E così

E così ha vinto il No. Non posso dire «Me l’aspettavo.» Me l’aspettavo, sì, fino a quindici-venti giorni fa; poi mi è sembrato di percepire una forte rimonta del Sì e mi sono detta: «Marisa, sei sempre stata dalla parte del torto, fattene una ragione.» Perciò il risultato di stanotte mi ha sorpreso. Sono contenta? Sì, molto, per la Costituzione, alla quale sono stupidamente affezionata. Preoccupata? Anche, un po’, per i futuri sviluppi. Vedremo!

Ho votato No perché non mi piaceva la riforma. Non mi è piaciuta da subito, l’ho trovata brutta, confusa, scritta male; ho pensato e continuo a pensare che avrebbe comportato una sterzata in senso autoritario, ho pensato che non è vero che cambiare è comunque meglio che conservare: dipende da come si cambia. Meglio nessuna riforma che una brutta riforma, e la Costituzione è una di quelle cosette che sono destinate a durare un po’ di tempo.

Non ho votato «per mandare a casa Renzi», anche se Renzi non mi piace affatto. Non mi piace la sua arroganza, non mi piace il suo modo di comunicare, non mi piace che, quando gli sembra che la gente disapprovi certe sue decisioni, dica che si è sbagliata la narrazione. Sì, forse è vero che ora va così, vince chi riesce a raccontartela meglio, e in fin dei conti andava così anche prima: ma è molto brutto che si pensi che sia necessario cambiare lo storytelling in modo da far digerire ai cittadini delle brutte leggi fatte passare per buone. Non mi sono piaciuti molti dei suoi provvedimenti, trovo che La buona scuola sia un disastro, non ho approvato soprattutto le sue continue elargizioni di denaro sparate un po’ a casaccio. Io sono della vecchia guardia, preferisco che chi governa concentri le sue energie nell’offrire servizi anziché mance ai cittadini. In questi tre anni di governo ha fatto poco per i giovani, che non a caso sono i più disgraziati in Europa.

Invece ho apprezzato le sue scelte e le sue parole in merito ai salvataggi in mare e alla questione migranti, sono d’accordo con lui nel pretendere un cambiamento da parte dell’Unione europea, anche se non mi è chiaro quanto ci sia di sincero in certe sue posizioni e quanto di sceneggiato.

Chi vorrei, ora, a governare? Certo non la Lega, Forza Italia, Fratelli d’Italia. Il Movimento 5 Stelle mi ispira scarsa fiducia. Il PD è morto, gli avversari di Renzi nel suo stesso partito non sono meglio di lui. Spero in un governo di transizione, nel corso del quale fare una buona legge elettorale, mica come quella «che tutto il mondo ci avrebbe copiato» e che è andata in pensione prima ancora di essere usata una sola volta. E poi, sarà la popolazione a dire la sua. Se non è nel ’17, sarà nel ’18: prima o poi questi italiani torneranno a eleggere un Parlamento. Intanto abbiamo la Costituzione, e non è poco.

Annunci

Informazioni su marisasalabelle

Sono nata a Cagliari il 22 aprile 1955. Vivo a Pistoia. Insegno. Mi piace leggere e scrivere.
Questa voce è stata pubblicata in diario e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.

12 risposte a E così

  1. corvobianco213 ha detto:

    Bel post, mi ritrovo molto in quello che ha scritto, soprattutto quando dice che “che non è vero che cambiare è comunque meglio che conservare: dipende da come si cambia”.
    Credo che questo possa valere anche al di fuori della politica.
    Un saluto.

  2. marisasalabelle ha detto:

    Un caro saluto a te!

  3. tramedipensieri ha detto:

    Concordo pienamente con la tua analisi.
    Buona giornata 😊

  4. wwayne ha detto:

    È più che probabile che si vada a votare già tra pochi mesi. E se Grillo non spaventerà il popolo con una sparata delle sue (come quando si suicidò alle Europee, dicendo di essere “oltre Hitler”), il M5S otterrà una vittoria schiacciante. Anche io non sono entusiasta di questa prospettiva, ma nonostante questo sono molto contento per l’esito del referendum. La giustizia ha trionfato, e il momento in cui Renzi ha detto che si dimetteva è stato uno dei più belli della mia vita.

