Chiudere la bocca

«Devo stare più attenta a quello che mangio, ieri guardandomi allo specchio dopo la doccia ho scoperto un rotolo di ciccia che prima non avevo. Sono ingrassata!»
«Anch’io sono ingrassata…»
«Ah, guarda, l’unico sistema in questi casi è chiudere la bocca. Perché si sa, mangiare piace a tutti, ma se si mangia meno i chili di troppo fanno presto a sparire!»
«Io per esempio non sono mai stata golosa, eppure adesso mi piacciono i dolci. Ho preso l’abitudine di finire ogni pasto con qualcosa di dolce… che male c’è?»
«Sapessi quanto ti capisco! Ieri ho preso un vasetto di marmellata di cotogne e senza accorgermene me lo sono finito a cucchiaiate!»
«No, no! Bisogna starci attente! Chiudere la bocca, è quello che dico sempre. A me per esempio quello che mi rovina è il formaggio. Figurati che ho comprato il Philadelphia… se non ci sto attenta, a furia di spalmarlo sul pane e di spolverarlo di zucchero, me ne faccio fuori una vaschetta come minimo!»
«Hai ragione, assolutamente. Bisogna semplicemente smettere di ingozzarsi. Ehi, chi ha lasciato questo mezzo bicchiere di vino? È un peccato sprecarlo! Fammici inzuppare questa fetta di pane… passami la zuccheriera, per favore!»

Annunci

Informazioni su marisasalabelle

Sono nata a Cagliari il 22 aprile 1955. Vivo a Pistoia. Insegno. Mi piace leggere e scrivere.
Questa voce è stata pubblicata in diario e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.

9 risposte a Chiudere la bocca

  1. wwayne ha detto:

    Mangiando un dolce a fine pranzo e un altro a fine cena credo che ci siano dei danni all’organismo pazzeschi. Non sono un nutrizionista, ma sono ragionevolmente certo che un dolce a colazione e basta sarebbe l’ideale.

  2. marisasalabelle ha detto:

    Sono le mie amiche immaginarie Mara e Marella che si abbandonano a questi stravizi… 😉

  3. marisasalabelle ha detto:

    Sono due personaggi in cui confluiscono lapsus, battute, sfondoni che mi capita di ascoltare in giro. Se tutte le sciocchezze che dicono Mara e Marella fossero di loro esclusiva, sarebbero davvero due bietolone!

    • wwayne ha detto:

      E infatti io credevo che Lei le frequentasse proprio per questo, per la loro involontaria comicità! 🙂 Colgo l’occasione per segnalarLe quest’ottimo articolo:

      Boom di aggressioni
      DAI PROF AI POLIZIOTTI L’AUTORITA’ E’ CALPESTATA
      di Marco Zucchetti

      Qualcosa lega il vicepreside pestato da un padre a scuola, i controllori minacciati sui treni, il carabiniere massacrato in manifestazione, e la giovane arbitro presa a calci da un tifoso. Dietro l’animalesco moltiplicarsi di aggressioni che sembrano non seguire altro filo (il)logico se non quello di una brutalità contagiosa, c’è invece un fenomeno preoccupante perché ammantato di propositi “libertari”, ovvero il rifiuto sistematico e l’offesa impunita di qualsiasi forma di autorità.
      Scriveva Oscar Wilde che per ogni uomo che esercita l’autorità se ne troverà sempre uno che si oppone. Ma cosa succede se gli oppositori diventano maggioranza? Se […] improvvisamente nessuno obbedisce più a nessuno, ai semafori, alle leggi, al buonsenso, alla morale? Semplice, c’è una sovversione. […]
      Ed è questo che sta capitando in Italia. Stiamo scivolando rassegnati verso la sommossa permanente dei bulli, verso una giungla di miserabili, beceri egoismi rivendicati con la violenza. […]
      Si è passati rapidamente da un mondo in cui l’autorità era semi – divina, come ai tempi del Re Sole, ad un soqquadro […] in cui non ci si ferma alla legittima e doverosa denuncia dell’autorità tradita – le tangenti, gli scandali, gli abusi -, ma si generalizza trascinando tutti nel brago, colpevoli o no. Tutti i politici sono ladri, tutti i poliziotti sono bastardi, tutti gli arbitri sono cornuti, tutti gli scienziati al soldo delle case farmaceutiche, tutti i ricchi evasori. Tutti indegni, nessun rispetto. Né della persona, né del ruolo. […]

      (articolo pubblicato su Il Giornale del 14/02/2018)

  4. marisasalabelle ha detto:

    menomale che sono andata in pensione prima di venire menata da qualche studente o genitore fuori di testa…

    • wwayne ha detto:

      Io ci sono andato molto vicino giusto 5 mesi fa. Un mio alunno è andato male all’esame di riparazione a Settembre, e una volta uscito dall’aula è andato a frignare dalla mammina, lamentandosi per l’infelice esito della prova appena sostenuta. A quel punto lei non ci ha visto più dalla rabbia: ha fatto irruzione nell’aula dove stavo facendo gli esami ed è venuta verso di me con fare palesemente minaccioso, urlando delle parole a caso che non ho capito. Mi sono salvato dal pestaggio soltanto perché una mia collega, che mi stava facendo da testimone, si è alzata dalla sedia accanto a me e mi ha fatto da scudo umano, per poi respingere fisicamente fuori dall’aula la genitrice in questione.
      Due giorni dopo c’è stato lo scrutinio di quella classe, io ho raccontato per filo e per segno cos’era successo, e i miei colleghi hanno decretato all’unanimità la bocciatura del ragazzo. Aveva tutte le materie sufficienti tranne Storia: se la mammina se ne fosse rimasta a casa, sarebbe stato quasi sicuramente promosso.

    • wwayne ha detto:

      Ma no, ordinaria amministrazione. Ero preparato a subire attacchi verbali e fisici (anche peggiori di questi) dal primo giorno che mi sono messo dietro ad una cattedra. Il nostro mestiere ci porta a prendere delle decisioni, e se abbiamo paura delle conseguenze di tali decisioni semplicemente non possiamo fare questo lavoro.
      Nel caso in questione poi ero doppiamente preparato, perché oltre ai rischi del mestiere conoscevo anche la mamma, e sapevo benissimo di cosa era capace. E’ una di quelle persone convinte che con l’intimidazione e con la prepotenza si possa ottenere qualsiasi cosa. Nel mio caso aveva proprio sbagliato persona. 🙂

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...