Nuove letture

Il mio 2020 da lettrice è cominciato con alcuni libri bellissimi. Il primo è stato Un’odissea, di Daniel Mendelsohn. Daniel Mendelsohn è un professore universitario di letteratura classica e quando decide di tenere un corso sull’Odissea suo padre gli chiede il permesso di assistere alle lezioni. Il libro è allo stesso tempo il resoconto del corso, con l’analisi di vari aspetti del capolavoro di Omero, gli interventi degli studenti e quelli polemici, spiazzanti, dell’anziano padre, che danno luogo a gustose scenette, e una riflessione sui rapporti padre-figlio: quelli tra Ulisse e Telemaco, quelli tra Ulisse e Laerte, e quelli tra Daniel e suo padre. Un libro impegnativo, molto bello, a tratti divertente, che ti fa venire voglia di rileggere al più presto l’Odissea. Il guaio di questi libri che parlano di altri libri è che innescano delle wish list infinite…
Un altro romanzo bellissimo che ho letto in questo inizio d’anno è La vita gioca con me, di David Grossman. L’autore israeliano è uno dei miei preferiti in assoluto: rimasi folgorata da Vedi alla voce: amore, nei lontani anni ’80, quando sia io che Grossman eravamo molto giovani (abbiamo circa la stessa età) e lui era già un autore visionario e capace di creare mondi. Come fa anche con La vita gioca con me, la storia di una famiglia che cerca tra grandi difficoltà di ritrovare la sua unità tornando nei luoghi da cui proviene e dove è successo qualcosa di indicibile. Con due straordinarie figure di donne, Vera e Nina, madre e figlia, dure e fragili, unite da legami strettissimi e dolorosi.
Mi è piaciuto molto anche Una passeggiata nella Zona,di Markijan Kamyš, che narra di coloro che si addentrano nel territorio interdetto intorno alla centrale di Chernobyl, per trascorrervi un pomeriggio o giorni interi, in mezzo alla vegetazione che cresce rigogliosa o sotto una coltre di neve, a visitare le città fantasma, a vedere le ciminiere e il famigerato sarcofago che racchiude il reattore e le macerie contaminate.
Non crediate però che mi sia limitata a questi tre libri: al momento sono a quota 9 ed entro la fine del mese conto di finirne come minimo altri due.

Informazioni su marisasalabelle

Sono nata a Cagliari il 22 aprile 1955. Vivo a Pistoia. Insegno. Mi piace leggere e scrivere.
Questa voce è stata pubblicata in diario, leggere e contrassegnata con , , , , , . Contrassegna il permalink.

10 risposte a Nuove letture

  1. Fritz Gemini ha detto:

    Ciao Marisa
    non ho mai letto nulla di Grossmann. Con quale titolo suggerisci di cominciare? Grazie. Pietro

  2. marisasalabelle ha detto:

    È un grandissimo scrittore. Per me il suo capolavoro è Vedi alla voce: amore, un libro molto complesso, con diverse voci narranti e diversi registri linguistici; è la storia di un bambino che cresce in Israele negli anni ’50/60 del Novecento completamente soggiogato dall’idea della “belva nazista” di cui parlano continuamente i suoi parenti e che lui crede sia un animale vero e proprio; poi parla di uno scrittore, Bruno Schulz, che viveva in una piccola città della Polonia settentrionale, poi di un gruppo di amici che avevano scrittouna serie di romanzi per ragazzi… naturalmente tutto si lega in qualche modo. Io ne sono stata conquistata. Ma sono molto belli anche gli altri suoi romanzi, potresti provare con questo La vita gioca con me, che è uscito da pochissimo per Mondadori ed è una storia un po’ più tradizionale, ma molto, molto bella.

  3. cristinabia ha detto:

    Ho letto anche io Vedi alla voce: amore, e anche Qualcuno con cui correre, oltre a una raccolta di articoli, i primi due li ho amati moltissimo, gli articoli, forse erano troppi tutti insieme, mi hanno lasciato più perplessa. Mamma mia che lettrice! Il primo sull’Odissea mi ispira tantissimo, me lo segno!

  4. marisasalabelle ha detto:

    È molto bello, vedrai. E leggi anche l’ultimo di Grossman! E A un cerbiatto somiglia il mio amore

  5. Grossman è un autore che ho in lista tra i prossimi da scoprire. Grazie per la segnalazione!

  6. Paola Bortolani ha detto:

    Condivido la passione per Grossman, scattata tanti anni fa con lo stesso libro (mi allineo anch’io anagraficamente). Grazie per gli altri suggerimenti, per me inediti

  7. libra63clan ha detto:

    Questo libro di Mendelsohn lo ho puntato da tempo, visto in libreria ma non comprato, mi aveva colpito e incuriosito, e il tema del rapporto col padre mi sta sempre a cuore. Grossmann piace molto anche a me, ma da qualche anno lo trascuro…

  8. marisasalabelle ha detto:

    Il libro di Mendelsohn è davvero bello, e se ti interessa il rapporto padre-figlio, ti consiglio di leggerlo. Quanto a Grossman, mi sono dilungata nei commenti sopra… è uno dei miei scrittori preferiti, anche se non ho letto tutti i suoi libri. La vita gioca con me è uno dei suoi migliori, almeno di quelli che ho letto io.

Rispondi a Paola Bortolani Cancella risposta

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...