  5. marisasalabelle ha detto:

    Mi aspettavo un tuo commento, caro wwayne! Non so cosa succederà, secondo me sono aperte varie possibilità; io non esulto per le dimissioni di Renzi, nonostante la mia profonda antipatia per lui, perché temo che si vada a finire dalla padella nella brace, comunque sono convinta di aver votato bene, perché i governi possono cambiare, la Costituzione resta.

    • wwayne ha detto:

      A La vita in diretta Travaglio ha detto che non è da escludere un ritorno sulle scene di Renzi, anche a brevissimo termine: infatti se si votasse nel 2018, o nel tardo 2017, nel frattempo lui avrebbe tutto il tempo di ripulirsi l’immagine, e potrebbe presentarsi come un candidato competitivo alle prossime elezioni politiche.
      A sostegno della sua tesi ha citato il caso di Berlusconi: nel 2006 gli italiani lo bastonarono proprio in un referendum costituzionale, e due anni dopo gli fecero stravincere le elezioni. Purtroppo molti elettori italiani hanno scarsa coerenza, e soprattutto scarsa memoria: questo ha permesso a Silvio di rinascere continuamente dalle sue ceneri, e non è escluso che accada lo stesso con questo suo figlio degenere (ed è davvero tutto dire…).
      Il fronte del NO sembra condividere la paura di Travaglio, perché tutti i partiti che lo compongono chiedono con ansia di andare subito al voto: vogliono scongiurare sul nascere qualsiasi ipotesi di rimonta renziana.
      Io sceglierò tra di loro il prossimo partito da votare. Dando per scontato che non voterò Grillo e Salvini, seguirò con molta attenzione la campagna elettorale di Giorgia Meloni: se coglierò un suo distacco dal fascismo (ed è un grosso se), potrò finalmente tradurre in voto la simpatia che da anni nutro per lei. Se invece lei resterà inutilmente attaccata alle anticaglie di settant’anni fa, a quel punto sarò seriamente in difficoltà nella mia scelta di voto.

  6. marisasalabelle ha detto:

    Certo, non c’è da pensare che Renzi lasci la politica, quindi sicuramente prenderà del tempo e cercherà di riorganizzare del consenso intorno a sé, non so se continuando a rimanere nel PD o fondando un partito suo.
    Il “fronte del no” secondo me non è un vero fronte, ovvero, lo è stato per rigettare la riforma costituzionale, ma ne fanno parte persone di orientamento molto diverso e spinte da motivazioni diversissime, quindi non lo vedo unito in una futura proposta politica.
    Penso che in futuro si rafforzeranno i 5Stelle, un movimento che non amo per troppe ragioni. Quanto a Giorgia Meloni, non riesco a capire le ragioni della simpatia che provi nei suoi confronti: a parte il fatto che è fascista fino al midollo, è di una volgarità e di una beceraggine unica…

    • wwayne ha detto:

      In lei colgo una vicinanza al popolo che non riscontro in nessun altro politico italiano. E questa vicinanza al popolo e ai suoi interessi non la tira fuori soltanto nei momenti clou: se segue il suo profilo Twitter, scoprirà che lei gira per i mercati, le industrie agricole e le fabbriche manifatturiere anche in periodi lontani da scadenze elettorali.
      Riguardo alla beceraggine, anche questo tratto caratteriale rientra nel quadro di una donna del popolo che si è data da fare fino ad entrare alla stanza dei bottoni. E’ una self made woman, che è arrivata in alto ma non ha rinnegato la propria origine popolana.
      Riguardo al fascismo, a mio giudizio non lo rinnega soltanto perché teme di perdere lo zoccolo duro del suo elettorato. In questo la Le Pen (suo modello dichiarato) è stata più furba, e infatti i risultati si son visti.

    • wwayne ha detto:

      Errata corrige: entrare NELLA stanza dei bottoni. Ecco perché odio scrivere dal cellulare.

  7. marisasalabelle ha detto:

    Be’, ognuno ha le sue simpatie, in politica…
    Per il momento non ci resta che stare a vedere cosa tireranno fuori dal cilindro i nostri governanti… e buona fortuna a tutti!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...