Qualche dato

Per chi volesse sapere quanti, tra i calzerotti, i calzini e le calze che mi sono portata in montagna, ho effettivamente usato, ecco: una meravigliosa calzamaglia felpata grazie alla quale ho potuto affrontare le temperature siderali del Monte Bianco e del Cervino; un collant in microfibra ultracoprente per la sera  ad Aosta, cinque paia di calzini di lana nei colori: azzurro, grigio chiaro, grigio scuro, blu e nero. Stop. I calzettoni da neve, i calzerotti di pile, i calzettoni di spugna sono tornati a casa intonsi.

Annunci

Informazioni su marisasalabelle

Sono nata a Cagliari il 22 aprile 1955. Vivo a Pistoia. Insegno. Mi piace leggere e scrivere.
Questa voce è stata pubblicata in diario e contrassegnata con , , , , , . Contrassegna il permalink.

5 risposte a Qualche dato

  1. tramedipensieri ha detto:

    In quante valige?? 😂😂😂

  2. wwayne ha detto:

    Il titolo del post mi aveva indotto a credere che (come fatto da altri bloggers) Lei volesse condividere con noi qualche dato statistico relativo al Suo blog, del tipo quante visualizzazioni ha ottenuto nel 2016, quanti commenti eccetera.
    Fino al 2015 incluso era WordPress stesso ad informarci di questo, mandandoci una mail in cui riassumeva appunto questi dati statistici (il cosiddetto Report). Per il 2016 tuttavia questa mail non l’ho ricevuta: WordPress mi ha dimenticato, o è successo anche a Lei?

  3. marisasalabelle ha detto:

    Ah ah! Sapevo che il titolo del post avrebbe generato equivoci…
    No, nemmeno io ho avuto il resoconto annuale di WordPress, comunque posso vedere i dati del mio blog dalla pagina delle statistiche. Non sono esaltanti: il blog ha circa 250 lettori fissi e un certo numero di lettori saltuari o anche assidui che però non si sono registrati come followers. Le visite che ricevo sono circa 12000-13000 l’anno, ma nel 2016 son un po’ calate, probabilmente perché non ho più alunni che vanno a leggere cosa scrivo di loro…
    Mi piacerebbe incrementare il numero dei lettori, ogni tanto condivido qualche post sul mio profilo Facebook, forse dovrei visitare e commentare più spesso i blog altrui, ma mi manca il tempo e se lo scopo è solo “un giro di cortesie” mi sembra uno sforzo inutile. Tu hai qualche consiglio da darmi? Vedo che i tuoi post cinematografici suscitano sempre una gran mole di commenti e ti confesso che ti invidio un po’!

    • wwayne ha detto:

      Se La può consolare, anche il mio ultimo post ha faticato moltissimo ad ottenere commenti. Anzi, l’unico che ha ottenuto “spontaneamente” è stato il primo: tutti gli altri me li sono procacciati io, andando a segnalare il mio post a tutto spiano sugli altri blog. E a furia di segnalare, qualcuno che commenta lo trovi.
      Credo che il mio ultimo post e quello di Novembre abbiano avuto un riscontro sotto la media non perché fossero malvagi, ma perché erano nettamente peggiori di quelli che avevo scritto a Settembre e a Ottobre. Insomma, avevo abituato troppo bene i miei lettori, e quindi quando si sono trovati di fronte a dei post buoni ma non eccezionali si sono sentiti delusi.
      Comunque, come avrà intuito da quello che ho appena scritto, il modo migliore per ottenere commenti è proprio quello di andare a pubblicizzarsi sugli altri blog. Sui social non ne vale la pena, perché gli utenti Facebook magari ti fanno racimolare anche decine di visualizzazioni, ma poi nessuno di loro commenta. E’ come avere un sacco di persone che entrano a guardare il locale, ma poi non comprano nulla.
      Un altro consiglio che Le do è quello di scrivere ogni tanto dei post su degli argomenti che “acchiappino” l’interesse del pubblico. E quindi ad esempio puntare molto sul cinema, magari scegliendo un film che in quel momento è sulla bocca di tutti. Può provare anche con i libri, ma è più rischioso: i film li guardano tutti, mentre i libri vengono fruiti da un pubblico molto più ristretto, e quindi una Sua recensione letteraria riceverebbe molti meno clic e commenti di una cinematografica.
      Comunque, ritengo che queste eventuali recensioni cinematografiche dovrebbero rimanere un’eccezione, e che in linea generale questo debba continuare ad essere un blog – diario: stravolgere completamente la fisionomia di un blog non è un’operazione consigliabile, perché potrebbe risultare sgradita ai vecchi lettori, e non è detto che aiuti a guadagnarne di nuovi.
      Ad ogni modo, Le assicuro che Lei ha talento come blogger, ed è per questo che deve andare avanti a scrivere qui su WordPress, indipendentemente dal riscontro che riceve.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...