Chi mai

Sei lì, sul tuo solito terrazzino, con in mano un libro che hai appena comprato, e ti accingi a iniziare la lettura, e ti senti un po’ come l’ideale lettore di Italo Calvino, che ha scelto oculatamente, si è ritagliato un tempo e uno spazio, ha fatto pipì, ha stappato una birra… no, mi sa che Calvino della birra non ne parla. Insomma sei nella migliore disposizione d’animo, quando a un tratto, a pagina 18, ti imbatti in… ma com’è possibile… ma chi mai può aver scritto una cosa del genere?

20200705_140838

Informazioni su marisasalabelle

Sono nata a Cagliari il 22 aprile 1955. Vivo a Pistoia. Insegno. Mi piace leggere e scrivere.
Questa voce è stata pubblicata in diario, leggere, scuola e contrassegnata con , . Contrassegna il permalink.

17 risposte a Chi mai

  1. wwayne ha detto:

    Che grande onore! Averlo scoperto senza alcun preavviso poi dev’essere stato ancora più emozionante. Da questo breve estratto il libro in questione mi pare un’autobiografia: può darmi il titolo e l’autore, per favore?

  2. marisasalabelle ha detto:

    Pensavo che proprio tu l’avresti indovinato… ritenta, sarai più fortunato! Un piccolo aiuto: guarda i tag 😉

    • wwayne ha detto:

      Adesso ho capito… immagino che ci sia come minimo un intero capitolo dedicato a Salvini e al pasticciaccio brutto del bagnetto: ci ho preso?

      • marisasalabelle ha detto:

        In effetti di Salvini si parla… l’importante è che Salvini non mi identifichi mai come “persona ispiratrice” del diabolico don Biancalani!

      • wwayne ha detto:

        Concordo, è bene che Lei non finisca mai nel radar di Salvini: se si mettesse a spulciare nel Suo blog, troverebbe un sacco di post “di sinistra” che potrebbe porre all’attenzione dei suoi followers (con conseguente fiumana di insulti a Lei rivolti).
        Peraltro, questa tattica di fomentare odio verso un privato cittadino palesemente non in grado di gestire questa fama negativa è molto rischiosa: se Salvini continua ad insisterci, presto o tardi ci scapperà il morto, nel senso che qualche sua vittima non sarà in grado di sopportare la gogna mediatica da lui innescata e si toglierà la vita.
        Giorgia invece queste porcate non le ha mai fatte: anche lei quando prende di mira qualcuno lo attacca a testa bassa come un ariete, ma come nemici si sceglie dei potenti come Juncker e la Merkel, non un prete di provincia.

        Tanto animata e tanto impetuosa pare
        la donna mia quand’ella in un comizio appare,
        ch’ogne lingua deven tremando muta,
        e li occhi no l’ardiscon di guardare.

        Ella si va, sentendosi applaudire,
        immensamente di rabbia vestuta;
        e par che sia una cosa venuta
        da cielo in terra a Giuseppe Conte insultare.

        Mostrasi sì incazzata a chi la mira,
        che dà per li occhi una passione al core,
        che ’ntender no la può chi no la prova:

        e par che de la sua labbia si mova
        un spirito soave pien d’amore,
        che va dicendo a l’Italia: elezioni.

  3. Son soddisfazioni! 🙂

  4. Libera-mente ha detto:

    Sono belle soddisfazioni, complimenti veramente 🙂

  5. marisasalabelle ha detto:

    Grazie! E sì, Alessandro: la birra sempre fresca. Se no nulla!

  6. Nonna Pitilla ha detto:

    Wowo!! Appero’! Anche io ero giovane! 😩

  7. poetella ha detto:

    a me, qualche giorno fa, è venuta a suonare alla porta la nuova vicina di pianerottolo…
    Apro e lei, una bella giovane signora forse sulla trentina o poco più, mi guarda, sorride e mi fa “Ma… lei ha insegnato alla scuola Puccini?” e io “Eh sì, ma più di vent’anni fa, forse venticinque!” e lei “Lo sa che è stata mia prof? Lo sa che è rimasta uguale?”

    Pure queste so’ soddisfazioni, no? 😉

  8. marisasalabelle ha detto:

    Mi è successo diverse volte… una volta era il tecnico della TIM, un’altra volta il postino… loro mi riconoscono, ma non sempre io riconosco loro!

  9. Paola Bortolani ha detto:

    che dire, complimenti!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...