Fake news non poi tanto fake

Non ho commentato, ieri, le parole di Giuseppe Sala, il lodatissimo sindaco di Milano, orgoglio della “sinistra”. Non le ho commentate perché ero convinta che si trattasse di una fake news. Le aveva riportate La Verità, una testata della quale non mi fido, ed erano rimbalzate su altri siti di altrettanti giornali di destra piuttosto beceri. Su Repubblica e su altri siti “seri” non ce n’era traccia, o vi erano riportate in forma molto edulcorata. Ok, si tratta della solita manipolazione, ho pensato, come può un uomo di una certa cultura e, pare, di una certa impostazione, fare certe affermazioni… non è mica Salvini…
Oggi però trovo le parole di Sala riportate su Contropiano, oh, un giornale che si definisce comunista, quindi per definizione inattendibile. Nessuno le ha smentite, finora, perciò le riporto così come Contropiano le riporta dalla Verità.

Il sindaco di Milano parla degli errori della sinistra in tema di immigrazione e dichiara le sue idee per la gestione dei flussi
“Penso che sull’immigrazione la sinistra abbia sbagliato tutto. Non siamo stati per niente chiari nell’affrontare il problema. Serve un piano nazionale. E in primis bisogna distinguere tra immigrazione degli africani e altri immigrati. In Italia gli immigrati sono il 9 per cento della popolazione, a Milano il 19 per cento. Però io sfido i milanesi dicendo: quando arrivavano i filippini ti lamentavi?”.
Sono le parole rilasciate dal sindaco di Milano Giuseppe Sala a Mario Giordano sul quotidiano “La Verità”.
Il sindaco, incalzato dal giornalista, ammette:
“L’immigrazione africana porta persone che hanno livello di istruzione pari a zero e che non hanno mai lavorato. Questa è la verità. Bisogna accogliere quelli che fuggono dalle guerre”.
Al che il giornalista gli chiede:
“E gli altri? Quelli che scappano per ragioni economiche? Chiudiamo i porti?”
E Sala risponde: “Non credo che basti. La popolazione africana aumenta a dismisura”.

Belle parole, complimenti, sindaco Sala. “Bisogna distinguere tra immigrazione degli africani e altri immigrati”, “L’immigrazione africana porta persone che hanno livello di istruzione pari a zero e che non hanno mai lavorato. Questa è la verità.”
Giusto. Del resto si sa, no? I neri sono sempre stati pigri, poltroni, infingardi. Non era quello che dicevano i loro padroni, in America, prima che la schiavitù venisse abolita? E non era quello che pensavano i colonizzatori europei via via che portavano “la civiltà” in quei luoghi selvaggi dell’Africa nera? Per costringere i neri a lavorare per la raccolta del caucciù, i belgi erano costretti a tenere in ostaggio le loro donne, e a quelli che non avevano voglia di far nulla tagliavano la mano destra, e se poco poco tentavano di scappare gli tagliavano anche il piede, per sicurezza. E tuttora, gli africani non sono noti in tutti i paesi civile per la loro incorreggibile cattiva volontà e tendenza al vagabondaggio? Sono bianche infatti le schiene curve sotto il sole a raccogliere i pomodori, sono bianchi quelli che si alzano alle tre del mattino per scaricare la frutta al mercato ortofrutticolo, se sembrano neri è perché a quell’ora il sole non si è ancora alzato e i colori si confondono. Gli africani non hanno mai lavorato, questa è la verità, nemmeno al loro paese, nemmeno qui in Italia, e chi pensa diversamente ha le traveggole. Parola di Giuseppe Sala, una bandiera della Sinistra.
A proposito, Giuseppe, una domanda: quando dici che chiudere i porti non sarà sufficiente, a cosa pensi esattamente? A bombardare i porti della Libia, ad affondare barche e gommoni, a sparare agli africani che dovessero riuscire a metter piede sul nostro suolo? No, tanto per sapere, per regolarsi.

Informazioni su marisasalabelle

Sono nata a Cagliari il 22 aprile 1955. Vivo a Pistoia. Insegno. Mi piace leggere e scrivere.
Questa voce è stata pubblicata in diario, migrazioni e contrassegnata con , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

15 risposte a Fake news non poi tanto fake

  1. tramedipensieri ha detto:

    Persone che buttano aria coprendosi di bandiere (…) . Sono cavalli pazzi…cse non dicessero cavolate sparirebbero nell’oblio più profondo. E la gente se li fila ancora….

