Chiudo tutto

«Oh, Vicié, io chiudo tutto, e tu che fai?»

«Anch’io chiudo tutto, Miché, stiamo scherzando?»

«E tu, Giusé, che fai? Chiudi tutto, tu?»

«Io? Manco p’a capa! Chiudete voi, che siete tanto bravi!»

«Giusé, ma sei tu ‘o capo d’o govierno! Tocca a te decidere!»

«Aspé che chiedo a Robbertino. Chillo è ‘nu bravo guaglione, saprà lui che fare.»

«Ma chi, Robbertino Occhi di cerbiatto? Cosa vuoi che sappia fare, chillo là!»

«Sai cosa? Io non chiudo proprio.»

«Neanche io!»

«Robbertino! Tzé!»

Informazioni su marisasalabelle

Sono nata a Cagliari il 22 aprile 1955. Vivo a Pistoia. Insegno. Mi piace leggere e scrivere.
Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria e contrassegnata con , , , , , . Contrassegna il permalink.

19 risposte a Chiudo tutto

  1. wwayne ha detto:

    Come avevo previsto, dopo la Francia anche tutti gli altri paesi europei si sono sentiti autorizzati a fare un secondo lockdown.
    In Francia hanno chiuso tutto ma non le scuole: il suo ministro dell’Istruzione Jean-Michel Blanquer ha motivato la scelta sottolineando che le scuole sono al cuore della vita del Paese.
    In Germania hanno chiuso tutto ma non le scuole: la Merkel ha motivato la scelta citando l’importanza suprema dell’educazione come diritto fondamentale.
    In Inghilterra hanno chiuso tutto ma non le scuole: Boris Johnson ha motivato la scelta dicendo “Non possiamo permettere che questo virus danneggi il futuro dei nostri figli più di quanto non abbia già fatto”.
    In Italia hanno chiuso tutto comprese le scuole superiori, nonostante Conte abbia pronunciato per mesi delle frasi identiche nella sostanza a quelle appena citate. Questa è la differenza tra chi alla scuola ci tiene davvero e chi ci tiene soltanto a parole.
    Mi si potrebbe dire che noi non abbiamo dei trasporti pubblici come quelli degli altri paesi, e quindi da noi andare a scuola è più pericoloso. Ebbene, questo era un problema al quale si poteva pensare per tempo, ma si è scelto di non farlo: un po’ perché i numeri dei contagi estivi aveva illuso i nostri governanti che il problema si fosse risolto da solo, un po’ perché, come dicevo prima, la scuola e i problemi ad essa collegati non sono mai stati una reale priorità di questo governo.
    Le dichiarazioni che ho riportato sono tratte da https://www.open.online/2020/11/01/coronavirus-francia-germania-lockdown-scuole/.

    Nel cielo bianco e azzurro brilla una stella
    Che in tutto il firmamento è sempre la più bella
    Ed ogni volta che rintocca il campanone
    Ho voglia di cantare questa canzone

    Giorgia nei nostri cuori vola
    Giorgia tu non sarai mai sola

    • marisasalabelle ha detto:

      Certo, la maniera migliore per affrontare il problema della scuola sarebbe stata un’altra, ma non l’abbiamo voluta nemmeno prendere in considerazione…

    • endorsum ha detto:

      Eh, nel mio post di ieri anche io individuo il nodo trasporti 😉 iniziamo a non berci più tutto tutto tutto…

      • wwayne ha detto:

        E iniziamo anche a fare un bel po’ di casino. E non solo in città piene di teste calde come Roma e Napoli, ma anche in altre normalmente moderatissime come Torino e Firenze. Questo la dice lunga su quanto sia crollata la popolarità di Conte. Grazie per la risposta! 🙂

    • chiccoconti ha detto:

      veramente più che i nostri politici di governo a dire che era tutto finito mi ricordo che a dirlo erano anche moltissimi esponenti dell’opposizione e anche parecchi virologi di chiara appartenenza come il mitico Zangrillo. Che poi pensare che sia una persona sia l’illuminata che tutto risolve ( e nn mi importa che sia Meloni Conte o Grillo…) è una perversione

      • chiccoconti ha detto:

        Mi è scappato il dito sul tablet prima di finire e correggere! Cmq il pensiero è chiaro 😀

      • wwayne ha detto:

        Come ti aveva già spiegato la proprietaria di questo blog, mi esprimo spesso per iperboli e paradossi. Il commento qui sotto, in cui descrivo la futura investitura di Giorgia come premier con toni messianici, ne è un chiaro esempio. Per dirla in modo più semplice e più franco, qui si sta scherzando, e lo capiscono tutti tranne te.

