Pirati

La nave pirata solcava il mare in tempesta. Le vele si gonfiavano al soffiare del vento, la bandiera nera col teschio e le tibie incrociate sventolava minacciosa. I fuorilegge intendevano sbarcare sulle sacre coste della Patria e razziare, depredare, uccidere, stuprare. Ma il Capitano si levò fiero: Non permetterò un tale scempio, disse. Difenderò i confini della Patria con le unghie e con i denti. Salverò la nostra terra dai feroci invasori. Egli si battè come un leone, e al suo fianco si erse in tutta la sua bionda bellezza una Donna dalla tempra adamantina…
Purtroppo, gli invasori avevano oscuri e potenti alleati, che trassero in arresto il fiero Capitano e lo deferirono alla Corte di Giustizia.
«Dite ai miei bambini che ho solo voluto difendere la nostra amata Patria», furono le sue ultime parole mentre la carretta lo portava al patibolo.

Informazioni su marisasalabelle

Sono nata a Cagliari il 22 aprile 1955. Vivo a Pistoia. Insegno. Mi piace leggere e scrivere.
Questa voce è stata pubblicata in diario, migrazioni, politica e contrassegnata con , , , , , , . Contrassegna il permalink.

13 risposte a Pirati

  1. Nonna Pitilla ha detto:

    Ah ah ah ah troppo forte!!

  2. marisasalabelle ha detto:

    Io ce lo vedo bene Salvini, con la camicia bianca sbottonata, sulla carretta dei condannati, stile Rivoluzione francese…

  3. Alessandro Gianesini ha detto:

    🤣

  4. tuttatoscana ha detto:

    Brava, splendida metafora di un eroe senza senso…!

  5. poetella ha detto:

    madooooooooooonna! Come ce lo vorrei vedere sullla carretta verso il patibolo!
    (comunque mi basta pensare che sicuramente sta rosolando nella rabbia!)

  6. marisasalabelle ha detto:

    Che persona orribile

  7. Paola Bortolani ha detto:

    Ma magari! Con le sue prese di posizione anti-prudenza, si tira dietro un sacco di imbecilli, con il rischio di provocare un altro lockdown. Così andiamo definitivamente a bagno

  8. marisasalabelle ha detto:

    Sì, ora la nuova moda è quella… salvo lamentarsi che lo portano i migranti, il Covid

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...