Fascismo, ovvero: questo post non fa ridere.

Jair Bolsonaro è il nuovo presidente del Brasile. Matteo Salvini esulta: finalmente anche in quel grande paese la sinistra è sconfitta!
Il Brasile ha sopportato per molti anni una dittatura militare-fascista di estrema durezza. Quando ero ragazza alcuni miei amici erano missionari in Amazzonia e grazie ai loro racconti e ai libri e ai documenti che ho avuto occasione di leggere sono venuta a conoscenza delle carcerazioni, delle torture, delle infamie perpetrate da quel regime. A metà degli anni ’80 il Paese è tornato alla democrazia, nei primi anni Duemila c’è stata l’esperienza di Lula, seguito da Dilma Rousseff: in seguito ad accuse di corruzione la Rousseff è stata destituita e Lula attualmente è in carcere. Oggi trionfa un ex militare, un uomo di estrema destra, razzista, omofobo, sessista. A parte lo sconcerto di fronte alla scelta compiuta da un popolo uscito da appena trent’anni da un feroce regime, colpisce il favore con cui questo personaggio viene visto dai nostri governanti.
Del resto in Italia aumentano esponenzialmente le manifestazioni fasciste, come quella del 28 ottobre a Predappio, dove sono state messe in vendita e indossate con orgoglio simpatiche T-shirt col l’immagine tristemente famosa del lager di Birkenau, accompagnate dalla scritta, in caratteri disneiani, “Auschwitzland”.
Mentre l’Europa tardivamente mette al bando i movimenti ispirati al fascismo, una deputata italiana minaccia di querelare chiunque oserà parlar male del suo amato nonnino, Benito Mussolini.

Annunci

Informazioni su marisasalabelle

Sono nata a Cagliari il 22 aprile 1955. Vivo a Pistoia. Insegno. Mi piace leggere e scrivere.
Questa voce è stata pubblicata in diario e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

14 risposte a Fascismo, ovvero: questo post non fa ridere.

  1. tramedipensieri ha detto:

    Peggio di così non cos’altro possa aggingersi.
    Ma la stragrande maggioranza che spero e auspico non sia di questa tipologia…dov’è??

  2. marisasalabelle ha detto:

    È quello che vorrei sapere anch’io

  3. wwayne ha detto:

    Il problema è che la maggioranza silenziosa sta con gli estremisti, non con i moderati. È in atto un imbarbarimento della popolazione mondiale, ovviamente causato dalla crisi economica: i partiti tradizionali e moderati di tutto il mondo non hanno saputo risolverla, quelli estremisti sono stati bravissimi a cavalcare la rabbia dei cittadini nei loro confronti, e l’exploit mondiale dei populisti sta tutto qui.
    La verità? Almeno per quanto riguarda l’Italia, ci godo come un riccio. I partiti tradizionali si meritavano in pieno i calci nelle palle che hanno preso dagli elettori, e quelli estremisti stanno prendendo dei provvedimenti che mi mandano in brodo di giuggiole solo a sentirli.
    E poi, glielo confesso, per me anche il peggior partito di destra sarà sempre meglio di uno di sinistra. Ad esempio, non mi è piaciuto Salvini quando ha tenuto con il fiato sospeso i migranti della Diciotti per giorni e giorni, ma la Boldrini che li chiamava risorse e ci invitava ad unirci a loro in un bel girotondo a cantare We are the world era proprio di una retorica insopportabile. E infatti Salvini ha preso SEI VOLTE i voti di Liberi e Uguali.

  4. marisasalabelle ha detto:

    Sono d’accordo con la prima parte del tuo commento. Per il resto no, come puoi immaginare. Non posso godere della situazione presente perché la vedo molto negativa e pericolosa sotto tanti punti di vista. Quanto a Boldrini, sarà forse retorica, ma molto meglio di Salvini. Su questo punto siamo irrimediabilmente ai poli opposti. Quindi per adeguarmi ai metodi del tuo amico concludo mandandoti tanti bacioni.
    P.S.: presto posterò una mia foto in cui mi avvento su un panino al salame, come fa quel raffinato gentleman

  5. lallaerre ha detto:

    da molti anni non mi sento e non mi sono sentita rappresentata da nessuna forza politica sedicente di sinistra, ma da qui ad accettare l’imbecillità e l’incompetenza del nulla da un lato e la barbarie della destra estrema dall’altro, ce ne corre. Probabilmente perché il problema non è solo economico, ma anche profondamente culturale, dove sono stati fatti i danni più gravi sul piano collettivo, che saranno anche quelli più lentamente riparabili. Una situazione, non solo italiana, veramente disastrosa. Davvero non c’è niente da ridere.

  6. marisasalabelle ha detto:

    Proprio così, è un fenomeno mondiale, un degrado culturale e morale che non so dove ci porterà

  7. lallaerre ha detto:

    quando tutto sembra fondarsi sul culto dell’ignoranza, quale emblema di “democrazia”, sulla negazione e sul rifiuto di quello che ci fa umani, ossia la capacità di riflettere su se stessi e su quello che ci circonda, è difficile vedere prospettive di segno positivo, immaginare un’umanità in grado di uscire da logiche di potere che oggi stanno raggiungendo livelli anche fortemente patologici, oltre che ignobili.

  8. marisasalabelle ha detto:

    eppure qualche piccolo segnale si intravede qua e là, nel mondo e anche in Italia: a Berlino, a Londra ci sono state manifestazioni imponenti, in Italia qualcuno comincia a essere stufo di questo andazzo… io non sono per natura molto ottimista, ma dico: forse, forse, non è troppo tardi…

  9. Lucio Mayoor Tosi ha detto:

    Sapete quanto dà fastidio a un elettore 5stelle sentirsi dare così affrettatamente del fascista? Tanto, ma davvero tanto! Tenete conto tanti provengono dalla sinistra, e forse al cambiamento ci credono, ci stanno provando a causa di una sinistra non più di sinistra. Poi, se dite Salvini, il discorso cambia. Ma allora con meno spocchia il PD avrebbe potuto tentare un avvicinamento… cosa impossibile allo stato odierno di quel partito che ai vertici ha solo democristiani. Cordialmente.

  10. marisasalabelle ha detto:

    Non mi pare che nel post si dica che gli elettori 5stelle sono fascisti. So che molti provengono dalla sinistra, per me hanno fatto la scelta sbagliata, tuttavia le opinioni politiche sono libere. Mi sento però autorizzata a criticare gli atti di chi governa.

    • Lucio Mayoor Tosi ha detto:

      Of course. Io rispondo qui e là cercando di seminare dubbi, rompere facili complicità. A me piace quello che si sta tentando di fare con questo governo, particolarmente per l’attenzione rivolta a chi è tagliato fuori. E per la battaglia che si tenterà di fare in Europa, certo con pericoli di derive a destra ma, diciamo, i pugni sul tavolo alla Renzi ora si sono capiti meglio. Non vi è nulla di facile, particolarmente per il fatto che NESSUNO ci sta dando una mano. Ma questo lo avevamo messo in conto. Un saluto.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...