Partita a poker

Si erano ritrovati per una partita a poker. Giuseppe, Vincenzo, Luca, Stefano. A poker, si sa, si gioca in quattro, ma poiché la posta in gioco era interessante, altri aspiranti giocatori si affollavano alle spalle dei quattro per sbirciare le carte, dare consigli, fare proposte.

«Mascherina giorno e notte, a casa e fuori, eccetto che per mangiare!» disse Giuseppe deponendo la sua fiche sul piatto.

«Rilancio! Scarpe ignifughe, cappello alle ventitré e spostamenti consentiti solo in monopattino o pedalò.»

«Alle ventitré tutti a casa, altroché cappello!»

Ciascuno avanzava la sua proposta e intanto le fiches sul piatto si accumulavano. «Lockdown!» urlò Vincenzo spostando una pila di gettoni.

Seguì un silenzio pieno di perplessità. Uscire? Vedere il suo gioco, sperando si trattasse di un bluff? Giuseppe si consultò col fido Rocco. «Bisogna essere più audaci» gli disse il suo spin doctor. «Sorprenderli tutti con una mossa spiazzante.»

Giuseppe ci pensò un po’. Per natura non era propenso a decisioni precipitose, ma stavolta doveva osare l’inimmaginabile, altrimenti Vincenzo si sarebbe preso il piatto. Radunò tutte le fiches a sua disposizione e le spinse verso il piatto con un gesto che aveva sempre desiderato compiere fin da quando aveva visto La stangata.

«Smettere di fare i tamponi.»

Intorno al tavolo scese il gelo. Certo! Quella era la mossa vincente: come mai nessuno ci aveva pensato prima? Eh, bisognava ammetterlo, quel Rocco era un genio. Smettere di fare i tamponi, quindi niente più conta dei contagiati, niente più quarantena, niente più allarme. Le persone si sarebbero ammalate, come sempre, di influenza, e quelle che fossero morte… pace all’anima loro. Tutti i giocatori buttarono le carte sul tavolo in segno di sconfitta. Giuseppe si prese il piatto. Doveva ricordarsi di dare a Rocco la sua percentuale.

Informazioni su marisasalabelle

Sono nata a Cagliari il 22 aprile 1955. Vivo a Pistoia. Insegno. Mi piace leggere e scrivere.
Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria e contrassegnata con , , , , , , . Contrassegna il permalink.

29 risposte a Partita a poker

  1. Nonna Pitilla ha detto:

    tagliente e bellissmo!

  2. marisasalabelle ha detto:

    Ho visto che nel DCPM appena firmato la proposta di diminuire i tamponi non c’è, ma era tra le tante ventilate ieri

  3. wwayne ha detto:

    Con Giorgia premier la seconda ondata non ci sarebbe stata. E forse neanche la prima, dato che lei aveva cominciato a parlare di quarantene già il 21 di Febbraio.

    • chiccoconti ha detto:

      Certo… In tutti i paesi del mondo la seconda ondata c’è e anche in forme più toste, e con Giorgia no… Va bene avere le proprie preferenze ma l’idolatria mi pare veramente abdicare a un sensato senso critico

      • chiccoconti ha detto:

        Pardon ho fatto un errore di sintassi durante la battitura ma il senso nn cambia

      • wwayne ha detto:

        E’ vero, in molti assolvono Conte dicendo che la seconda ondata ce l’hanno avuta tutti. Questa giustificazione non mi convince: non è che, se anche tutti gli altri si sono dimostrati incapaci di prevenire una seconda ondata, allora Conte diventa candido come un giglio. Diventa un colpevole in mezzo ad altri colpevoli.
        Riguardo al senso critico, in verità quando Giorgia ha sbagliato non ho mai avuto problemi ad ammetterlo, e anzi in più occasioni sono stato il primo a criticarla. In questo caso sono certo che non avrebbe sbagliato, perché ha l’intelligenza, la determinazione e il senso pratico necessari per risolvere una situazione drammatica. Ma naturalmente la mia è una convinzione personale, ed è anche impossibile da dimostrare. Grazie per la risposta, e buona Domenica! 🙂

      • chiccoconti ha detto:

