Crepitavano melodrammi

Durante un’iniziativa intitolata L’anno che verrà, alcuni editori presentano le prossime uscite. Vado a sentire col mio quadernetto, per segnarmi titoli che possano destare la mia curiosità di lettrice. Ecco qui una simpatica conversazione tra l’editore, l’editor e l’autore di un romanzo che sarà presto in libreria. L’editor, come ognuno sa, è quel tipo che si prende cura del manoscritto da pubblicare e dialoga con l’autore a proposito di eventuali correzioni da fare, che vanno dai più banali refusi ad aggiustamenti lessicali o relativi alla punteggiatura, a più importanti rilievi e suggerimenti sul contenuto e l’impostazione del testo.
«Sono molto riconoscente al mio editor» dice infatti lo scrittore. «Se non fosse stato per lui, che si è stabilito a casa mia e ha dormito sul mio divano per quattro mesi, svegliandomi nel cuore della notte per condividere con me le sue idee brillanti, il mio romanzo non avrebbe visto la luce. È lui che mi ha spinto a dare il meglio di me, rileggendo infinite volte il mio manoscritto, segnalandomi a ogni piè sospinto improprietà lessicali, costrutti zoppicanti, incoerenze nella trama. Senza di lui non avrei avuto il coraggio di raccontare una storia paradossale con protagonisti Raimondo Vianello, la saponificatrice di Correggio e Tiramolla; non avrei pensato di inserire una delicata storia d’amore tra Pietro Pacciani e Biancaneve, né avrei concesso il lieto fine ai deportati di Auschwitz. Ma soprattutto, senza le quarantadue letture consecutive e le incessanti correzioni non avrei mai raggiunto il sublime livello linguistico che impreziosisce il mio testo. Se permettete, vi darò lettura di qualche brano.»
E, in effetti, il linguaggio dell’autore appare audacemente sofisticato. Ma la frase magistrale con cui si conclude il brano (I fornelli a induzione crepitavano melodrammi all’insegna della bollitura) sarà farina del suo sacco o frutto di un’attenta, meticolosa ricerca linguistica?

Quiz per i lettori. Quale delle seguenti affermazioni è vera?
1. L’editor si è stabilito a casa dello scrittore e ha dormito sul divano
per quattro mesi
2. Il romanzo contiene una storia d’amore tra Pietro Pacciani e Biancaneve
3. La frase citata tra parentesi è presente in un romanzo di prossima
pubblicazione

Annunci

Informazioni su marisasalabelle

Sono nata a Cagliari il 22 aprile 1955. Vivo a Pistoia. Insegno. Mi piace leggere e scrivere.
Questa voce è stata pubblicata in diario, leggere e contrassegnata con , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...