Zona rossa

E così, da oggi siamo zona rossa. Per otto giorni, al momento: poi chi lo sa. La provincia di Pistoia ha una percentuale di contagi molto alta. Io che per Pistoia un po’ ci giro, vedo che i miei concittadini sono nel complesso prudenti, nella media, direi. Qualcuno tiene la mascherina abbassata in strada, ma non dove c’è molta gente. La maggior parte la porta correttamente, che serva oppure no. È vero, in certe zone della città si possono osservare mandrie di giovani smascherati. Lì magari ci starebbe bene qualche vigile, a fargli notare che devono stare alle regole. Qualcuno si poteva comportare meglio, d’accordo. Detto questo, però, sono assolutamente contraria alla colpevolizzazione delle persone che va tanto di moda. Non solo da parte delle autorità, ma anche da parte della gente comune.

«Ecco, lo vedi? Se tutti fossero stati alle regole oggi non saremmo in zona rossa!»

«Se tutti portassero la mascherina il virus sarebbe stato sconfitto!»

Bum!

Ragazzi: è un virus. È come lo Spirito Santo,  soffia dove vuole. Ora ci sono tutte queste varianti supercontagiose, sono dappertutto, imperversano in tutta Europa, perché avrebbero dovuto risparmiare Pistoia? Non è colpa di quei ragazzotti sulle panchine di piazza Mazzini se i contagi sono in aumento esponenziale. Stiamo attenti, siamo prudenti, ma anche un po’ fatalisti. È un virus.

Informazioni su marisasalabelle

Sono nata a Cagliari il 22 aprile 1955. Vivo a Pistoia. Insegno. Mi piace leggere e scrivere.
Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria e contrassegnata con , , , , , . Contrassegna il permalink.

23 risposte a Zona rossa

  1. titti onweb ha detto:

    Ciao. Qui Brescia zona arancione rafforzata….non finisce più!!!!!!

  2. marisasalabelle ha detto:

    Aspettiamo con impazienza la zona marrone cacca…

  3. Il volo di una Parpalla ha detto:

    Noi arancione halloween

  4. The Butcher ha detto:

    Ammetto che il paragone con lo Spirito Santo mi ha fatto ridere. In ogni caso hai ragione, è un virus e prende anche chi sta attento. Certo, probabilmente se alcuni facessero più attenzione si diffonderebbe di meno, ma è pur sempre un virus e che ci piaccia o no, purtroppo si insinua dove gli pare.

  5. Evaporata ha detto:

    Sono perfettamente d’accordo. Credo che questo clima di colpevolizzazione generalizzato renda le persone più spaventate, più arrabbiate e iraconde.
    Questo sommato a tutti gli altri problemi che abbiamo è deleterio, governo e media dovrebbe tenerne conto.

  6. Paolo Popof ha detto:

    Noi qui in provincia di Bergamo, si sta attenti, tra 36 ore entriamo in zona arancione e penso alle difficoltà di lunedì. Leggo sui giornali che per domani i ristoranti hanno il tutto esaurito sino alle 18,00. Niente di ché, la domenica sono 14 mesi che non vado al ristorante.
    Ieri al mercato però si faceva fatica a mantenere le distanze, specie se c’erano mamme con passeggini e figli, sembrava si fossero date appuntamento nei punti nevralgici, ho dovuto strillare “permesso” per superare quei blocchi.
    Da quelli che mi precedono sto sempre distanziato, mi preoccupano quelli dietro, mi dovrò dotare di specchietto retrovisore pedonale o indossare una felpa con cappuccio.
    In compenso fumo molto meno, però mi dispiace, il fumo di pipa è un ottimo allontanatore.

  7. Ehipenny ha detto:

    Concordo sulla colpevolizzazione, ma ci sono casi in cui arrabbiarsi diventa inevitabile. Nella mia città, arancione scuro da oggi, si sono viste scene nei parchi simili ai concerti all’aperto, ed é una mancanza di rispetto enorme nei confronti di tutti quelli che hanno solo da perdere

  8. Walter Carrettoni ha detto:

    Difficile contenere un virus. Se così fosse noi non saremmo quasi 8 miliardi…

  9. Libera-mente ha detto:

    Concordo che un pò di fatalità vada messa in conto, ma nel caso di questo virus il fattore fatalità è abbastanza basso.
    IL virus si sposta e propaga grazie a noi, ai nostri comportamenti. Pretendere un comportamento corretto e responsabile è doveroso, specialmente quando gli irresponsabili, poi, si ritrovano ad affollare i pronto soccorso o gli ospedali in genere. Nella mia regione ci sono stati cluster causati dalle cene, irrinunciabili, per la spezzatura del maiale ed hanno contribuito, con tutti gli altri (tornei di calcetto, feste di matrimonio segrete, ecc) alla zona rossa, non riesco a non colpevolizzare queste persone. Dopo un anno non ammetto ignoranza sulla materia, le informazioni sui comportamenti utili sono fruibili per tutti basta solo cercarle e rispettarle.