        Conte nn è candido ma questa è una situazione x definizione a perdere… Poi su quanto chi e come perde è un altro discorso. Uno tsunami dove chiunque sia al comando nn può che recitare la parte del giocoliere ben sapendo che una palla prima o poi cadrà. Ognuno di noi spera di non essere quella palla li! Sperem… E buon appetito

      • wwayne ha detto:

        Anche a te! 🙂

      • poetella ha detto:

        👏👏👏👏👏👏👏

  4. marisasalabelle ha detto:

    wwayne si esprime per iperboli e paradossi… è evidente che dove la Destra più estrema è al governo le cose non sono andate meglio!

    • wwayne ha detto:

      Trump e Bolsonaro hanno gestito malissimo il covid perché hanno a lungo sottovalutato il problema (il secondo arrivò a dare di codardo a chi restava in casa, e lo fece quando paesi come l’Italia avevano già una marea di morti). La Meravigliosa Creatura invece aveva capito già il 21 di Febbraio come stavano le cose, e quindi secondo me con lei a guidarci le cose sarebbero andate meglio. Ma come ho scritto anche sopra, non è possibile dimostrarlo. Grazie per la risposta! 🙂

      • poetella ha detto:

        “Va bene avere le proprie preferenze ma l’idolatria mi pare veramente abdicare a un sensato senso critico”
        Preciso: il mio applauso andava a questo commento.

      • wwayne ha detto:

        Quando Giorgia avrà la possibilità di dimostrare le sue qualità come premier, sono convinto che applaudirai anche lei. Purtroppo non potrà avvenire prima del 2023, perché i parlamentari del PD e del Movimento 5 Stelle venderebbero la mamma pur di tenersi strette le loro poltrone. Lo rivela il fatto stesso che si siano alleati, dato che erano stati acerrimi nemici fino al giorno prima (indimenticabile la perentoria affermazione di Di Maio per cui “Con il partito di Bibbiano non voglio avere niente a che fare”, fatta un attimo prima di formare il governo Conte I).
        Il PD scappi dalle elezioni quanto vuole, tanto presto o tardi arriverà il giorno in cui pagherà nelle urne per tutte le sue malefatte (e alludo non soltanto a Bibbiano, ma anche alla morte di Pamela Mastropietro, che come ha detto Salvini è stata a tutti gli effetti una morte di stato). Grazie per la risposta, e buona Domenica! 🙂

      • Scusa, ma Giorgia non ha i voti e ci sarebbe il fantasmagorico Matteo, col meraviglioso Tutankhamon Silvio…. che quando muore non ha neanche bisogno di essere imbalsamato. Destra o sinistra disastro è.

      • wwayne ha detto:

        E’ vero, da sola Giorgia non ha i voti per governare. Ma con Berlusconi e Salvini a farle da sparring partners, la strada verso un ruolo di governo (magari come ministro anziché come premier) è ampiamente alla sua portata.
        Una precisazione: adoro Giorgia, ma detesto i suoi compari Berlusconi e Salvini. Il primo per una serie infinita di motivi, il secondo perché ha calcato troppo la mano sulla sua politica anti – migratoria, arrivando a sanzionare con 5.000 euro di multa chiunque osi salvare un migrante che sta affogando in mare. Mi si gira lo stomaco quando sento dire la Boldrini che i migranti sono tutti delle risorse con cui fare un bel girotondo o che sono l’avanguardia del loro stile di vita (quindi in base a questa previsione un domani faremo tutti le ragazze a pezzi e metteremo i resti in un trolley come Oseghale), ma nonostante la mia avversione per questa propaganda grondante melassa sono abbastanza obiettivo da riconoscere che l’estremo opposto incarnato da Salvini è ancora peggiore. Grazie per la risposta! 🙂

      • Grazie a te La Boldrini è un danno per la sinistra, peggio delle cavallette., ogni volta che parla in tv la sinistra perde voti.

      • wwayne ha detto:

        Sono totalmente d’accordo. Buona serata! 🙂

      • wwayne ha detto:

        Errata corrige: l’avanguardia del NOSTRO stile di vita.

