Paradosso

Andare a pranzo a Bologna con un figlio non carnivoro è un paradosso. Bologna, la capitale della mortadella e del tortellino, la patria del cotechino. Eccoci quindi seduti al tavolo di un ristorante, che ordiniamo cozze alla tarantina e frittura di paranza, mentre ai tavoli intorno la gente si lascia scivolare in bocca fettine di prosciutto e culatello, affonda il cucchiaio nella scodella colma di tortellini in brodo e sente già l’acquolina in bocca vedendo arrivare il carrello dei bolliti con relative salse.

Informazioni su marisasalabelle

Sono nata a Cagliari il 22 aprile 1955. Vivo a Pistoia. Insegno. Mi piace leggere e scrivere.
Questa voce è stata pubblicata in diario e contrassegnata con , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

2 risposte a Paradosso

  1. corvobianco213 ha detto:

    Non ho capito… carne no ma pesce si?
    Ma anche il pesce è carne no?
    Quindi non è vegetariano ma neanche completamente onnivoro… curioso, come si definisce?

  2. marisasalabelle ha detto:

    In effetti non è un vero vegetariano e lui si definisce non carnivoro. Ma ne conosco molti che non mangiano carne ma pesce sì. Francamente lo trovo abbastanza assurdo, comunque, siccome io non credo nel vegetarianesimo e meno che mai nel veganismo, sono contenta che mio figlio almeno il pesce lo mangi.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...