Due ciabattine

Nel letto ospedaliero, tutto sponde di plastica e meccanismi per alzare e abbassare schiena e piedi, con una testata fitta di pulsanti e lucine che sembra un albero di Natale, la zia è piccolissima. Dorme. Il suo viso abbronzato e compatto sembra una prugna o una pesca vellutata. I capelli grigio ferro sparsi sul cuscino, la maglietta con le parole di Imagine, un paio di buffi calzoncini a righe. Le braccia esili, la mano ad artiglio, ricordo di un brutto incidente sugli sci che le lesionò un nervo, le gambe scure, snelle, senza un filo di cellulite, le ginocchia lisce come quelle di una bambina. Sotto il letto, due ciabattine di plastica gialla. Che numero sarà? Il 34, il 35?

Informazioni su marisasalabelle

Sono nata a Cagliari il 22 aprile 1955. Vivo a Pistoia. Insegno. Mi piace leggere e scrivere.
Questa voce è stata pubblicata in diario e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...