Killing me softly

Elogi per i miei libri ne ho ricevuti tanti, abbastanza per saziare il mio famelico ego. Anche critiche, eh, ça va sans dire. Dal banale «scrivi benissimo» che tutti mi ripetono fin da quando avevo sette anni, a complimenti per la storia narrata, per la struttura a incastro, per il carattere dei personaggi, per la scelta dei nomi di persona… Insomma, posso essere contenta, davvero. Ma il complimento più bello, quello cui ogni scrittore anela nel suo cuore, me l’ha fatto ieri una signora:
«Volevo chiederti… è una sensazione che ho provato sia leggendo il tuo primo libro che questo… mi sono riconosciuta in tante cose, in tanti piccoli dettagli, in quel mondo che hai raccontato e che è il mio e mi sono chiesta: ma come fa, lei, a sapere tutto questo di me?»

Strumming my pain with his fingers
Singing my life with his words
Killing me softly with his song
Killing me softly with his song
Telling my whole life with his words
Killing me softly with his song

Informazioni su marisasalabelle

Sono nata a Cagliari il 22 aprile 1955. Vivo a Pistoia. Insegno. Mi piace leggere e scrivere.
Questa voce è stata pubblicata in diario, leggere, romanzo, scrivere e contrassegnata con , , , . Contrassegna il permalink.

7 risposte a Killing me softly

  1. marisasalabelle ha detto:

    Com’era giovane Hugh Grant!

  2. Misteryously ha detto:

    Il mio esce la prossima settimana ti dirò le mie emozioni a riguardo. Piacere mi chiamo Paola

  3. marisasalabelle ha detto:

    Piacere, Paola, e congratulazioni!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...