Ciliegie

Seduto al tavolo di quella che sembra un’enoteca, l’uomo ascolta il suo collega che, microfono davanti a sé, parla di una brutta infezione batterica per cui sono morti alcuni bambini. Ci voleva anche questa, pensa l’uomo, e intanto spelluzzica ciliegie da un contenitore di plastica. Dopo gli immigrati, dopo il Covid, ora anche questa grana. Ad ogni sventura che elenca mentalmente corrisponde una ciliegia che si ficca in bocca. Peccato per quei bambini, proprio non ci volevano in questo momento (ciliegia), i bambini morti fanno sempre un brutto effetto sugli elettori (ciliegia), d’altronde non è certo colpa mia se si son beccati un’infezione (ciliegia).
«Mi scusi, a proposito di poco fa… si stava parlando di un argomento drammatico, non le è sembrato inopportuno farsi una scorpacciata di ciliegie?»
«Ciliegie? Io? Ma scherziamo? Quando mai mangerei delle ciliegie mentre si parla di bambini morti! Io li adoro, i bambini! Sono un papà! Non mangerei mai delle ciliegie. Al massimo uno spicchio di mela, due fragole al limone, ma ciliegie no, lo escludo.»
«Be’, in verità ci sono foto e filmati che la mostrano mentre mangia le ciliegie.»
«Ok, le ho mangiate, e allora? Avevo fame. Non si può avere fame? Non si possono mangiare delle ciliegie? Ma roba da matti!»

Informazioni su marisasalabelle

Sono nata a Cagliari il 22 aprile 1955. Vivo a Pistoia. Insegno. Mi piace leggere e scrivere.
Questa voce è stata pubblicata in diario, politica e contrassegnata con , , , , . Contrassegna il permalink.

6 risposte a Ciliegie

  1. Alessandro Gianesini ha detto:

    Ma roba da matti: adesso non si è più liberi di mangiare ciliegie? Ora che sono di stagione, poi?

    🤣🤣🤣

  2. marisasalabelle ha detto:

    Infatti, è quello che penso anch’io! 😦

  3. wwayne ha detto:

    Mangiare ciliegie mentre si parla di bambini morti è un comportamento inopportuno. Tuttavia, per rendersene conto bisogna avere un briciolo di sensibilità e di empatia: se invece ti manca anche quel briciolo, a quel punto non ci troverai nulla di male nel compiere un’azione di questo tipo, e rimarrai sinceramente sorpreso quando qualcuno ti farà notare che sei stato sgradevole.
    Di conseguenza, secondo me in questo caso è sbagliato prendersela con Salvini. Non perché il suo comportamento non sia da condannare, ma perché a mio giudizio lui era profondamente inconsapevole della gravità di ciò che stava facendo.
    Inoltre, consiglio alla sinistra di non calcare troppo la mano su questa vicenda. Anche quando c’era Berlusconi gli uomini di sinistra cavalcavano ogni sua gaffe pur di attaccarlo, senza capire che così lo facevano passare da perseguitato e quindi lo rafforzavano anziché indebolirlo: se con Salvini faranno la stessa cosa, dimostreranno che vent’anni di legnate sui denti da parte di Berlusconi non gli hanno fatto imparare la lezione.
    Peraltro, che la sinistra la cavalchi o meno, dubito fortemente che questa vicenda possa far perdere anche solo un voto a Salvini: gli italiani gli hanno visto fare cose infinitamente più gravi e hanno continuato comunque ad esaltarlo, quindi figuriamoci se saranno 2 ciliegie a farli disamorare.

    • poetella ha detto:

      C’è sempre da dire, poi, che chi si somiglia si piglia…
      O, come si dice, io nun me la pijo co’ te ma co’ chi te mette ‘e scarpe ‘a matina…
      (parlando romanaccio…)

      A buon intenditor…

      • wwayne ha detto:

        Ah, sono totalmente d’accordo: l’amore profondo che molti italiani provano per Salvini dipende anche dal fatto che si rivedono perfettamente in lui. Questo perché, come ho scritto anche nel terzultimo post della signora Salabelle, la mentalità della Lega (basata essenzialmente sullo slogan del “cazzi loro”) coincide alla perfezione con la mentalità egoista e menefreghista di molti italiani.
        La sinistra invece non ha più nessuna mentalità e nessuna ideologia, perché da protettori del popolo basso e del proletariato i partiti di sinistra si sono trasformati in proni esecutori dei diktat dell’Europa della Merkel e dei finanzieri di Bruxelles; perciò gli operai li hanno abbandonati. Oggi si sono trasformati in supponenti radical-chic, intellettualoidi che si arrogano il diritto di possedere la Verità in assoluto e trattano da imbecilli tutti gli altri. Anche questo ha loro alienato molti dei precedenti elettori, e se riescono a governare ancora è per lo squallido inciucio che hanno fatto con i 5 stelle, loro acerrimi nemici fino al giorno prima.

  4. recensioni53 ha detto:

    Trovo anche io che sia essenzialmente un problema di empatia. Merce rara in ogni mercato.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...