La novità

Quindi due terzi dei 150 rimasti sulla nave Diciotti dopo il rilascio dei minorenni e dei malati saranno presi in carico dalla Chiesa. Dal Vaticano, ha detto Salvini in un primo momento. Dalla CEI, è stato chiarito poi. Quindi dai vescovi italiani, quindi dalle diocesi, e dove sono le diocesi? In Italia, ma è ovvio. Un centinaio di quei pericolosi invasori che minacciavano i nostri confini verranno distribuiti su un certo numero di diocesi, le quali a loro volta li assegneranno a qualche parrocchia o ente assistenziale. Il nostro don Biancalani, per dirne uno, si è già fatto avanti per prenderne una decina.
E ora ditemi, caro Salvini, cari leghisti e pentastellati e italiani che non ne possono più, qual è la novità? Ma come, qual è! Finalmente la Chiesa fa qualcosa, finalmente inizia a interessarsi ai migranti, anziché lasciarli tutti sul groppone all’Italia! In Italia non ne vogliamo più neanche uno! Che se li prenda la Chiesa!
Farebbe ridere, se non facesse piangere. La Chiesa ha i suoi difetti, lo sappiamo bene, ma se c’è una cosa di cui si è fatta carico fin da subito è l’accoglienza ai migranti. I quali comunque, lo ripeto, se qualcuno non l’avesse capito, resteranno in Italia, nelle parrocchie e nei centri italiani. È per questo magnifico risultato che abbiamo sequestrato per giorni donne, ragazzi e uomini, li abbiamo costretti a vivere sul ponte di una nave con due gabinetti e due docce, abbiamo costretto l’intero equipaggio di una nave ad obbedire a ordini insensati e illegali…
Ah, e per quanto riguarda l’Albania… pare che ci sia qualche problema… restiamo in attesa di sviluppi.

Informazioni su marisasalabelle

Sono nata a Cagliari il 22 aprile 1955. Vivo a Pistoia. Insegno. Mi piace leggere e scrivere.
Questa voce è stata pubblicata in diario, migrazioni e contrassegnata con , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

4 risposte a La novità

  1. wwayne ha detto:

    Nonostante le ben note vicende abbiano chiarito che non è fatto per stare sotto i riflettori, Biancalani continua a cercare la ribalta con un’insistenza che farebbe invidia a don Mazzi. Visto l’odio che lo circonda, è chiaro che per lui sarebbe molto più conveniente tenere un basso profilo: di conseguenza, se proprio voleva prendere in affidamento qualche migrante della Diciotti, sarebbe stato decisamente meglio manifestare tale intento con discrezione, non sbandierarlo sulla sua pagina Facebook. Ma a quel punto col cavolo che La Nazione gli avrebbe dedicato un altro articolo… forse sono troppo malizioso io (in tal caso Lei può smentirmi), ma la mia impressione è che il Suo amico oltre a una gran voglia di aiutare ha anche una gran voglia di apparire. Ed esattamente come nel caso di don Mazzi, talvolta è davvero difficile capire dove finisce l’una e dove inizia l’altra.
    So che probabilmente Lei leggerà questo commento con disappunto, ma Le assicuro che la mia non è una provocazione, bensì una semplice volontà di capire la vera natura di un personaggio che con il passare del tempo diventa sempre più enigmatico.

  2. marisasalabelle ha detto:

    Non penso che Massimo sia spinto dalla voglia di apparire. Lui considera parte del suo compito la divulgazione delle sua iniziative e delle vicende che lo riguardano. È una posizione che si può condividere o meno; secondo me, se è vero che le opere buone devono essere accompagnate da discrezione, ci sono delle circostanze, dei frangenti, in cui è necessario esporsi, dichiarare da che parte si sta, “metterci la faccia”. Ce la mette Salvini, quella sua facciona a ****, ce la può mettere anche Massimo Biancalani.
    In ogni modo, le ultime notizie sono che il Centro di Vicofaro è stato chiuso, ufficialmente per motivi di sicurezza.

    • wwayne ha detto:

      Da quel suo “ufficialmente” è evidente che Lei considera questa motivazione un mero pretesto, e ne sono quasi certo anch’io. Nonostante per il Suo amico io nutra meno simpatia rispetto a Lei, gli auguro comunque di poter riprendere presto l’attività: anche se di lui e dei suoi comportamenti approvo poco e nulla, è comunque un uomo che ha pagato più del dovuto i suoi errori, e soprattutto è una persona che fa del bene.

  3. marisasalabelle ha detto:

    Ti invito a leggere l’articolo che ho scritto sull’argomento e che ho linkato in coda al post successivo a questo!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...