      • chiccoconti ha detto:

        Probabilmente si

      • chiccoconti ha detto:

        Sarò corto di comprendonio

      • wwayne ha detto:

        Ma no, anche a me capita spesso di non cogliere l’ironia altrui. Soprattutto sul web: di persona l’espressione del viso e il tono della voce aiutano a capire quando l’altra persona sta scherzando, per iscritto invece questi segnali vengono a mancare e quindi ci si fraintende più facilmente. Buona giornata! 🙂

  2. marisasalabelle ha detto:

    Io per prima cosa smetterei di votarle, non so come tu possa pensare, al di là degli scherzi, che risolverebbero la questione meglio di come stanno facendo questi pur inadeguati che sono al governo… considera che ora le regioni sono quasi tutte delle Destra: vediamo cosa di bello riusciranno a fare. Io ho citato De Luca e Emiliano per due ragioni: perché sono stati i primi che hanno detto “chiudo tutto” salvo rimangiarselo il giorno dopo; perché volevo fare un dialoghetto alla meridionale. Ma se tu mi dici che Fontana, Toti e Cirio sono di una pasta molto migliore…

    • wwayne ha detto:

      La mentalità manichea e altezzosa per cui “i nostri son tutti eccellenze e gli altri son tutti feccia” è tipica della sinistra, non della destra. Di conseguenza non sono così integralista da pensare che Fontana, Toti e compagnia siano di una pasta migliore rispetto a De Luca ed Emiliano solo perché sono di destra. Al contrario, ho abbastanza spirito critico da arrivare a fustigare anche la Meravigliosa Creatura quando commette un errore.
      Lei mi chiede in che modo quest’ultima potrebbe fare meglio di Conte. Beh, innanzitutto uno dei cavalli di battaglia della destra è la chiusura delle frontiere, e già questo avrebbe fatto tanto, dato che sono proprio gli spostamenti a far circolare il virus.
      In più, Giorgia è notoriamente molto vicina al popolo (e lo è anche in periodi lontani da scadenze elettorali, quindi non la si può tacciare di opportunismo): di conseguenza una come lei, che è in stretto contatto con il paese reale, avrebbe capito al volo come aiutare economicamente tutti i danneggiati dal covid (i famosi 1.000 euro con un clic ad esempio erano un’ottima idea, ovviamente ignorata da Conte).
      Infine, Giorgia avrebbe gestito molto meglio la scuola e i problemi ad essa collegati. Avrebbe aumentato i trasporti pubblici, sdoppiato tutte le classi pollaio e dotato tutti gli istituti di una seconda succursale. Magari non l’avrebbe fatto in tempo per Settembre 2020, ma l’avrebbe fatto.
      Purtroppo tutto questo non è stato possibile, perché non c’era lei a comandarci. Ma nel 2023 questo sogno può diventare realtà, e magari perfino un anno prima, se è vero (come dicono in tanti) che questo governo si scioglierà un minuto dopo aver eletto l’erede di Mattarella. Quel giorno lacrime di gioia scorreranno sul mio viso, e non solo per Giorgia, ma per l’Italia tutta.

  3. marisasalabelle ha detto:

    Staremo a vedere, allora…

    • wwayne ha detto:

      Quel giorno risuoneranno le campane a festa, squilli di tromba si alterneranno a grida di giubilo, e anche il Signore dall’alto tingerà il cielo coi colori dell’arcobaleno, per dare la Sua approvazione e sancire l’inizio di una nuova era.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...