L’abitudine

Forse è vero che a tutto si fa l’abitudine. Ieri in Italia abbiamo avuto il più alto numero di sempre per covid. Più della peggior giornata dello scorso marzo. Allora ogni bollettino ci sgomentava, oggi facciamo spallucce e diciamo che tutto va per il meglio.

«Le misure stanno funzionando!»

«L’Italia, modello per il mondo intero!»

«Siamo i meglio!»

E intanto l’Italia è uno dei Paesi, in tutto il mondo, con la più alta mortalità per covid. Conte parla in diretta tv per aggiornarci sull’ultimo decreto. Ma prima di farlo spende fiumi di parole per lodare l’operato del governo. Non un dubbio, non un barlume di autocritica. Siamo una squadra fortissimi, andiamo avanti, non abbiamo sbagliato nulla.

Informazioni su marisasalabelle

Sono nata a Cagliari il 22 aprile 1955. Vivo a Pistoia. Insegno. Mi piace leggere e scrivere.
Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria e contrassegnata con , , , , , , . Contrassegna il permalink.

24 risposte a L’abitudine

  1. wwayne ha detto:

    A mio giudizio la leggerezza con cui stiamo accogliendo i bollettini apocalittici sul coronavirus dipende non tanto dalla propaganda del governo (e aggiungo dei governatori, perché Fontana è stato il primo a dire di non aver sbagliato nulla nonostante tutto provasse il contrario), quanto piuttosto dal fatto che l’annuncio del vaccino ci ha fatto vedere la luce in fondo al tunnel, e quindi siamo già proiettati al momento in cui la sua distribuzione farà tornare tutto alla normalità. Peccato che da qui ad allora il virus abbia tutto il tempo di mietere migliaia di altre vittime, e quindi finché non ci iniettano il vaccino dobbiamo continuare ad essere prudenti. E’ un po’ come quando annunciarono che gli americani erano sbarcati in Normandia: era chiaro che la liberazione era vicina, ma tra lo sbarco in Normandia e la fine della guerra i nazisti ebbero molto tempo a disposizione per fare gli ultimi danni.
    Riguardo alla propaganda a cui facevo riferimento prima, a mio giudizio è un modo per i politici di difendersi dalla rabbia popolare. Sono consapevoli che in momenti così tragici la popolazione sente il bisogno di trovare qualcuno su cui riversare la propria rabbia, e dato che loro sono i candidati naturali (sia per il loro ruolo che per gli errori da loro commessi) stanno cercando disperatamente di prevenire qualsiasi moto popolare contro di loro. A mio giudizio invece stanno peggiorando la situazione: se sbagli ma ammetti le tue colpe e ti scusi è un conto, se invece sbagli e vuoi anche aver ragione allora fai doppiamente incazzare.

  2. mocaiana ha detto:

    ieri ero così atterrita dal numero di morti che non ho voluto sapere nient’altro. E mi basta anche per oggi.

  3. eleonorabergonti ha detto:

    Come al solito, i politici, preferiscono nascondere la verità “sotto il tappeto” e raccontare quello che a loro fa più comodo. Ma i politici pensano che gli italiani siano stupidì? Ma si sa: la verità, dalla bocca di un politico, è difficilissimo se non quasi impossibile che esca. Nascondere la verità e dire che tutto sta andando bene e, come dici bene tu, senza farsi dell’autocritica, significa solo prendere in giro gli italiani.

  4. quarchedundepegi ha detto:

    Mi sembra che il Dr. Bassetti avesse detto che non tutti i morti dichiarati causa Covid19 sono morti a causa del Covid19 ma per un infarto… per esempio.
    Quindi, quelli sono solo numeri senza significato.
    Buona serata.
    Quarc

    • marisasalabelle ha detto:

      Probabilmente non sapremo mai fino in fondo cosa esattamente significano i numeri che ci sciorinano di giorno in giorno, ma credo che non possa esserci dubbio che la pandemia stia mietendo moltissime vittime in tutto il mondo, e sappiamo che l’Italia in questa classifica occupa uno dei primi posti

  5. infatti io non capisco, nel senso: io sono preoccupatissima per i mesi di gennaio e febbraio, se questa è la situazione adesso, parlo dei dati di mortalità, come andremo a finire?

