Spirito di servizio

Sono tutte persone umili, generose, che si mettono al servizio della comunità senza pretendere nulla in cambio, che non amano la visibilità, che desiderano solo dare il proprio contributo disinteressato. A loro non importa apparire, vogliono solo essere utili, preferibilmente nell’ombra. Uno, per esempio, un giorno disse: entro nel vostro partito, per puro spirito di servizio, ma badate: se non fate quello che voglio io me ne vado come son venuto. Un altro faceva tutto il possibile per il bene del suo Paese, era disposto a qualsiasi sacrificio, persino a nutrirsi di cibo spazzatura e a passare lunghe giornate in spiaggia, col caldo implacabile d’agosto e la sabbia che ti si infila dappertutto. Voglio più potere, disse, ma gli altri non la presero bene: che doveva fare? Infine, un altro bravo ragazzo fu di grande aiuto per la nascita del nuovo governo, nonostante avesse sempre detestato coloro che scelse come nuovi alleati: ma quando capì che questo suo sacrificio fatto, anche nel suo caso, per il bene esclusivo del Paese, non gli stava fruttando gli onori dovuti, dovette andarsene. E chi può biasimarlo?

Informazioni su marisasalabelle

Sono nata a Cagliari il 22 aprile 1955. Vivo a Pistoia. Insegno. Mi piace leggere e scrivere.
Questa voce è stata pubblicata in diario e contrassegnata con , , , . Contrassegna il permalink.

5 risposte a Spirito di servizio

  1. wwayne ha detto:

    Se Renzi fosse rimasto nel PD, a quel punto al tavolo si sarebbero seduti soltanto Conte, Di Maio e Zingaretti. Dopo la scissione invece questi 3 sono costretti a far partecipare anche lui, ed è esattamente quello che Renzi voleva: un posto in prima fila, che potesse gratificare il suo ego smisurato e il suo smodato bisogno di apparire. Ma la storia dice che chi si stacca da un grande partito per fondarne uno suo ha vita brevissima, sia a destra che a sinistra: Renzi non è assolutamente in grado di rompere questa tradizione negativa, perché la sua popolarità è colata a picco da ormai 3 anni. L’unico a non essersene accorto è proprio lui.

  2. Giuseppe La Mura ha detto:

    deve esserci qualcosa nell’aria…non è possibile che tutti soffrano di protagonismo…

  3. wwayne ha detto:

    Chi sceglie di fare un lavoro come quello del politico un po’ di protagonismo e di narcisismo deve avercelo per forza. Il problema è quando questi difetti sono presenti in maniera esagerata, e non sono neanche compensati da chissà quale abilità politica (come nel caso dei due Mattei).

  4. Basta avere Cuore altruista, onestà in coscienza creativa, la forza e la volontà di lavorare senza che sia troppo poca, senza che sia troppa, poi bisogna naturalmente aver studiato in realtà, ricordato in realtà l’argomento di Politica reale che si deve lavorare ed essere consapevoli che non si può sapere tutto, in realtà buonasera, buon lavoro! ❤ … ❤

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...