Senza fretta

Zia Marietta si è ripresa completamente dalla rottura della spalla. Per dimostrare a tutti quelli che vanno a trovarla quanto bene abbia recuperato, rotea il bracco destro come fosse una pala eolica: se andate a farle visita, per favore, non mettetevi troppo vicini a lei, che rischiate di beccarvi un colpo di pala, pardon, di braccio, proprio sul muso.
Resta comunque una vecchietta fragile e bisognosa di aiuto: sbrigare delle piccole commissioni per lei è un piacere, per me.
Non sono ancora le otto del mattino quando il mio cellulare inizia a vibrare: è lei. Ha telefonato allo studio del suo medico per farsi rinnovare le ricette mensili e, come al solito, vuol sapere se posso andare a ritirarle.
«Ha detto che saranno pronte questo pomeriggio» dichiara con la sua voce stentorea.
«Oggi non posso andare. Hai urgenza, o ti va bene anche domani?»
«Nessuna urgenza, figurati! Vai pure quando vuoi.»
L’indomani mattina mi richiama:
«Sei andata per quelle ricette?»
«Non ancora, zia. Ci vado questo pomeriggio.»
«Benissimo! Senza fretta!»
Sto per uscire di casa, diretta all’ambulatorio, quando il cellulare squilla un’altra volta.
«Zia Marietta!»
«No, niente, volevo essere sicura che non te ne fossi dimenticata…»

Annunci

Informazioni su marisasalabelle

Sono nata a Cagliari il 22 aprile 1955. Vivo a Pistoia. Insegno. Mi piace leggere e scrivere.
Questa voce è stata pubblicata in diario e contrassegnata con , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...