  10. marisasalabelle ha detto:

    Rispondo collettivamente: senza dubbio il comportamento prudente è importante, alcune cose poi, tipo le cene e le feste di cui parla Libera-mente sono delle vere assurdità; tuttavia c’è una discreta dose di fatalità, le varianti, la ciclicità stessa dell’infezione, contro cui si riesce a fare poco. Consiglio a tutti un comportamento attento, che potrà limitare i danni ma non basterà a sconfiggere il virus. Non amo, comunque, i “censori” professionisti che attribuiscono colpe a raffica.

  11. Stef555 ha detto:

    concordo con libera-mente. Oggi se non metti la mascherina sei uno che dovrebbe pagare una multa. Poi che il virus si propaghi sarà inevitabile ma dopo 1 anno, con i vaccini a rilento, del mio non ci voglio aggiungere nulla.

  12. chiccoconti ha detto:

    Le inondazioni capitano ma se costruisci argini e pulisci i fiumi allora fanno meno danni.

  13. maxilpoeta ha detto:

    qua in Liguria da lunedì torniamo gialli, ma c’è la provincia di Imperia che sarà arancione scuro, la chiuderanno anche le scuole, una specie di zona rossa. Purtroppo è così, il virus gira, ma la cosa più assurda a mio avviso è stato in questi mesi far viaggiare gente all’estero,🤔 se già qua abbiamo Comuni che non possiamo varcare, perchè deve arrivare uno dal Sud Africa a portarci il virus? allora tanto vale lasciare tutto aperto e come va va! Speriamo solo di uscirne per quest’anno almeno, non se ne può più di colori, restrizioni, divieti…🙄

  14. wwayne ha detto:

    Anch’io concordo con Libera – mente, e anche con chiccoconti (che parlando di argini immagino si riferisse sia al governo Conte che ai comuni cittadini: entrambi hanno fatto meno di quel che avrebbero potuto, il primo perché non ha costretto le regioni a migliorare il loro sistema di trasporti, i secondi perché escono più dello stretto necessario e indossano troppo poco le mascherine).
    Riguardo al commento del mio amico Max, il governo Conte ha sbagliato non soltanto a riaprire le frontiere, ma anche a dare un bonus vacanze, perché questo ha ulteriormente rinsaldato le convinzioni dei negazionisti. “Se c’è un virus, dovresti pagarmi per farmi passare l’Estate in casa, non per farmi andare a giro”: questo mi disse uno di loro a provvedimento appena emanato, ed è un ragionamento così inoppugnabile che non seppi cosa rispondergli.

  15. marisasalabelle ha detto:

    Il bonus vacanze aveva lo scopo di far rifiorire il turismo, come il cashback aveva lo scopo di convincere le persone a frequentare i negozi invece che fare acquisti online… sono obiettivi condivisibili, ma hanno le loro controindicazioni; quello che trovo ingiusto e soprattutto ipocrita è spronare le persone a uscire (per fare shopping, per fare turismo) e poi criticarle perché l’hanno fatto!

    • wwayne ha detto:

      Mi ero scordato un altro clamoroso errore di Conte: non essere intervenuto quando le regioni hanno riaperto le discoteche. E quando è scoppiata la polemica, Conte e i suoi hanno detto “Ehi, sono state le regioni a riaprirle, mica noi”. Va bene, ma tu avevi il potere di richiuderle e non l’hai fatto, quindi sei colpevole quanto chi ha preso quella decisione in prima persona. Grazie per la risposta, e buona Domenica! 🙂

  16. marisasalabelle ha detto:

    Di Minniti penso tutto il male possibile

    • wwayne ha detto:

      Ricordo bene le Sue invettive contro di lui, infatti quando ho letto quest’articolo prima mi sono spanciato dalle risate, poi ho pensato che dovevo assolutamente segnalarglielo: nessuno potrebbe essere più contento di Lei che il Parlamento sia stato esorcizzato dalla sua nefasta presenza. Grazie per la risposta! 🙂

  17. vittynablog ha detto:

    Noi nel livornese siamo in zona arancione. Il 15 di questo mese decideranno se diventeremo rossi perchè i contagi aumentano a vista d’occhio. I giovani, devo dire continuano imperterriti a radunarsi e a non portare le mascherine, e guai a dir loro qualcosa. Il nostro sindaco Salvetti Ha timore di farsi dei nemici, cos’ fa come le tre scimmiette: Non vedo, non sento, non parlo. Il virus ringrazia!!!!

  18. marisasalabelle ha detto:

    Anche qui si vedono gruppetti di ragazzi, alcuni hanno la mascherina, altri la tengono abbassata, io però penso che all’aperto non ci siano grandi pericoli e un po’ mi fanno pena questi ragazzi, costretti da troppo tempo a rinunciare alla loro voglia di stare insieme e di divertirsi… La gente è stanca di tutte queste restrizioni, non solo i giovani e crede sempre meno nella loro utilità, forse sbagliando; i contagi stanno aumentando, lo so, ma tenderei a credere nella diffusione delle varianti che in un’effettiva responsabilità delle persone. In ogni caso, basterebbe qualche vigile in più!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...