  6. Paola Bortolani ha detto:

    anche io sono molto preoccupata, e aggiungo (senza voler difendere nessuno): da nessuna parte sento arrivare iniziative di contrasto e contenimento diverse o più efficaci di quelle messe in atto dal nostro governo. Che si lodi o s’imbrodi, c’è poco da fare, chi sbaglia siamo noi (a livello mondiale) che andiamo in giro a infettarci, pur sapendo che basta poco per proteggerci. Fossimo persone di buon senso non ci sarebbe bisogno di dpcm. Quanto al numero dei morti, può essere in discussione, ma è cresciuto in modo esponenziale rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso praticamente ovunque, e siccome l’unica novità è il covid, pare logico pensare che dipenda da quello. Buona preoccupazione a tutti

  7. marisasalabelle ha detto:

    Be’, visto che l’Italia è il terzo paese al mondo per mortalità da covid, probabilmente altri governi hanno saputo operare meglio… oltre ad avere, forse, sistemi sanitari più efficienti. Poi, una pandemia è una pandemia, la gente si ammala, una parte di queste persone muoiono, è un dato di fatto: anche di quelli che tuttora risultano nuovi contagiati, 20_25 mila al giorno, una parte morirà, tra quindici giorni, tra un mese: è matematico. Forse, se il governo a ottobre non avesse traccheggiato, se fosse stato più tempestivo nelle sue decisioni, una parte di questi morti ce la saremmo risparmiata

    • Paola Bortolani ha detto:

      Sicuramente si poteva fare meglio. Ma, dal punto di vista politico, si poteva sperare in un’opposizione meno becera e cretina che ha remato e rema contro, e questa, attenzione, è una grande differenza con la maggior parte degli altri paesi, dove invece si cerca di condurre tutta la popolazione, comunque voti, a un comportamento prudente. L’altro nostro enorme problema (mi pare ormai conclamato) risiede nei limiti della nostra assistenza sanitaria. Ho amici medici che mi dicono molto chiaramente che non ci sono abbastanza strutture, nè abbastanza personale per stare dietro a tutti i malati in terapia intensiva in modo congruo.

    • wwayne ha detto:

      Il governo ha traccheggiato anche a Febbraio. Per non dimenticare:

      • marisasalabelle ha detto:

        Be’, ora puoi anche rispolverare questo vecchio tweet, però ricorda che la destra, la cara Giorgia compresa, ha sempre avuto un atteggiamento molto volubile e ambiguo riguardo alle precauzioni da prendere… sinceramente non mi sembrano loro quelli da prendere a modello!

      • wwayne ha detto:

        Quando la Meravigliosa Creatura ha sbagliato sono sempre stato il primo a dirlo. E riconosco che alcuni risultati raggiunti da Conte lei non li avrebbe mai centrati: ad esempio, lei non sarebbe mai riuscita a ottenere il Recovery Fund, sia perché ha un pessimo rapporto con l’Europa, sia perché per mettere le mani su quei soldi ci voleva una diplomazia che a lei manca. Tuttavia, resto convinto che con lei al comando l’emergenza coronavirus sarebbe stata gestita meglio, sia dal punto di vista sanitario che dal punto di vista economico.

        Ti verrò a votare con le mie mani
        E tu avrai quello che ti meritavi
        Sarai la premier che vogliamo dentro
        Basta con Conte che nessuno ha mai scelto
        Per te governare è semplice
        E un giorno anche con il mio voto te lo permetterò

        (Rielaborato da “L’amore è una cosa semplice” di Tiziano Ferro)

    • Poesiadimargine ha detto:

      La mortalità è più elevata in Italia che altrove non perché il sistema sanitario sia meno efficiente ma perché l’età media degli italiani è più alta e purtroppo questo virus più sale l’eta dei contagiati più è pericoloso. Io penso che ciascuno di noi può fare davvero fare tanto per contrastarlo e cioè stando molto attenti. Purtroppo in molti invece non rispettano ancora le misure necessarie di prevenzione, e in tanti negano i morti e il virus stesso. Invece dobbiamo stringere i denti perché i prossimi mesi saranno critici e solo con le dovute precauzioni possiamo uscire vincenti.
      Grazie Marisa per questo spunto di riflessione.

  8. tramedipensieri ha detto:

    In Sardegna peggio, molto peggio che a marzo
    E lasciati soli, completamente

    Si salvi chi può 😠

  9. marisasalabelle ha detto:

    Certo, in Sardegna nella prima fase non c’è stato quasi nulla… poi con l’estate è arrivato il virus a ballare in discoteca… 😦

  10. recensioni53 ha detto:

    Molte persone che conosco non sembrano affatto intenzionate a vaccinarsi perché non sfidano di vaccini che, dal loro punto di vista, non sono stati ancora adeguatamente testati. La mancanza di autocritica dei politici poi non mi sorprende affatto, basta ascoltare i commenti post elettorali: è sconcertante ma non perde mai nessuno!!!

  11. marisasalabelle ha detto:

    Io sono sempre stata favorevole alle vaccinazioni, in effetti stavolta ho qualche dubbio, proprio per la rapidità con la quale questi prodotti vengono messi in circolazione; per fortuna avendo avuto il covid non dovrò vaccinarmi, almeno in prima battuta

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...