Murakami

Murakami è lento. È talmente minuzioso che si preoccupa di descrivere ogni piatto che i suoi personaggi, generalmente giovani maschi single, si preparano per i loro pasti solitari e frugali, oltre a informarci del fatto che si sono strofinati a dovere dietro le orecchie mentre facevano la doccia. Ha l’irritante abitudine di inserire nei suoi romanzi piccoli esseri dalle sembianze umane, alti non più di sessanta centimetri, uomini grandi e grossi che si intrattengono in lunghe conversazioni con delle pietre, giovanotti che si fanno rinchiudere in pozzi sotterranei per riflettere meglio sulla vita.
Io l’adoro. E ora che ho finito il primo volume de L’assassinio del Commendatore, devo assolutamente procurarmi il secondo nel minor tempo possibile!

Informazioni su marisasalabelle

Sono nata a Cagliari il 22 aprile 1955. Vivo a Pistoia. Insegno. Mi piace leggere e scrivere.
Questa voce è stata pubblicata in diario, leggere e contrassegnata con , . Contrassegna il permalink.

9 risposte a Murakami

  1. liveeread ha detto:

    Murakami è una lettura che incanta anche me! Sto aspettando il mood giusto per prendere in mano “L’uccello che girava le viti del mondo”!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...