Mozzarella

Implacabile, puntuale, anche quest’anno con l’arrivo dell’estate arriva anche L’Altro Enrico o Enrico 2, amico e compagno di studi di Enrico 1. Eccolo col suo zaino in spalla e con un’enorme quantità di mozzarelle di bufala, che lo accompagnano ovunque. Per cena i due Enrichi ne divorano una prima porzione, il giorno successivo, a pranzo, le gustiamo io e mio marito, anche per fare onore alla generosità dell’ospite. La sera successiva, nel corso di una festicciola tra amici dalla quale io e il consorte siamo stati invitati a tenerci alla larga, ne viene demolito un ulteriore quantitativo. Tuttavia la ciotola nella quale sono state immerse con la loro acqua non è ancora vuota e io sono preoccupata perché so che la vita delle mozzarelle è alquanto breve. Oggi i due giovani vanno alla laurea di un’amica (Non vedi che ci siamo messi la camicia? mi fanno notare) e io sono in ansia per il destino dei latticini. Ma in mio soccorso arriva lui, l’ospite.
«Ci portiamo le mozzarelle?» propone.
«Le mozzarelle alla laurea?» chiede incredulo Enrico 1, che non essendo avellinese non riesce a immedesimarsi del tutto nella simbiosi uomo-bufala.
Enrico 2 non gli dà retta. Prende le mozzarelle residue, le infila in una busta di plastica con la loro acqua, poi infila la prima busta in una seconda e via, sono pronti per partire. Sarà una laurea indimenticabile.

Annunci

Informazioni su marisasalabelle

Sono nata a Cagliari il 22 aprile 1955. Vivo a Pistoia. Insegno. Mi piace leggere e scrivere.
Questa voce è stata pubblicata in diario e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.

2 risposte a Mozzarella

  1. wwayne ha detto:

    Ricordo un’intervista a Robert De Niro, in cui gli venne chiesto perché aveva accettato di recitare in Manuale d’amore 3. Con un’onestà disarmante, lui rispose che aveva accolto la proposta solo perché così avrebbe potuto mangiare le mozzarelle italiane. L’intervistatore gli replicò che avrebbe potuto farsele spedire in America, e lui rispose che ci aveva già provato, ma quando arrivavano era già passato troppo tempo, e non avevano più lo stesso sapore.
    Io le mozzarelle fresche e italiane potrei mangiarle tutti i giorni, ma mi hanno sempre fatto schifo.

  2. marisasalabelle ha detto:

    In effetti è vero, ti posso garantire che le mozzarelle del nostro giovane amico nel giro di pochi giorni avevano acquistato una consistenza gommosa… parlo di quelle fresche, ovviamente, non di quelle confezionate che durano anche un mese. Ma se a te non piacciono… 🙂

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...