Un bell’anniversario

L’otto settembre del 1943 è stato, come tutti sappiamo, il giorno dell’armistizio: l’Italia si è arresa agli Alleati e a partire dal giorno seguente è iniziata l’occupazione tedesca di gran parte della Penisola. Esattamente un anno dopo, l’otto settembre 1944, Pistoia veniva liberata. Ogni anno nella nostra città l’otto settembre è il giorno della Liberazione.

L’otto settembre 2020, in un giorno ricco di celebrazioni, a Pistoia c’è stato in piazza del Duomo il comizio di Ceccardi e Salvini. Susanna Ceccardi è la candidata della Lega alle elezioni regionali e c’è chi dice che sia in corso un testa a testa tra lei e il candidato PD Eugenio Giani.

La piazza era affollata, se inquadrata dal palco, e semivuota, se inquadrata dal lato opposto. Pare che ci fossero circa 1000 o 2000 persone, non pochissime per una città come Pistoia, dove la Lega non gode di particolare favore, mentre Fratelli d’Italia nel 2017 hanno vinto le elezioni comunali, e Casapound ha un suo piccolo ma compatto seguito.

Erano presenti anche alcuni contestatori, come è lecito in un Paese democratico, ma non sono nati tafferugli. Un giovane che portava  una maglietta con la scritta Open Arms è stato prima fermato, poi identificato, infine allontanato perché indossava “i simboli di un altro partito”, il noto POA, Partito Open Arms.

Durante il suo discorso, Salvini ha ricordato che il 3 ottobre sarà processato per aver difeso i confini della nostra Nazione e si è rammaricato per il fatto che a Pistoia ci sia qualcuno che sostiene il sistema di schiavismo  e di traffico di esseri umani, un riferimento non troppo velato a don Massimo Biancalani e alla sua attività di accoglienza.

Per la nostra città è stato un bell’anniversario della Liberazione.

Informazioni su marisasalabelle

Sono nata a Cagliari il 22 aprile 1955. Vivo a Pistoia. Insegno. Mi piace leggere e scrivere.
Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

10 risposte a Un bell’anniversario

  1. poetella ha detto:

    Bah… festeggiare con il mostro in casa mica è tanto bello…

  2. marisasalabelle ha detto:

    Era in senso ironico…

  3. Salvini è inqualificabile. Ma il traffico di esseri umani c’è, esiste ed è sotto indagine. Purtroppo ne parla solo Salvini, questo è il problema. Poiché strumentalizza una triste e orrenda realtà per ottenere voti. Ma è una realtà triste e orrenda che pure gli avversari di Salvini sfruttano… diciamo la verità, siamo tutti sfruttati da giochi politici che non fanno nulla per le persone.

  4. marisasalabelle ha detto:

    So bene che il traffico di esseri umani esiste, ma certo il modo per combatterlo non è rifarsela coi migranti e coi profughi!

  5. Nonna Pitilla ha detto:

    ho percepito una ironia elegante e magnifica! povera liberazione!!

  6. Speranza ha detto:

    La data del comizio studiata ad arte. La sa lunga, mentre gli altri dormono.

  7. wwayne ha detto:

    Concordo con Speranza, è evidente che scegliendo proprio quella data Salvini voleva creare un parallelismo: nel ’44 vi siete liberati dai nazisti, adesso dovete liberarvi dal PD votando per me alle prossime regionali.
    Sempre riguardo al braccio di ferro tra Giani e Ceccardi, non posso fare a meno di segnalarLe un articolo della Nazione, dal quale traspare un servilismo nei confronti di Giani davvero vomitevole. Il giornalista prima cerca di impietosire il lettore sottolineando che Giani ha perso la mamma da bambino, poi sottolinea che ha “una casetta a Sesto Fiorentino e una Fiat Punto ormai sfinita” (per dare l’idea di una persona semplice, frugale e quindi “uno di noi”), infine rievoca la sua gioventù spensierata, passata “imbroccando le ragazze con il pantalone a zampa di elefante e la Vespina”. All’autore dell’articolo (Emanuele Baldi) andrebbe stracciato il tesserino da giornalista seduta stante, sempre che lo abbia (e mi permetto di dubitarne, perché un giornalista serio e qualificato difficilmente adotterebbe uno stile così spudoratamente agiografico). Se vuole leggere l’articolo in questione, lo trova qui: https://www.lanazione.it/politica/elezioni-regionali-toscana-giani-1.5491814.

  8. marisasalabelle ha detto:

    Concordo: se l’articolo è veramente come dici, e non ho ragione di dubitarne, è davvero una ben misera cosa! Del resto, qualche tempo fa è uscita su Facebook una biografia di Mattia Santori, leader delle Sardine, di una piaggeria veramente disgustosa…

    • wwayne ha detto:

      Chi fa propaganda con mano così pesante non si accorge che ricorrendo a degli elogi così sperticati ottiene l’effetto opposto a quello sperato. Ad esempio, l’articolo su Giani a mio giudizio allontana tutti gli indecisi, compresi i nostalgici degli anni 70 (a cui il giornalista strizza l’occhio dicendo che Giani ha condiviso con loro i tempi dei pantaloni a zampa di elefante e della Vespina). Grazie per la risposta! 🙂

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...