Sintetica

Mia madre è sempre stata sintetica nelle comunicazioni telefoniche. Penso che la sua laconicità sia il retaggio di antiche abitudini. Di quando, a Cagliari, avevamo il Duplex, e bisognava fare telefonate brevi per non tenere occupato l’apparecchio che l’altro utente avrebbe potuto reclamare. O di quando si temeva che la bolletta salisse a livelli disumani (Non parlare troppo, è un’interurbana, chissà quanto ci costa!). O forse il telefono, dopo tanti anni, le mette ancora soggezione. Non so.
«Mamma, scusami, ma oggi non ti posso accompagnare a comprare le scarpe, perché»
«Non importa!»
«Perché devo andare»
«Non c’è fretta!»
«Con la Francesca dal»
«Andiamo un’altra volta!»
«Veterinario…»
«Ciao.»

Annunci

Informazioni su marisasalabelle

Sono nata a Cagliari il 22 aprile 1955. Vivo a Pistoia. Insegno. Mi piace leggere e scrivere.
Questa voce è stata pubblicata in diario e contrassegnata con , , , , . Contrassegna il permalink.

3 risposte a Sintetica

  1. era la generazione!!! anche mia mamma faceva così…. il duplex, quanto lo odiavo, che alla sera, quando volevo telefonare alla mia amica, la vecchietta gemellata con noi stava un’ora al telefono col figlio….

  2. tramedipensieri ha detto:

    …ma era il telegrafo! 😀

  3. marisasalabelle ha detto:

    Sì, forse è un dato generazionale… il telefono telegrafico! 😀

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...