La virgola, questa sconosciuta

Solo pochi giorni fa ho criticato l’uso di estrapolare frasi da romanzi per dimostrarne la cattiva qualità. E ora sto per fare la stessa cosa. Ma in questo caso non si tratta di commentare lo stile dell’autore o le sue scelte “un sacco alternative”: è solo una banale questione di editing.
Leggo un romanzo che racconta di una città in balia della criminalità. Spaccio di droga, rapine, sequestri, sparatorie, omicidi. Non è il mio genere, troppo d’azione per me, comunque vado avanti pigramente. A parte la trama, trovo che il libro non sia ben scritto: è un susseguirsi di dialoghi un po’ banali, da film poliziesco, interrotti qua e là dal racconto succinto degli eventi. Nessuna pretesa di stile ma una cronaca romanzata, quasi una sceneggiatura. Non ho nulla da eccepire, però: vedo che quello che conta sono i fatti narrati, è un libro per una lettura veloce, attento al plot, che peraltro è molto ricco, e non ha pretese letterarie. Però alcuni particolari mi disturbano e li imputo a negligenza da parte dell’autore nel revisionare il testo, ma soprattutto da parte dell’editor, il cui compito sarebbe quello di… ecco, qui mi sono arenata, perché in realtà l’editor fa diverse cose, ma una di queste è sicuramente rivedere il testo dal punto di vista della forma, certo salvaguardando lo stile dell’autore, ma facendogli notare eventuali refusi, errori ortografici o di punteggiatura.
Leggo: «Be’ sarebbe un peccato buttare tutto quel ben di Dio.» Una virgola dopo be’, no?
«Macché non dobbiamo fare casino.» Come sopra.
«Di’ ma non ti starai mica innamorando di quella ragazzetta.» Ehm!
Nonostante il disagio che mi provoca questo cattivo uso della punteggiatura vado avanti, tra rapine, sparatorie e bische clandestine, finché, a pagina 321, non mi imbatto in queste due frasi:
«Poverina ieri sera le ha fatto tanto male.»
«E non si preoccupi non saremo avventati.»
A questo punto decido che mi può bastare. Mancano solo tre rapine a mano armata, due sequestri di persona e una partita di coca alla fine del romanzo, ma sento che non aggiungeranno niente di nuovo a quanto so già.

Annunci

Informazioni su marisasalabelle

Sono nata a Cagliari il 22 aprile 1955. Vivo a Pistoia. Insegno. Mi piace leggere e scrivere.
Questa voce è stata pubblicata in diario, scrivere e contrassegnata con , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...