Dada

Il bambino dalle guance paffute ha imparato a fare molte cose. Fa ciao con la mano, dà il cinque, fa viva, stringe la mano. Accende e spegne la luce, trova l’orsetto aprendo una finestrella, mette la pallina nel buco tondo ma non sa ancora mettere il cubo nel buco quadrato e la piramide nel buco triangolare. Gioca a bubu-settete e a mano mano rota. Chiama mamma la mamma e babba il babbo, anche se lui preferirebbe essere chiamato papà.

«Di’ nonna!» cerco di insegnargli. «Non-na. Nonna. Chi sono io? La nonna!»

«Dada.»

«Non dada: nonna.»

«Dada.»

«Nonna…»

«Dada!»

«Oh, ma vuoi sempre aver ragione tu!»

Informazioni su marisasalabelle

Sono nata a Cagliari il 22 aprile 1955. Vivo a Pistoia. Insegno. Mi piace leggere e scrivere.
Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria e contrassegnata con , . Contrassegna il permalink.

17 risposte a Dada

  1. Nonna Pitilla ha detto:

    ahahhahaha bellissimo! come mi ci ritrovo!

  2. marisasalabelle ha detto:

    Ogni giorno è una scoperta…

  3. Olga ha detto:

    Bellissimo post,dada Marisa!

  4. Ehipenny ha detto:

    Hahaha ogni bambino ha la sua “Dada” almeno una volta 😊

  5. eleonorabergonti ha detto:

    Che cucciolo, 😍❤️.

  6. Speranza ha detto:

    Amore🥰🥰🥰

  7. maxilpoeta ha detto:

    simpaticissimo questo dialogo.. 🙂

  8. marisasalabelle ha detto:

    Il merito è tutto del piccolino!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...