Posso o non posso?

«Ma in zona gialla posso prendere un caffè al banco di un bar?»

«Scherzi? È pericolosissimo! Non immagini quanti poveretti sono all’ospedale per aver bevuto il caffè al bar!»

«Ma prima, in zona gialla, si poteva. Anche mangiare un bigné, si poteva.»

«Be’, lo sai, la scienza fa tanti progressi, ora hanno capito che consumare in piedi al bar fa malissimo.»

«E posso uscire a fare una passeggiata dopo le dieci di sera?»

«Ma dai, lo sai benissimo anche tu che quelle sono le ore più pericolose!»

«Insomma, non si può fare niente!»

«Questo non è vero. E comunque, c’è una cosa che puoi fare liberamente, basta che sia un tifoso dell’Inter: con l’autocertificazione di tifosità puoi andare in piazza del Duomo a Milano e stare gomito a gomito con migliaia di tifosi interisti come te. E poi dicono che in Italia non c’è libertà!»

Informazioni su marisasalabelle

Sono nata a Cagliari il 22 aprile 1955. Vivo a Pistoia. Insegno. Mi piace leggere e scrivere.
Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria e contrassegnata con , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

9 risposte a Posso o non posso?

  1. Olga ha detto:

    brava Marisa,mi piace il tuo umorismo!

  2. marisasalabelle ha detto:

    O la prendi sul ridere, o ti incazzi!

  3. wwayne ha detto:

    Riguardo ai festeggiamenti in piazza Duomo, ovviamente condanno i tifosi lombardi (che pure hanno vissuto più di tutti il dramma del covid), ma condanno ancora di più chi avrebbe dovuto prevenire quell’assembramento e non l’ha fatto. Capisco che sia impopolare mandare le forze dell’ordine a impedire un festeggiamento, ma il fine primario della politica è garantire il benessere dei cittadini, anche a costo di prendere delle decisioni impopolari: se un politico non ha questo coraggio, allora ha sbagliato mestiere.
    Riguardo alla prima parte del Suo post, consumare un caffè al banco di un bar può farti davvero finire al reparto covid di un ospedale. Prima di tutto perché devi toglierti la mascherina in un luogo chiuso, e poi perché non è detto che quella tazzina sia stata lavata a regola d’arte, quindi non è da escludere che sia rimasta un po’ di saliva infetta di un cliente precedente.
    Peraltro, per me è criminale andare al bar anche a comprare un pacco di caramelle, perché è un’uscita non necessaria con la quale metti a rischio te stesso e chiunque entri in contatto con te. Delle caramelle puoi farne a meno, e anche il caffè te lo puoi bere a casa.
    E a chi dice “Così affossiamo l’economia”, ribadisco un concetto che molti continuano a non afferrare: se non c’è la salute non c’è neanche l’economia, quindi chiudersi in casa a doppia mandata è una decisione azzeccata sotto entrambi i punti di vista.

  4. marisasalabelle ha detto:

    Quello che a me dà fastidio è che in certi casi ci si accanisca contro singoli che commettono piccole infrazioni e si lasciano completamente stare ritrovi e assembramenti di migliaia di persone. Chiaramente è molto più facile multare il disgraziato che invece di bersi il suo caffè all’aperto l’ha gustato all’interno del bar, così come il proprietario del locale, che non una massa di tifosi…
    Per il resto, sai già che non la penso come te: non sono d’accordo sull’isolamento totale, a meno che una persona non abbia l’infezione, ovviamente, ma sono per una ragionevole prudenza. Credo sia altamente improbabile prendere il virus da una tazzina che sia stata lavata. e in quanto a locali chiusi, dove so che è più facile infettarsi che non all’aperto, non possiamo fare a meno di frequentarli: negozi, supermercati, farmacie, librerie… bisogna evitare il sovraffollamento e usare la mascherina. Per il resto un po’ di sano fatalismo non guasta.

    • wwayne ha detto:

      Le assicuro che si può fare a meno di frequentarli: al posto dei negozi c’è l’e – commerce, al posto dei supermercati c’è la spesa a domicilio. La verità è che molti italiani potrebbero fare a meno di frequentarli ma non vogliono, perché gli piace troppo andare a zonzo. Se poi il loro andare a zonzo farà morire qualcuno, cazzi suoi.

      • marisasalabelle ha detto:

        Non mi sembra giusto parlare di “andare a zonzo” o, come hai fatto nel commento precedente, definire “criminale” chi non sottostà a una reclusione totale. Per come la vedo io, quello che è lecito fare, si fa: nessuno è tenuto a essere più realista del re. Le persone non reggono a lungo l’isolamento, la solitudine, la mancanza di piccoli svaghi come l’andare in un negozio o sedersi a un tavolino di un bar. Chi poi vuol essere iperprudente, lo sia, ma non accusi gli altri, a meno che non facciano qualcosa di chiaramente illecito.

      • wwayne ha detto:

        Se un atteggiamento troppo rilassato nei confronti del covid avesse delle conseguenze tutto sommato innocue, allora avrebbe senso ragionare in termini di “Non sono tenuto a fare questo”, oppure “Non ho fatto niente di illecito”. Ma quando le conseguenze sono pesanti, allora a mio giudizio bisogna mettersi una mano sulla coscienza, andare oltre l’aspetto meramente legislativo e autoimporsi qualche rinuncia al di là del fatto che sia obbligatorio o meno farla. Forse nei commenti precedenti questo concetto l’ho espresso in termini troppo bruschi: in tal caso mi scuso.

  5. Stef555 ha detto:

    Cara Marisa mi è venuto subito in mente anche a me le immagini di Piazza Duomo, ma essendo juventino mi sono tenuto fuori anche perchè a Torino ci sarebbe stata meno calca se avessero vinto il 10 scudetto. Quindi il digiuno poliennale ha fatto il resto. Speriamo che non sia un altra occasione di ripresa perchè a quel punto una parolaccia è d’uopo!

  6. marisasalabelle ha detto:

    Può anche darsi che non succeda niente, così come può darsi che questo festeggiamento fuori luogo faccia risalire i contagi. Lo sapremo più avanti, o forse non lo sapremo mai, perché credo sia molto difficile stabilire l’impatto di un singolo evento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...