Nuovi esempi di neolingua

Volenterosi: governi che si mettono d’accordo per chiudere le frontiere ai migranti
Reato di tortura: intralcio che impedisce agli agenti di polizia di fare il loro lavoro
Porti sicuri: quelli della Libia

Annunci

Informazioni su marisasalabelle

Sono nata a Cagliari il 22 aprile 1955. Vivo a Pistoia. Insegno. Mi piace leggere e scrivere.
Questa voce è stata pubblicata in diario, migrazioni e contrassegnata con , , , , , . Contrassegna il permalink.

7 risposte a Nuovi esempi di neolingua

  1. wwayne ha detto:

    La Meloni con il tweet sulla tortura ha fatto un doppio errore:

    – Cancellare il tweet in questione: così ha dato l’impressione di essersela fatta addosso dopo il vespaio di polemiche che ha suscitato.
    – Pubblicare un secondo tweet in cui si arrampica sugli specchi per giustificare la sua sparata: è risaputo che, quando fai una figura di merda, tentare di recuperarla peggiora soltanto la situazione.

    Insomma, la cosa migliore da fare era lasciare lì il tweet, e rimanere ad aspettare in silenzio che l’attenzione dei media si spostasse altrove. Tra l’altro non sarebbe stata neanche un’attesa lunga, visto che il suo amico Salvini fa delle sparate più grosse delle sue quasi ogni giorno.

  2. marisasalabelle ha detto:

    Ma come si fa a sostenere che il fatto che la tortura sia un reato impedisce ai poliziotti di fare il loro mestiere! tra l’altro il reato di tortura varato con molto ritardo dal nostro Parlamento è lacunoso e insoddisfacente… Ma vogliamo veramente finire nella barbarie, rinnegare ogni parvenza di civiltà? Si inveisce contro i migranti, e va be’, questo è uno sport praticato ormai da tempo. Contro i rom, idem. Contro i malati psichiatrici, contro i gay, contro le persone vittime di tortura… ma che mondo sognano questi signori?

    • wwayne ha detto:

      Fino a poco tempo fa, Salvini e la Meloni passavano buona parte del loro tempo a criticare chi era al governo. Ora non possono più farlo: il primo perché adesso al potere c’è lui, la seconda perché è amica di Salvini. Di conseguenza hanno deciso di riesumare il vecchio repertorio dell’estrema destra, che prevede un tiro al bersaglio continuo nei confronti di tutti gli obiettivi che ha elencato. A differenza di Conte e Di Maio, Salvini e la Meloni devono ancora capire che, se non hai nulla di significativo da dire, è meglio stare zitto anziché rimasticare ritornelli stravecchi.

  3. marisasalabelle ha detto:

    E comunque il clima si fa spaventoso…

    • wwayne ha detto:

      Se intende dire che rivede i fantasmi del ventennio, può dormire sonni tranquilli: rispetto ad allora ci sono tali e tante garanzie (costituzionali ed europee) che quell’epoca non si potrebbe ripetere neanche volendo. E’ proprio per questo che Salvini fomenta il popolo: non potendo colpire i suoi obiettivi in prima persona (tranne qualche volta i migranti), l’unica è fare in modo che gli italiani diventino il suo braccio armato. Insomma, c’è da avere più paura degli italiani che di Salvini: quest’ultimo può solo parlare e fare qualcosina, gli altri invece presi dalla rabbia e plagiati dalla propaganda possono fare qualsiasi cosa.

  4. marisasalabelle ha detto:

    Sono d’accordo che Salvini principalmente si propone lo scopo di aizzare la gente e incattivirla (più di quanto non è già) e questo mi sembra già abbastanza spaventoso. In ogni caso alcune azioni concrete le può compiere, per esempio le vessazioni sui migranti e sulle navi ONG. Azioni vessatorie possono essere compiute nei confronti dei rom, e poi, chissà, non mettiamo limiti alla Provvidenza, cioè, a Salvini.
    Questo che dicono tutti: il fascismo non potrà tornare, invece,non mi convince del tutto. Siamo sicuri che in Europa esistano tutte queste garanzie di democrazia? Sarà un fascismo diverso, magari, ma può tornare, come no, e tanto più se ci convinciamo che non tornerà mai.

    • wwayne ha detto:

      Sono d’accordo con Lei: anche chi è convinto che il fascismo non possa tornare deve comunque tenere alta la guardia, perché qualcosa di simile potrebbe sempre affacciarsi.
      Sono d’accordo anche sul fatto che la maggior garanzia contro il ritorno del fascismo è la Costituzione, e non l’Europa: al contrario, quelli di Bruxelles ci odiano visceralmente, sia per i debiti che abbiamo accumulato sia perché abbiamo mandato al potere dei partiti euroscettici, e quindi se aspettiamo che ci aiutino loro stiamo freschi. Insomma, stiamo tranquilli, ma stiamo anche vigili.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...