  2. marisasalabelle ha detto:

    Ma vedi, dalla destra mi aspetto la destra, mi fa schifo, ma quella è. Ma ancora più schifo è questa pseudosinistra che scimmiotta la destra… E comunque quelli di sinistra che fanno discorsi di destra non se li fila più nessuno, perché a questo punto preferiscono quelli di destra-destra

  3. wwayne ha detto:

    Soltanto su un punto concordo con Sala: ciascun paese, non solo l’Italia, dovrebbe cercare di attirare al suo interno soprattutto degli immigrati altamente qualificati. E invece succede l’opposto, dato che gli italiani stessi stentano ad ottenere alte qualifiche (l’82% non è laureato), quei pochi che le ottengono spesso emigrano, e sui titoli di studio dei migranti è meglio stendere un velo pietoso (non per colpa loro, per carità).

  4. marisasalabelle ha detto:

    Capisco quello che intendi, ma la realtà è un’altra: ci sono nel mondo milioni di persone povere e diseredate che fanno di tutto per venire nei Paesi più ricchi, magari sopravvalutando ciò che questi Paesi possono o vogliono offrire loro. Io, come sai, mi schiero dalla parte dei deboli e dei diseredati, penso che il mondo è ingiusto e che ciascuno ha diritto di cercare una vita migliore, specialmente se la sua è particolarmente dura. È questo che i migranti hanno sempre fatto da che mondo è mondo. Per il resto, so anch’io che molti immigrati sono privi di formazione e cultura, ho conosciuto ragazzi completamente analfabeti, ma ne ho conosciuto anche altri che invece al loro Paese avevano conseguito diploma e laurea. Il discorso di Sala è veramente brutto, te lo puoi aspettare da un Salvini, non dovrebbe provenire da uno che dice di essere di sinistra, anche se questa parola, ormai, non significa più niente.

    • wwayne ha detto:

      La frase finale mi trova totalmente d’accordo: da tempo la sinistra ha deciso di scimmiottare la destra, e quindi ha smesso di essere sinistra. Detto questo, va precisato che anche gli uomini di sinistra autentici non sono molto apprezzati, dato che Liberi e Uguali ha il peso politico di una scureggia. Insomma, gli italiani hanno voltato le spalle alla sinistra vera, non sono andati dietro neanche alla sinistra finta, e quindi in pratica stiamo andando verso un ritorno al bipolarismo. Solo che stavolta i 2 poli non sono destra e sinistra, ma l’estrema destra di Salvini e l’incollocabile movimento di Grillo. Onestamente la cosa mi fa piacere, perché sono di destra e perché alcune azioni del governo (una su tutte i continui diti medi all’Europa) mi mandano in brodo di giuggiole, ma capisco che per una donna di sinistra come Lei sia difficile riconoscersi nell’attuale sistema politico.

      • zapgina ha detto:

        Chi ha stabilito che gli “uomini (e sottolineo uomini) di sinistra autentici” sono quelli di LEU? Cos’è questa ricerca del grado più o meno alto, vero o profondo di sinistra? Io, che nella sinistra mi muovo, sento un’irritazione di pelle simile a una forte allergia nel leggere queste cose

      • wwayne ha detto:

        Non appartengo alla sinistra, quindi può darsi benissimo che io abbia sbagliato nel pensare che oggi il suo spirito più autentico sia incarnato da Liberi e Uguali.
        Mi dispiace molto di averti irritato, dato che con te ho un rapporto di amicizia virtuale che dura ormai da quasi 3 anni (qui c’è il primo commento che ti lasciai: https://zapgina.wordpress.com/2016/01/16/agatha-raisin-e-i-giorni-del-diluvio/). Mi scuso se ti ho involontariamente offeso, e spero che quest’amicizia continui anche in futuro.

