Appello

Durante il colloquio orale quasi tutte le ragazze piangono. È l’aspetto ascetico del presidente che le mette in imbarazzo, è l’incalzare delle mie domande, è la professoressa di diritto, con la sua precisione?

«Sono emotive! Sono ansiose! È la tensione!» dicono le professoresse interne, che le conoscono. «Sono così fragili…»

E così, care ragazze, voglio fare un appello: non siate fragili! Non fatevi divorare dall’ansia! Rifiutatevi di aderire allo stereotipo, che vuole la donna più emotiva e vulnerabile del maschio. Siete donne, siete forti, non piangete!

Annunci

Informazioni su marisasalabelle

Sono nata a Cagliari il 22 aprile 1955. Vivo a Pistoia. Insegno. Mi piace leggere e scrivere.
Questa voce è stata pubblicata in diario, scuola e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.

7 risposte a Appello

  1. corvobianco213 ha detto:

    E i maschi che fanno? Sono insensibili? Hanno qualche reazione emotiva?

  2. tramedipensieri ha detto:

    Ricordo benissimo di aver pianto per non dover urlare. Ho sentito davvero una grande ingiustizia. Per me l’esame di maturità è stato un incubo che, ancora oggi, mi fa veramente infuriare.
    Altrochè fragilità…

  3. marisasalabelle ha detto:

    I maschi, sono emozionati anche loro, ma non piangono. Quello che io mi chiedo è: la donna è oggettivamente più fragile, è davvero “il sesso debole”, o ce la raccontano così? Ho notato nelle professoresse un accentuato senso di protezione verso queste “bimbe” definite, appunto, “fragili”. Qualcosa in me si ribella contro questo voler rinchiudere la donna in uno stereotipo… e l’accettazione dello stesso, da parte della donna.
    Piangere di rabbia, è un’altra cosa, e può succedere, ma queste ragazze non piangono di rabbia, piangono perché lo stress dell’esame è eccessivo per loro. E quindi io mi domando: ma come sono cresciute? Che tipo di autostima hanno? Come le hanno abituate, gli adulti, che si tratti di genitori o di insegnanti? Mi sembra di tornare ai romanzi dell’Ottocento, nei quali la fragile fanciulla scoppiava in lacrime ad ogni pié sospinto…

  4. tramedipensieri ha detto:

    In effetti piangere per il non saper gestire un’emozione, uno stress…mi pare troppo. E comunque può anche succedere. E non sempre ritengo sia sintomo di debolezza…anzi

    Ai maschi non è stato insegnato piangere, loro le emozioni, le gestiscono in modo diverso: è sempre stato così.
    Non ho mai sentito di un ragazzo che si è messo a piangere durante un esame e nemmeno dopo a dir la verità…

    In realtà di questi tempi l’autostima e non solo nelle ragazze è davvero ai minimi storici. Parlo anche per gli adulti eh…

    Qualcuno direbbe che sono troppo viziate; i genitori ripongono troppe aspettative su queste e questi ragazzi.

    • marisasalabelle ha detto:

      Io una volta ho fatto piangere un ragazzo… un omone grande e grosso… aveva fatto male all’interrogazione e aveva paura di essere bocciato. Non che me ne vanti; ma per la parità di genere…

  5. RobySan ha detto:

    All’ansia non si comanda. Se non la lasci uscire dalle lacrimali lei, prima o poi, uscirà dalla mucosa gastrica.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...