Domande esistenziali

La vita è piena di misteri, lo sappiamo. Domande esistenziali, destinate il più delle volte a rimanere senza risposta. Per quanto mi riguarda, una delle più pressanti è: perché, se entrando in casa lascio la borsa sulla cassapanca dell’ingresso e salgo di corsa le scale per andare in camera a cambiarmi, non appena sono in cima sento il suono del cellulare, ovattato da sciarpa, cappello e guanti che lo avvolgono, risuonare dall’interno della suddetta borsa? La seconda, in ordine di importanza, è la seguente: perché, se mi precipito giù per rispondere, e frugo disperatamente alla ricerca dello smartphone, ritrovandomi tra le mani portafogli, fazzoletto, chiavi e altri ammennicoli, non appena lo agguanto quello smette di suonare?

Informazioni su marisasalabelle

Sono nata a Cagliari il 22 aprile 1955. Vivo a Pistoia. Insegno. Mi piace leggere e scrivere.
Questa voce è stata pubblicata in diario e contrassegnata con , , , . Contrassegna il permalink.

6 risposte a Domande esistenziali

  1. Maryella B. ha detto:

    Uno dei grandi interrogativi dell’umanità che non posso non condividere abitando in un appartamento in due piani ahahah

  2. annaecamilla ha detto:

    Ottima e meravigliosa domanda, percheeeeee😭

  3. wwayne ha detto:

    E’ la legge di Murphy. 🙂

  4. Harley ha detto:

    Non per caso avvengono certe cose..

  5. marisasalabelle ha detto:

    Vedo che succede a tutte… soprattutto a quelle che possiedono una borsetta!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...