Musica a palla

Oggi vado a trovare la mamma. Suono al citofono, aspetto quelli che chiamo i suoi «tempi di reazione»: nulla. Suono di nuovo e intanto tiro fuori dalla borsa le sue chiavi. Apro il portone, salgo le scale, apro la porta dell’appartamento. Un sound da discoteca mi investe. Chiamo: mamma!, nessuno risponde. In salotto non c’è. Mi dirigo verso la porta che separa la zona cucina-ripostiglio dal resto della casa. È chiusa. La apro e fatti pochi passi trovo la porta della cucina vera e propria. È chiusa. La apro, mi affaccio: mamma! Mia madre è seduta al tavolino, gli occhiali sopra la testa, impegnatissima a fare le parole crociate. La radio diffonde musica a palla.
«Mamma, sono io…»
Alza gli occhi, mette a fuoco. «Oh, Marisa! Non ti ho sentita arrivare!»

Informazioni su marisasalabelle

Sono nata a Cagliari il 22 aprile 1955. Vivo a Pistoia. Insegno. Mi piace leggere e scrivere.
Questa voce è stata pubblicata in diario e contrassegnata con , , , , . Contrassegna il permalink.

9 risposte a Musica a palla

  1. Gufo a molla ha detto:

    Aahhaah, lei non avrebbe da lamentarsi contro i bar del centor che tengono la musica a palla finon alle ore piccole!

  2. marisasalabelle ha detto:

    È una vecchietta sprint…

  3. Harley ha detto:

    Tua mamma è rock… 🙂

  4. Sara Provasi ha detto:

    Fortissima! 😂😂😂
    A volte mi capitano situazioni simili, ma con gli auricolari xD

  5. marisasalabelle ha detto:

    No, mamma niente auricolari. Tutta disco music!

  6. Disatrazioni, divertimenti, radiofoniche?

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...