Nuovi aggettivi

Adesso che un bambino ha inventato l’aggettivo “petaloso” e che l’Accademia della Crusca gli ha scritto una letterina, in cui gli dice, non che la sua parola è stata dichiarata esistente, ma che lo diventerà se molti la useranno, il web si è scatenato e tutti scrivono post più o meno fantasiosi per promuovere questo neologismo. Posso dire che trovo la cosa stucchevole? Tutti i bambini inventano parole, ma difficilmente le loro parole si diffondono a tal punto da entrare nei vocabolari e non ha senso voler creare “il caso” a forza di post su Facebook. Il bello del linguaggio dei bambini è proprio la sua creatività e la sua volatilità. Mia figlia quando non sapeva i colori diceva “verdel” e “fucsian” e un bambino che conoscevo aveva inventato “mannancione”, perché non sapeva dire “arancione”. Erano parole divertentissime e noi le usavamo continuamente, ma erano belle proprio perché erano nostre, e perché sapevamo che erano inventate e che presto sarebbero state sostituite da nuove parole create da altri bambini. Lasciamo che i bambini giochino col linguaggio e non abbiamo la pretesa di ufficializzare ciò che è solo il frutto di un lampo di genio estemporaneo.

Piuttosto, ho anch’io una richiesta da rivolgere all’Accademia della Crusca: che riconosca come appartenenti alla lingua italiana gli aggettivi “analfabetico” («Dopo l’Unità d’Italia moltissimi cittadini erano analfabetici») e “liberalista” («Adam Smith è un famoso filosofo liberalista») e che finalmente stabilisca che “estetista” non indica più soltanto una gentile signorina che applica le maschere di bellezza e cura le unghie, ma anche un poeta che pone la bellezza come supremo ideale («Gabriele D’Annunzio era un famoso estetista»).

Annunci

Informazioni su marisasalabelle

Sono nata a Cagliari il 22 aprile 1955. Vivo a Pistoia. Insegno. Mi piace leggere e scrivere.
Questa voce è stata pubblicata in diario, leggere, scuola e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.

8 risposte a Nuovi aggettivi

  1. wwayne ha detto:

    Vicende come queste sono il frutto della società moderna, dove un quarto d’ora di celebrità non si nega a nessuno e i bambini prodigio fanno tanta simpatia. In questo caso poi i due fenomeni si sono legati: la maestra era tanto vogliosa di ottenere un quarto d’ora di celebrità che ha deciso di creare dal nulla un bambino prodigio.

  2. marisasalabelle ha detto:

    No, io in realtà non critico la maestra, che ha incoraggiato la creatività del bambino e la sua curiosità di capire come nasce una parola, per cui l’ha incoraggiato a scrivere all’Accademia della Crusca: un bel percorso educativo, mi pare. Quello che ho trovato assurdo è l’entusiasmo che ha accompagnato su tutto il web la trovata del bambino, che non avrebbe nulla di speciale se non venisse, appunto, da un bambino, e che non ha molto senso diffondere in modo del tutto artificioso per farla diventare “una parola vera”. Per non parlare dell’astuto Matteo omonimo, che non ha perso l’occasione per twittare “questo progetto è petaloso”…

    • wwayne ha detto:

      Ah, ma ormai lo sappiamo benissimo che Renzi è il “Paolini delle vittorie altrui”, per citare una felicissima espressione di Giorgia Meloni. Ci ha provato anche la Giannini ad associarsi gratuitamente alle vittorie altrui, ma le è andata buca: la ricercatrice emigrata in Olanda l’ha in pratica mandata a quel paese. 🙂

  3. RobySan ha detto:

    Petaloso, pelatoso, pitaloso, pilatoso.

  4. marisasalabelle ha detto:

    Pitaloso sarebbe “relativo al pitale”?

    • RobySan ha detto:

      Yes, madam. E pilatoso è “relativo a Pilato”. Su “pelatoso” sono poi possibili almeno due accezioni: “atto a essere pelato”, “adeguato a ben presentarsi se pelato” ovvero “atto a pelare”, “a ben eseguire il lavoro di pelatura”. L’oggetto del pelare è necessariamente generico.

  5. marisasalabelle ha detto:

    Vedo che sei un esperto linguista… 😉

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...