Ordinando la merenda

Alla premiazione del Concorso Salabelle, intitolato non alla mia umile persona ma a mio fratello Maurizio, è presente anche una delegazione dell’ITTS Fedi Fermi, la scuola dove ho insegnato negli ultimi 25 anni. Ho così l’occasione di rivedere due Andrea: uno è il collega di religione, un uomo alto, magro, che durante i collegi docenti, quando proprio non riusciva a controllare la noia, si metteva a camminare avanti e indietro come un metronomo, col cappuccio della felpa calato sugli occhi, nello stretto corridoio tra la platea di seggioline su cui sedevamo e la porta che dava sulle scale e permetteva di uscire da quel lugubre seminterrato che chiamavamo aula magna. Lettore e recensore sul settimanale diocesano della mia Efisia, vuol sapere quando uscirà il mio prossimo romanzo. Gli rispondo con un certo impaccio, come rispondo a tutti quelli che mi rivolgono la stessa domanda: ho qualcosa al vaglio dell’editore, aspetto una risposta, sono in trattative, chissà… Se fosse per l’entusiasmo con cui tanti mi sollecitano, dovrei pensare a un successo planetario, nel caso di una nuova pubblicazione.
L’altro Andrea è un ex alunno, al quale domando subito come trovi il sistema, conoscendo in anticipo la sua risposta:
«È marcio, prof. Il sistema è marcio!»
Pur nel marciume del sistema, tuttavia, Andrea ha avuto le sue soddisfazioni, infatti mi racconta che la sua classe ha vinto la fase regionale del concorso “Giovani imprenditori”.
«Ah» dico, «e grazie a cosa avete vinto?»
«Abbiamo creato una app che permetterà agli studenti di ordinare la merenda per la ricreazione col telefonino.»
«Che bella idea! Congratulazioni!» dico, e intanto mi immagino la terza ora di lezione:
«Ragazzi, oggi vorrei leggere insieme a voi questo bel sonetto di Francesco Petrarca… ma che succede? Che fate coi vostri telefonini?»
«Stiamo ordinando la merenda, prof!»
«Sì, pizza con carciofini… una lattina di Coca Cola, grazie!»
«Schiacciata salsiccia e stracchino!»
«Panino al prosciutto e formaggio!»
Sono contenta di essere in pensione.

Annunci

Informazioni su marisasalabelle

Sono nata a Cagliari il 22 aprile 1955. Vivo a Pistoia. Insegno. Mi piace leggere e scrivere.
Questa voce è stata pubblicata in diario, romanzo, scuola e contrassegnata con , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...