I cattivi sono razzisti, ma anche i buoni non scherzano

«Guardate che questi ragazzi, anche se sono africani, sono intelligenti come noi!»

«Sicuro! Il problema è la lingua… molti di loro parlano solo africano!»

«Eppure imparare la lingua è importantissimo. Guarda per esempio quella giornalista, scrittrice, cos’è, la Scego. Parla e scrive un italiano perfetto!»

«Comunque, c’è del razzismo in giro. Quel povero ragazzo africano che hanno ammazzato di botte… se ci penso, mi sento male, giuro!»

(N.d.R.: la lingua africana non esiste, l’Africa è un continente vastissimo e vi si parlano  centinaia di lingue; Igiaba Scebo è italiana, nata a Roma dove ha studiato e dove vive e anche quel povero ragazzo, Willy Monteiro, era italiano, nato a Roma: i suoi genitori venivano da Capo Verde. Non commento la prima frase, ma posso garantire che sono tutte autentiche…)

Informazioni su marisasalabelle

Sono nata a Cagliari il 22 aprile 1955. Vivo a Pistoia. Insegno. Mi piace leggere e scrivere.
Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria e contrassegnata con , , , , , , . Contrassegna il permalink.

28 risposte a I cattivi sono razzisti, ma anche i buoni non scherzano

  1. poetella ha detto:

    Posso fare ‘na macumba?
    Di quelle potenti e non propiziatorie?

  2. Spero che non siano intelligenti come chi ha pronunciato la frase, se no siamo rovinati.

  3. Nonna Pitilla ha detto:

    che tristezza a volte la tolleranza è peggio dell’intolleranza! bravissima

  4. marisasalabelle ha detto:

    Sì, se è condiscendente

  5. quarchedundepegi ha detto:

    I buoni? I buoni possono essere peggio dei cattivi ma continuano a credere di essere dei migliori… o no?
    Buon Pomeriggio.
    Quarc

  6. marisasalabelle ha detto:

    Non sempre… ma a volte è proprio così!

  7. wwayne ha detto:

    Gli stessi migranti preferiscono chi li odia apertamente rispetto a chi maschera il proprio razzismo con frasi ipocrite e falsamente tolleranti. Vedere questo video per credere:

    • marisasalabelle ha detto:

      Tutti, di solito, preferiscono le persone sincere a quelle ipocrite, anche se ho seri dubbi sulla sincerità di Salvini…
      Qui in ogni modo volevo sottolineare un altro aspetto: non l’ipocrisia, ma un velato razzismo quasi inconsapevole anche in taluni che magari fanno del volontariato o della carità

      • wwayne ha detto:

        Anche secondo me Salvini è più costruito che mai in tanti aspetti. Sui migranti però è molto chiaro: io da una parte, voi dall’altra.
        Una precisazione: so benissimo che anche la Meloni, quando si atteggia a popolana, sta interpretando un personaggio che solo parzialmente aderisce alla sua reale personalità. Magari nei modi potrà essere una pesciaiola per davvero, ma a livello intellettivo e culturale è molto più sofisticata di quel che vuole far credere, come testimonia il fatto che si sia diplomata con il massimo dei voti (peraltro ad un liceo, non ad un professionale).

        Giorgia, Giorgia, Giorgia detestava gli accoglioni
        E contro Conte poi lanciava striduli acuti
        Giorgia, Giorgia aveva un alleato un po’ buffone
        Con lui faceva alleanze e anche comizi, ma non l’amore

  8. luisa zambrotta ha detto:

    … purtroppo il razzismo è un filo sotteso anche nelle parole di molti di quelli che si dichiarano ‘aperti’

  9. IgnisDIARY ha detto:

    Mi viene in mente una frase che ho sentito in un film di bud spencer e terence hill. “Il mondo non si divide in bianchi e neri ma in ricchi e poveri”. Chissà perchè mi sarà venuto in mente.

  10. marisasalabelle ha detto:

    Sovente in queste rive,
    che, desolate, a bruno
    veste il flutto indurato, e par che ondeggi, 160
    seggo la notte; e sulla mesta landa
    in purissimo azzurro
    veggo dall’alto fiammeggiar le stelle,
    cui di lontan fa specchio
    il mare, e tutto di scintille in giro 165
    per lo vòto seren brillare il mondo.
    E poi che gli occhi a quelle luci appunto,
    ch’a lor sembrano un punto,
    e sono immense, in guisa
    che un punto a petto a lor son terra e mare 170
    veracemente; a cui
    l’uomo non pur, ma questo
    globo ove l’uomo è nulla,
    sconosciuto è del tutto; e quando miro
    quegli ancor più senza alcun fin remoti 175
    nodi quasi di stelle,
    ch’a noi paion qual nebbia, a cui non l’uomo
    e non la terra sol, ma tutte in uno,
    del numero infinite e della mole,
    con l’aureo sole insiem, le nostre stelle 180
    o sono ignote, o così paion come
    essi alla terra, un punto
    di luce nebulosa; al pensier mio
    che sembri allora, o prole
    dell’uomo?

  11. Paola Bortolani ha detto:

    Purtroppo tanti luoghi comuni fanno fatica a venire superati, pur se in fondo c’è sentimento sincero. Aggiungiamo che spesso, da noi, alcuni immigrati con cultura e abitudini molto diverse dalle nostre non vengono aiutati con un minimo di informazione, ed è quindi più difficile “capire” l’accattonaggio, il disordine, la scarsa pulizia. Pensiamo solo a quanta differenza c’è tra immigrato e immigrato. Sono immigrati i filippini, i cinesi, i rumeni, i sudamericani, non solo i neri. Ognuno ha una storia di integrazione, di lavoro o non-lavoro, diversa. E diversamente ci è più o meno facile relazionarci con noi. Quanto a Salvini e Meloni, qui sopra citati come “più intelligenti di quanto appaiano”, se gentilmente volessero darcene prova. Parlano solo di immigrazione e millantano migliaia (hanno detto migliaia) di soluzioni. Ne avessero espressa una …

  12. chiccoconti ha detto:

    Analogo il comportamento con i disabili…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...