Allegoria del rincospermo

Finalmente è venuto il giardiniere e ha tagliato la siepe che il mio vicino aveva assassinato. Sono contenta perché almeno mi sono tolta dalla vista quella parete di foglie secche e rami morti che mi rendeva sgradevole stare sul terrazzo. Erano 25 anni che avevo quella siepe e per 25 anni la sua profumatissima fioritura mi ha rallegrato per i mesi di maggio e giugno. Probabilmente quest’anno il rincospermo non sarebbe bastato a mettermi di buon umore, ma di sicuro vederlo penzolare privo di vita non ha aiutato.
Poi il giardiniere è andato sul davanti della casa e ha dato una bella regolata all’oleandro, i cui bellissimi fiori rosa si permettevano di sporgere sulla parte del mio vicino. Non si sa mai gli fosse saltato in mente di far fuori anche quello.
Ognuno a casa sua, non vi passi per la mente di venire a fiorire sul mio confine! E se qualche ramo reciso dovesse cadere dalla mia parte, venite subito a spazzarlo via, che io non ce lo voglio.
Chissà perché, questa storia mi sembra che abbia un significato allegorico.

Informazioni su marisasalabelle

Sono nata a Cagliari il 22 aprile 1955. Vivo a Pistoia. Insegno. Mi piace leggere e scrivere.
Questa voce è stata pubblicata in diario e contrassegnata con , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...