Bravi tutti

Non è facile scrivere un post divertente quando il mondo sta saltando in aria, perciò non lo farò. Siamo nelle mani di folli: di un presidente americano che dice, sapete cosa, di presidiare il confine siriano non me ne può fregar di meno, arrivederci e grazie, salvo due giorni dopo scandalizzarsi perché il feroce Saladino ha deciso di invaderlo, quel confine. Di un presidente turco che chiama Fonte di Pace un attacco violentissimo contro una popolazione, quella curda, che a quanto pare non ha diritto a una terra, a un suo Stato e probabilmente neanche a vivere. Della “civilissima Europa” che si sgomenta per i poveri curdi, ma decide di far buon viso per evitare di vedersi rovesciare addosso tre milioni di profughi che ha affidato al turpe dittatore. Bravi tutti!
P.S.: ehi, ma non sarà che poi gli jihadisti approfitteranno di questo casino per ricominciare a mettere bombe in casa nostra? Eh, no!

Informazioni su marisasalabelle

Sono nata a Cagliari il 22 aprile 1955. Vivo a Pistoia. Insegno. Mi piace leggere e scrivere.
Questa voce è stata pubblicata in diario e contrassegnata con , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

4 risposte a Bravi tutti

  1. wwayne ha detto:

    Il fatto che Erdogan tenga per le palle l’Europa intera minacciandola di gettarle addosso 3 milioni di profughi la dice lunga su quanto sia inapplicabile l’ideologia di chi vorrebbe porte aperte per tutti e dappertutto. Se bastano 3 milioni di siriani a gettare nel panico l’intera Europa, provi a immaginare cosa succederebbe se avessero totale libertà di migrazione non soltanto loro, ma pure africani, sudamericani eccetera.
    Attenzione: la mia contrarietà nei confronti dell’immigrazione incontrollata non mi fa perdere di vista il fatto che criminalizzare i migranti, sbeffeggiarli e insultarli con epiteti razzisti è profondamente sbagliato. Ma come è pericoloso il razzismo, allo stesso modo è pericoloso tentare di applicare degli alti ideali che magari in teoria sarebbero pure nobili, ma poi se vengono messi in pratica creano tanti di quei problemi che il gioco non vale la candela.

  2. wwayne ha detto:

    P.S.: Sul TGT di Italia 7 hanno appena mandato un servizio molto ostile nei confronti di don Biancalani. Senza neanche curarsi di celare il suo disprezzo, il giornalista ha evidenziato che la scelta del Suo amico di trasformare la chiesa in un dormitorio mettendo dei materassi sul soppalco ha indotto molti fedeli ad attuare una FUGA (testuali parole) dalla sua parrocchia. Segue naturalmente un’intervista a un anziano indignato, che invita il prete a pensare anche ai pistoiesi e non solo ai migranti.

  3. marisasalabelle ha detto:

    Grazie per avermi segnalato il servizio, l’ho visto ora su internet. Non l’ho trovato particolarmente ostile. È vero che molti parrocchiani hanno smesso di frequentare Vicofaro, ma al posto loro sono arrivati molti volontari che aiutano Massimo nella sua attività verso gli immigrati. La sua è una scelta divisiva, è vero, tuttavia gli italiani che non apprezzano il suo impegno nei confronti dei migranti hanno la possibilità di frequentare altre chiese, mentre i migranti ospitati qui non hanno altri posti dove stare. La dissennata politica di Salvini, smantellando tanti centri di accoglienza e privando del permesso di soggiorno tanti che l’avevano ma si trovavano per esempio disoccupati ha avuto l’effetto di creare più irregolari e più senzatetto di prima.
    Quanto al fatto che i ragazzi dormano in chiesa, io lo trovo bello, quella chiesa enorme è diventata un rifugio per loro… l’alternativa è che dormano alla stazione o nel giardino pubblico. Probabilmente in chiesa stanno meglio e disturbano meno la quiete pubblica!

  4. Sono purtroppo ancora ignorante su questa guerra al Mondo ma penso, intendo e sento che nel momento in cui sto scrivendo, domenica 27 Ottobre 2019 la situazione sia già stata lavorata un po’ in onestà di coscienza creativa e sia meno drammatica, meno estrema, comunque grazie per il tuo punto di vista di politica reale, ricordiamoci di chi lavora per il futuro più felice in Siria, dai soldati che si fanno anche troppo male mentre combattono per ciò in cui Credono in realtà, alla fine diplomazia in onestà di coscienza creativa e a tutti coloro che umanamente, umanitariamente, umanizzantemente soffrono, provano male, lavorano per poter vivere più felicemente realtà più Abbellite/Abbruttite, più Idealizzate, in armonia con la Vita, la Natura, la Morte anche in Siria, in realtà buona domenica 🙂

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...