti lamentare se è scadente, eh. No alla tassa di successione per i più ricchi: che idea è, togliere soldi ai ricchi? I ricchi hanno bisogno di soldi, è il loro tenore di vita che glieli rende necessari. Togliamoli ai poveri, piuttosto, che non hanno tutte quelle spese. Nuovi accordi con la Libia per tenere lontani quei rompipalle dei migranti. Finalmente un governo di sinistra!

Informazioni su marisasalabelle

Sono nata a Cagliari il 22 aprile 1955. Vivo a Pistoia. Insegno. Mi piace leggere e scrivere.
Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria e contrassegnata con , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

6 risposte a Un governo di sinistra

  1. lallaerre ha detto:

    che amarezza…

  2. chiccoconti ha detto:

    Mi sa che non è Salvini ad essere fuori posto con Draghi…

  3. almerighi ha detto:

    Il famoso governo Superciuk che ruba ai poveri per dare ai ricchi

  4. marisasalabelle ha detto:

    Insomma un Robin Hood al contrario!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...