Canzone per la primavera

Bersagliati da parole d’ordine contraddittorie, con la voce registrata del sindaco che mattina e sera passa sotto casa a intimarci di stare a casa e di uscire solo per comprovata necessità, con le librerie che riaprono, anzi non riaprono, anzi riaprono un po’ sì e un po’ no, coi supermercati dove è permesso andare ma se si compra un solo oggetto (magari non c’eravamo accorti che era finito l’olio, può succedere) prendiamo la multa, coi cani e i bambini che possono passeggiare ma se siamo troppo lontani da casa anche nel deserto ci fanno la multa, con i morti che non calano e la conferenza stampa serale che continuiamo ad ascoltare pur sapendo che è assolutamente inattendibile, con l’emergenza che è ancora grave e la ripartenza che bisogna preparare alla svelta e ogni giorno una nuova ordinanza, nazionale, regionale, comunale o di condominio,
com’è che non riusciamo più a volare
com’è che non riusciamo più a volare…

Informazioni su marisasalabelle

Sono nata a Cagliari il 22 aprile 1955. Vivo a Pistoia. Insegno. Mi piace leggere e scrivere.
Questa voce è stata pubblicata in diario, virus e contrassegnata con , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

11 risposte a Canzone per la primavera

  1. poetella ha detto:

    C’è rimasta solo la fantasia… e i ricordi.
    Viva Faber!

  2. Apparentemente ha detto:

    La voce del sindaco? Come quelli che passano con il camioncino delle verdure? 😂
    Ma dai..
    Del resto ho già commentato,anzi aggiungerei che anche la protezione civile (almeno qui) ha velleità poliziesche…la terra dei cachi la terra dei cachi

  3. marisasalabelle ha detto:

    Esatto, come il verduraio e l’arrotino, mattina e sera: “Sono il vostro sindaco. State a casa…”

  4. recensioni53 ha detto:

    Almeno questo a me è risparmiato!!!!

  5. marisasalabelle ha detto:

    E pensa che io quel sindaco non l’ho neanche votato… 😉

  6. endorsum ha detto:

    bella domanda 🙂

  7. zapgina ha detto:

    Nella conferenza stampa odierna Zaia ha detto che torneremo in spiaggia. Senza plexiglas! E, per un momento, ho pensato di amarlo (quasi) … e subito dopo ho capito quanto siamo messi male!

  8. marisasalabelle ha detto:

    Hmm…la vedo brutta la stagione balneare quest’anno! Meglio la montagna!

  9. Paola Bortolani ha detto:

    Grazie, Fabrizio ha sempre la parola giusta

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...