Ma davvero

Per la serie “Il mondo alla rovescia” la puntata di oggi si presenta interessante. C’è una nave in mezzo al mare: oggi è più vicina alla costa di ieri grazie all’iniziativa di una Capitana, il contraltare femminile del più famoso Capitano. Che chiaramente schiuma dalla bocca ed emana vapore dal naso: chi ha permesso a quella donnuccia di forzare il SUO blocco? Il blocco in verità non esiste, la legge è dalla parte della Capitana, e lui lo sa benissimo. Ciò non gli impedisce di berciare, di dire che si è rotto le palle, di chiamare “sbruffoncella” una donna coraggiosa che gli tiene testa, di minacciare sfracelli, seguito a ruota dall’amica Giorgia, che gli occhi di fuori ce li ha per natura, ma quando sbraita le vengono più fuori che mai. Affondare le navi! Rimpatriare i profughi! Neanche a Natale! La pacchia è finita!
Ma davvero, davvero noi italiani ci riconosciamo in queste grottesche figure, in questi soggetti bercianti, davvero non proviamo disgusto quando li sentiamo urlare improperi, davvero siamo contenti di essere rappresentati da loro?

Informazioni su marisasalabelle

Sono nata a Cagliari il 22 aprile 1955. Vivo a Pistoia. Insegno. Mi piace leggere e scrivere.
Questa voce è stata pubblicata in diario, migrazioni e contrassegnata con , , , , , . Contrassegna il permalink.

11 risposte a Ma davvero

  1. lallaerre ha detto:

    purtroppo è vero che sono ancora parecchi a riconoscersi in quei miserabili…

  2. Giovanni Augello ha detto:

    A tal proposito Andrea Camilleri, giusto qualche tempo prima che lo colpisse la malattia, commentando una delle solite esternazioni del nostro “truce padano” aveva detto con solenne dignità: “Non in mio nome!”
    Mi associo dunque al grande scrittore siciliano e, per rispondere alla tua domanda, dico con forza che non mi sento affatto rappresentato da loro, anzi… mi creano persino un po’ d’imbarazzo!

  3. Menti Vagabonde ha detto:

    Non ho parole per commentare le esternazioni di tali elementi, qualificare poi la comandante “sbrufoncella”…questo è il peggio o deve ancora arrivare?

  4. wwayne ha detto:

    Sul Fatto quotidiano di oggi Travaglio si è abbattuto su Carola con una scarica di randellate. Il succo del suo discorso è che lei ha incontrato ben 2 porti sicuri prima di arrivare a Lampedusa, e quindi se ha fatto rotta verso l’Italia (allungando a dismisura i giorni di navigazione e quindi le sofferenze dei suoi migranti) lo ha fatto solo e unicamente come provocazione politica. Segue poi un invito alle sinistre ad informarsi meglio prima di sceglierla come loro beniamina.
    Che anche Travaglio (come molti italiani) abbia deciso di mollare i grillini per la Lega?

  5. marisasalabelle ha detto:

    Guarda, all’inizio Travaglio mi piaceva. Era critico nei confronti del potere, informato, preciso, attendibile. Una volta sono persino andata ad ascoltarlo in teatro. Parlo di circa 20 anni fa. Poi con l’andare del tempo è diventato sempre più torvo, aspro, inacidito. Non lo sopporto più.

  6. BlonderLinee ha detto:

    Bellissime parole. Sottili e delicate mandano a quel paese l’Italietta del capitano

  7. wwayne ha detto:

    https://it.yahoo.com/notizie/la-gdf-contro-carola-rackete-065404769.html
    Contro Carola si è messo anche un anti – salviniano di ferro come Patronaggio (quello che l’aveva indagato per il caso Diciotti). Temo proprio che qualche anno di galera non glielo levi nessuno.

  8. marisasalabelle ha detto:

    Ci sarà un processo, immagino. E in ogni caso ammiro che rischia del suo per ciò in cui crede. Mentre a suo tempo Salvini al processo si è sottratto grazie a un’indegna pagliacciata dei suoi alleati di governo. Ti raccomando la lettura di un libro mai attuale come ora: L’obbedienza non è più una virtù, di Lorenzo Milani

    • wwayne ha detto:

      L’obbedienza alle leggi non è mai stata una virtù nel 100% dei casi. Già ai tempi degli antichi greci c’era la tragedia di Antigone, costretta a scegliere se obbedire alla legge scritta o a quella non scritta.
      La ringrazio per la dritta, e la ricambio consigliandoLe un film basato anch’esso sul conflitto tra legge scritta e legge morale: American Hustle. Grazie per la risposta! 🙂

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...