Un piacere

Vivere con un figlio adulto è un piacere, no? perché un figlio adulto si fa i cavoli suoi, mentre tu ti fai i tuoi, se hai voglia di cucinare cucini, se no ci pensa lui, se hai voglia di entrare nella sua camera in un momento in cui lui ha lasciato il presidio abbandonato, cambiare le lenzuola e dare una sistemata ai cinquantaquattro capi di vestiario accumulati sulle sedie, cercando di capire cosa c’è da riporre e cosa da lavare, lo fai, e se no, come sopra, ci pensa lui.
Poi succede che un giorno sei in casa e ti viene voglia di preparare qualcosa di buono da mangiare, lui non mangia carne e allora fai uno sformato di broccoli, una crema di zucca, una frittata di patate… lui arriva in cucina, «vado a pranzo da Pietro» annuncia, prende la porta ed esce, e tu sei lì, col mestolo in mano, che non sai come fare a smaltire tutte quelle cibarie.

Annunci

Informazioni su marisasalabelle

Sono nata a Cagliari il 22 aprile 1955. Vivo a Pistoia. Insegno. Mi piace leggere e scrivere.
Questa voce è stata pubblicata in diario e contrassegnata con , . Contrassegna il permalink.

5 risposte a Un piacere

  1. wwayne ha detto:

    Anch’io ho un familiare vegetariano. Non so come faccia a resistere: per me è già una privazione pesantissima il fatto di non poterla mangiare di Venerdì, figuriamoci doverci rinunciare per sempre.
    Nota a margine: sono felicissimo che i miei colleghi tieffini, ingiustamente bocciati al concorso – farsa del 2016, abbiano finalmente avuto giustizia. L’anno prossimo gli basterà presentarsi ad un orale non selettivo per venire inseriti nelle graduatorie ad esaurimento, un obiettivo per cui i tieffini lottavano da anni.
    Oltre a quello di aver stabilizzato molti precari, un ulteriore merito della Fedeli è quello di aver messo su una maturità dignitosa. Ha infatti saggiamente scartato l’ipotesi folle (ma che sembrava cosa fatta) in base alla quale per l’ammissione alla maturità sarebbe bastata la media del 6: continua ad essere necessaria la sufficienza in tutte le materie, e l’unica piccola concessione è che si può essere ammessi con una sola insufficienza previo consenso del consiglio di classe.
    Insomma, sta Fedeli non avrà la laurea e neppure il diploma, ma è stata una grande.

  2. marisasalabelle ha detto:

    Il figlio vegetariano non è nulla, in confronto alla nipote vegana… 😉
    Delle nuove delibere attuative della cosiddetta Buona scuola so poco, però penso che tu sappia che sull’ammissione all’esame non la penso come te (ne ho parlato in un post del 18 gennaio). A parer mio l’ammissione con tutte sufficienze (peraltro una cosa recentissima, introdotta dalla Gelmini e mai usata prima) è sbagliata e ipocrita. Negli anni in cui è stata in vigore ha costretto i consigli di classe ad alzare voti di alunni non in tutto sufficienti ma degni comunque di confrontarsi con l’esame, e ad alzare anche il credito relativo, con danno di coloro che, essendo sufficienti in proprio, si sono a volte ritrovati con una media più bassa rispetto agli “aiutati”. Non sono certo renziana e detesto la Buona scuola, ma su questo unico punto, permettere l’ammissione all’esame anche con qualche insufficienza (chiaramente, a giudizio del consiglio di classe!) mi trovavo d’accordo.

    • wwayne ha detto:

      Siamo in Italia, un paese i cui abitanti notoriamente tendono ad “allargarsi” e a prendersi tutte le libertà possibili e immaginabili. Per evitare che questo porti a delle situazioni di eccessiva indulgenza nei confronti degli alunni, è fondamentale che dall’alto vengano posti dei paletti il più possibile restrittivi; se invece nell’ambito della scuola prende piede fin dai vertici un atteggiamento lassista, è chiaro che alla base questo verrebbe percepito come un “bomba libera tutti”, come un’autorizzazione a procedere alla promozione anche di chi non sa fare 2 + 2. Insomma, quando Lei giudica un provvedimento preso dal MIUR deve tenere di conto che, anche se sulla carta è durissimo, poi nella pratica ci penseranno i professori ad “ammorbidirlo”, e quindi le due cose si compensano. 🙂

  3. marisasalabelle ha detto:

    No ho approvato il provvedimento delle “tutte sufficienze” quando è stato varato nel 2010, quindi non vedo perché dovrei approvarlo ora. Non è una questione di lassismo, al contrario: è che proprio non sono convinta che per accedere all’esame sia necessario andar bene in tutte le materie, secondo me è ammissibile il fatto che qualche studente possa avere delle lacune, perché l’esame di Stato è la verifica complessiva di tutto il corso di studi, e ci sono studenti che magari in una materia o in due non sono riusciti a raggiungere la sufficienza, ma non per questo meritano di rimanere al palo. Diverso sarebbe se fossero in difficoltà molto gravi o in molte discipline… ma in questi casi il consiglio di classe sa come fare. le norme troppo severe di solito aprono agli escamotage e a piccoli e grandi imbrogli. Meglio norme più indulgenti che è possibile rispettare senza forzature!

    • wwayne ha detto:

      Su questo le nostre visioni divergono nettamente: Lei pensa che con norme più indulgenti non ci saranno forzature, io invece parto dal presupposto che le forzature ci saranno comunque, e quindi delle norme dure sono l’unico modo per limitarle un po’. Il MIUR è d’accordo con me, ma questo non vuol dire nulla, perché il MIUR ha fatto anche tanti errori madornali. Sembrava che assumere la Fedeli rientrasse tra questi, e invece lei ci ha riservato delle magnifiche sorprese. Intendiamoci, non è uno stinco di santo e la faccenda dei titoli di studio resta imperdonabile, ma a questo punto i lati positivi sovrastano nettamente quelli negativi.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...