Horas

Il 14 agosto del 2018 crollava il ponte Morandi, meglio conosciuto come il ponte di Brooklyn di Genova, con la morte di 43 persone, un gravissimo danno alla città, uno shock per tutta l’Italia e, last but not least, il sacrificio delle vacanze di Ferragosto da parte di Rocco Casalino. Il presidente Conte affermò che la responsabilità del gravissimo fatto andava attribuita ai concessionari: alla società Autostrade per l’Italia di proprietà della famiglia Benetton. Era necessario revocare la concessione immediatamente, perché, sempre a detta di Conte, la situazione era talmente grave che non si potevano aspettare i tempi lunghi della Giustizia. Affermazione, questa, un po’ audace sulla bocca di un avvocato, ma eravamo abituati già da un po’ alle frasi a effetto. Si disse inoltre che il ponte sarebbe stato ricostruito in tempi record: entro 10 mesi la città avrebbe avuto il suo cavalcavia nuovo di zecca.
Sono passati due anni e il nuovo ponte sta per essere inaugurato. Chi lo gestirà? Ma Autostrade per l’Italia, naturalmente. La gestione, però, sarà temporanea, avvisa Conte. La questione infatti sarà risolta ad horas. Sed, quales horas?

Informazioni su marisasalabelle

Sono nata a Cagliari il 22 aprile 1955. Vivo a Pistoia. Insegno. Mi piace leggere e scrivere.
Questa voce è stata pubblicata in diario, politica e contrassegnata con , , , , . Contrassegna il permalink.

5 risposte a Horas

  1. Nonna Pitilla ha detto:

    già quales horas!! ma bello e tragicamente veritiero questo pezzo

  2. marisasalabelle ha detto:

    Una roba da vergognarsi… ma questa gente qui è senza vergogna

  3. rodixidor ha detto:

    ad futura horas.

  4. Paola Bortolani ha detto:

    La questione è un po’ più complessa, e rivela la non-voglia di lavorare di tutti i politici, da Roma a Genova e ritorno: il ponte è stato ricostruito in tempi record, scavalcando molte lungaggini (su cui si potrebbe approfondire e lavorare) e ora è lì. Non ci entri e non ci esci perchè i raccordi autostradali sono ancora gestiti da Autostrade. A chi vuoi darlo? E’ corretto dire che tocca alla magistratura individuare i colpevoli, ma nessuno ha pensato che qualcuno, il ponte, doveva gestirlo. E Genova è sempre più isolata, ora anche con le code in galleria …

  5. marisasalabelle ha detto:

    Pazzesco… Io comunque non credo che nessuno ci abbia pensato, credo che sia difficile prendere una decisione e soprattutto non ci sia accordo tra i vari esponenti del governo!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...