      • zapgina ha detto:

        Non preoccuparti wwayne, non sei tu ad avermi irritato ma è l’argomento in sé che, da qualsiasi parte si tocchi, è spinoso. Soprattutto perché è fortemente diviso per la sinistra. Ed soprattutto a sinistra che si creano rotture nei rapporti. Tu la guardi da fuori questa sinistra che si ‘spampana’.
        Infine anche a me fa piacere che la nostra amicizia virtuale prosegui nel futuro

      • wwayne ha detto:

        Menomale! A presto amica mia! 🙂

  5. marisasalabelle ha detto:

    Nemmeno io stravedo per LEU… li ho votati alle ultime elezioni per disperazione, ma non mi ci riconosco. È un raggruppamento eterogeneo, ininfluente, non si sa da quali valori sia mosso e quale progetto voglia portare avanti e soprattutto è molto, molto maschile

  6. zapgina ha detto:

    Credo che il tema dell’immigrazione si presti a molti fraintendimenti. Perché troppo connotato ideologicamente, pregno di stereotipi e scarsamente compreso nella realtà. Il rischio, qualsiasi cosa si dica, è quello di venire interpretate/i per categorie. Guai a dire una parola di troppo altrimenti sei di destra! Oppure sei un buonista e pidiota!
    Non so se il discorso di Sala sia esattamente quello che è stato scritto sui giornali da te citati e non so cosa abbia inteso dire ma ci sono cose in quello che, si presume, abbia detto che non mi sorprendono. Si tratta di aspetti culturali con i quali facciamo fatica a confrontarci. Perché, se stiamo al succo del discorso riportato, è vero che ci sono uomini del centro Africa che non lavorano e fanno lavorare le mogli, che tengono le donne in scarsa considerazione, che si fanno servire da loro e che appoggiano la famiglia ai servizi sociali. Detto così mi rendo conto che è riduttivo e non vorrei correre il rischio di venire accostata alla destra e di essere antiimmigrazione perché non è vero neppure questo. Sono le generalizzazioni a deteriorare il pensiero. Ciao a rileggerti

  7. marisasalabelle ha detto:

    Non sono una di quelle persone che idolatrano le culture esotiche, che pensano “gli altri sono migliori di noi”. E naturalmente non penso nemmeno “noi siamo migliori degli altri”. Il fatto che esistano elementi di forte criticità in culture diverse dalla nostra non deve però portarci a generalizzare. Il discorso di Sala, se è conforme a quanto ho riportato, non mi è piaciuto perché ricalca lo stereotipo dell’africano svogliato e dà acqua al mulino dell’intolleranza. In ogni caso la questione migratoria è fondamentale nel mondo di oggi, e non la si risolverà con proclami razzisti o con selezioni insensate. Per quale motivo chi, come sempre hanno fatto i migranti, è in cerca di lavoro e benessere non deve essere autorizzato a partire? Chi ha detto che “ognuno deve restare dove è nato”? Che diritto abbiamo noi (italiani, europei, nordamericani) di dire: siamo più ricchi e voi siete poveri ma non avete il diritto di cercare fortuna nel mondo? Sono grosse questioni, lo so, ed è più facile assecondare gli umori della “gente”, anzi, fomentarli, piuttosto che cercare nuovi modi di convivere e si partecipare tutti alla ricchezza del mondo. Questa è la questione fondamentale, su cui si schianterà o rinascerà la civiltà occidentale.

    • wwayne ha detto:

      Forse, più che dai valori, i membri di Liberi e Uguali erano mossi dalla volontà di fare un dispetto a Renzi, restringendo ancora di più il suo già risicatissimo bacino di voti. E il fatto che alcuni uomini di sinistra abbiano fondato un partito apposta per fare un dispetto ad un altro uomo di sinistra la dice lunga sullo storico masochismo del vostro schieramento.

  8. marisasalabelle ha detto:

    In gran parte è così, forse non del tutto, forse non per tutti. Che la sinistra poi abbia un certo talento a farsi del male da sola, be’, è un fatto risaputo!

  9. Menti Vagabonde ha detto:

    Ho trovato molto interessante il vostro scambio di considerazioni. Anche io ritengo che non si possa fermare il movimento di persone da un luogo ad un altro. Tutti abbiamo il sacrosanto diritto di cercare il nostro posto nel mondo, un posto migliore. Questo vale anche per i più poveri e dimenticati, per chi non sa neanche cosa sia un’alta qualifica, non mi risulta che i nostri connazionali emigrati nelle Americhe, in Germania, in Francia ecc. avessero chissà quali titoli di studio. Non c’è discorso di destra o sinistra che tenga! La situazione attuale non è altro che il risultato di fatti storici e “soluzioni” politiche scellerate. Ora tocca trovare soluzioni, temo sarà dura…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...