Sessantasei

Sessantasei anni. Sessantasei: il numero del diavolo. Sessantasei e non sentirli, e invece no, li sento, li sento eccome. Li sente la mia schiena, in particolare. Li sente la mia pelle, la mia faccia, il mio collo. E se lo specchio e le foto mi restituiscono un’immagine ancora accettabile, quella che è spietata e che, purtroppo, mi capita di usare spesso in questi ultimi tempi, è la telecamera. Che siano riunioni tra amici o partecipazione a meeting online o interviste, quello che vedo sullo schermo del computer è l’immagine della devastazione. Le guance cascanti, il collo solcato, le occhiaie enormi e l’occhio, quell’occhio strabico che mi perseguita dalla nascita e che nemmeno due operazioni hanno persuaso a rigare diritto, quell’occhio anarchico si nota con un’evidenza drammatica. L’occhio di Mattia Pascal, di Augusta la moglie di Zeno, di Jean Paul Sartre, il mio occhio storto.

E comunque, così come sono e come mi hanno modellato  gli anni, se volete potete vedermi in due filmati che allego: una conversazione avvenuta ieri sera con la simpaticissima blogger Silvia Ceriegi, che mi ha adottato e che si è messa in testa di rilanciare la mia indimenticata Efisia, e un’altra, che risale a qualche giorno fa ma che è andata online oggi sul sito Monserrato-teche, con Antonello Murgia dell’ANPI di Cagliari e Gerardo Ferrara di Buon compleanno Faber. Anche se il compleanno è il mio, non di Faber.

Informazioni su marisasalabelle

Sono nata a Cagliari il 22 aprile 1955. Vivo a Pistoia. Insegno. Mi piace leggere e scrivere.
Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.

34 risposte a Sessantasei

  1. Stef555 ha detto:

    Auguroni fra 1 mese esatto ti faccio compagnia , noi del 55.

  2. marisasalabelle ha detto:

    Siamo i più forti 😉

  3. lallaerre ha detto:

    Cari auguri, Marisa!

  4. endorsum ha detto:

    Auguroni!!! 🌺

  5. Lorena Parma ha detto:

    Buon compleanno! 😃

  6. wwayne ha detto:

    Ignoravo questa dicotomia tra la Cagliari popolana e la Sassari aristocratica. Del resto la Sardegna è una delle 3 regioni italiane che non ho mai visitato (insieme alla Valle d’Aosta e la Sicilia), quindi è normale che certi dettagli mi sfuggano.
    Sapevo invece dell’amicizia tra Suo padre e Cossiga, perché Lei me ne aveva parlato nel commentare il post che dedicai a quest’ultimo (https://wwayne.wordpress.com/2019/08/18/un-grande-uomo/). Anche Lei dovrebbe dedicargli un post, attingendo al grande bagaglio di aneddoti inediti che Suo padre Le avrà lasciato in eredità.
    P.S.: Ovviamente, buon compleanno! 🙂

    • marisasalabelle ha detto:

      Non è che fossero amici, si conoscevano tramite l’Azione Cattolica che entrambi frequentavano.
      Sì, Sassari è la città della nobiltà sarda, Cagliari è un porto di mare, quindi più aperta e più popolana. Certo quando i Savoia presero sede a Cagliari i sassaresi se n’ebbero a male… e i cagliaritani a loro volta chiamano i sassaresi “impiccababbu”, nel senso che sarebbero così cattivi da uccidere i loro stessi genitori

      • wwayne ha detto:

        Conferma o smentisce questa cattiva fama dei sassaresi? 🙂

      • marisasalabelle ha detto:

        Sinceramente non conosco abbastanza Sassari e i sassaresi…. di Cossiga mio padre diceva che era un bandito, ma d’altro canto Enrico Berlinguer, uno dei miei miti, era anche lui sassarese

      • wwayne ha detto:

        Addirittura un bandito? E che gli aveva fatto?

      • marisasalabelle ha detto:

        A lui, niente personalmente, ma certo era un uomo spregiudicato…

      • wwayne ha detto:

        Noto che rimane molto sul vago: forse Suo padre si era limitato a quel giudizio negativo senza motivarlo nei particolari, e quindi Lei non può essere più precisa.
        Comunque sono consapevole che Cossiga era un uomo con tante ombre, ma la schiettezza con cui si esprimeva mi piaceva tantissimo, e quindi ai miei occhi rimane un mito.
        Tra l’altro lui parlava in maniera molto tranciante in un contesto politico che non aveva ancora conosciuto i vaffanculo di Grillo, e anzi era ancora dominato da quella comunicazione ipocrita, vuota, falsamente cortese e cauta all’inverosimile chiamata politichese. Cossiga a quello stile comunicativo e ai politici che lo incarnavano ha inferto un bel po’ di picconate, e lo ha fatto con dichiarazioni così spettacolarmente irriverenti che a distanza di tanti anni me le ricordo ancora tutte. 🙂

      • marisasalabelle ha detto:

        Aneddoti veri e propri non ne ho, posso dirti, ma credo di averlo già fatto, il mio punto di vista su Kossiga: personalmente lo trovavo simpaticissimo, un uomo intelligente, con battute fulminanti; non posso dimenticare, però, la sua partecipazione a complotti e azioni occulte (vedi Gladio e altre) e nemmeno le parole di grande cinismo che disse a proposito delle rivolte studentesche degli anni ’70. Una personalità eccentrica, con molte ombre, non un sincero democratico.

      • wwayne ha detto:

        Tra l’altro dopo la nostra conversazione di ieri sono andato a leggere un po’ di articoli su di lui, e ho scoperto che Cossiga e Draghi erano acerrimi nemici (fonte: https://archivio.giornalettismo.com/addio-cossiga-presidente-segreti/2/). Che dire? Adesso ho un motivo in più per non stimare il nostro presidente del Consiglio… 🙂

  7. luisa zambrotta ha detto:

    Auguri carissimi! 🥰🥂✨🌹

  8. fulvialuna1 ha detto:

    Buon compleanno!

  9. marisasalabelle ha detto:

    Grazie a tutti e tutte per gli auguri

  10. Gocciadichina ha detto:

    La telecamera però se non è ben posizionata deforma e non restituisce realmente ciò che riprende. 🙂
    Ma la solarità e l’eleganza, qualsiasi sia la ripresa, riescono a trasparire comunque. Auguri!

  11. marisasalabelle ha detto:

    Speriamo che tu abbia ragione!

  12. Paolo Popof ha detto:

    Siamo della stessa classe (a me il 66 tocca tra 4 mesi), abbiamo in comune anche il male di schiena e la gioventù interiore 😊
    Auguri 😘

  13. Mister Emme ha detto:

    A chent’annos !!!

  14. marisasalabelle ha detto:

    Grazie e tante grazie! 😀

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...