      • wwayne ha detto:

        Errata corrige: formare il governo Conte II.

  5. wwayne ha detto:

    Ho appena letto il testo del DPCM, e sono rimasto perplesso in particolare dalla regola per cui alle superiori ci sarà una didattica a distanza al 75%: in pratica 1/4 della classe segue la lezione in presenza, e gli altri 3/4 da casa. Questo pone 2 problemi organizzativi non di poco conto:

    – Bisogna che in tutte le aule ci sia un computer così efficiente da permettere di avviare una diretta streaming in un tempo ragionevole (e questo è molto difficile);
    – Bisogna che in tutte le scuole superiori ci sia un sistema informatico così potente da “reggere” decine di dirette streaming in contemporanea (e questo è proprio tecnicamente impossibile).

    Ma Conte che ne sa di tutto questo: l’unica scuola in cui ha messo piede di recente è lo scintillante polo universitario di Novoli, e dopo di esso ha frequentato solo i salotti buoni del potere, dove il problema più grosso è quale champagne scegliere dalla carta dei vini.

    • marisasalabelle ha detto:

      No, penso che voglia dire che le classi vanno a scuola un giorno su quattro e gli altri tre giorni seguono la Dad; come questo sia possibile organizzarlo in quattro e quattro otto esula dalla mia comprensione

  6. marisasalabelle ha detto:

    Mah! Il PD ha molte colpe e sono la prima ad affermarlo, ma la storia del “partito di Bibbiano” non ha senso e che la morte di Pamela Mastropietro possa essere considerata un delitto di stato… francamente…

  7. Il dramma è che sia a destra che a sinistra c’è il nulla.

  8. marisasalabelle ha detto:

    Questo purtroppo è vero

  9. wwayne ha detto:

    Adesso su Rete 4 stanno riprendendo in diretta una manifestazione a Torino, durante la quale sta avvenendo un fitto lancio di petardi sulle macchine della polizia. Finché queste cose succedono in piazze “calde” come Roma e Napoli è un conto, ma se perfino i sobri piemontesi arrivano a questi livelli vuol dire che la situazione è davvero incandescente…

  10. marisasalabelle ha detto:

    La gente è esasperata e confusa. Non capisce il senso di queste misure, di questo continuo rimbalzo da un decreto all’altro, da un’ordinanza all’altra. Penso che paradossalmente accetterebbe di più un nuovo lockdown che queste regole in continuo cambiamento… e soprattutto molti si stanno rendendo conto che il governo non ha fatto quello che avrebbe dovuto fare nei mesi scorsi. Con questo io non addosso al governo la colpa della recrudescenza del contagio, visto che è così in tutta Europa: però indubbiamente ci siamo dimostrati molto impreparati e questo molti non sono disposti a perdonarlo

    • wwayne ha detto:

      Credo che non perdoneranno neanche i continui tentativi di screditare i partecipanti alle manifestazioni. Ieri Conte ha detto che chi manifesta è uno che si fa manovrare dai professionisti delle proteste, oggi Franceschini ha detto che chi protesta è un incosciente che non si rende conto della gravità della situazione. Mi ricordano molto Renzi quando diceva che chi lo contestava era un gufo che tifava contro l’Italia. Ma non capiscono che questi insulti a getto continuo servono solo a gettare benzina sul fuoco? Dev’esserci un’altra Giorgiana Masi per ficcarglielo in zucca?

  11. marisasalabelle ha detto:

    Sì, anche questo è sbagliato. Anche ammesso che all’interno delle manifestazioni si infilino facinorosi di ogni genere, è chiaro che le persone sono molto scontente e si sbaglia a negare questa realtà

    • wwayne ha detto:

      La mia impressione è che Conte e i suoi uomini si siano montati la testa dopo il picco di popolarità dei mesi scorsi (dovuto ovviamente al duello vinto con Rutte), e quindi vedono tutti coloro che non venerano il capo come colpevoli di lesa maestà. Come ho detto prima, anche Renzi si comportava così (anzi peggio, perché i dissenzienti oltre che screditarli li prendeva pure per il culo), e abbiamo visto com’è finita. Grazie per la risposta! 🙂

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...